Immobili
Veicoli
20 Minuten
La Webergasse, dove lavorano le prostitute, il luogo dove è avvenuto il fattaccio
BASILEA
23.10.20 - 10:040
Aggiornamento : 10:48

Deruba la prostituta 60enne e fugge mezzo nudo

È successo questa notte nel centro a luci rosse di Basilea Città. Ferita la donna

BASILEA - Una prostituta di 60 anni è stata aggredita e derubata questa mattina, attorno alle 4.00 a Basilea, mentre esercitava il suo lavoro sulla strada. L’aggressore è un ragazzo tra i 20-25 anni, cliente della prostituta. Il giovane si era appartato con lei sulla Webergasse, nota strada di locali e stanze dove si esercita il mestiere più antico del mondo.

Si erano recati poi in un appartamento, ma a causa di una discussione tra i due è nata una lite. A quel punto il ragazzo ha colpito la donna, ferendola, e le ha rubato la borsetta. Appena la vittima ha iniziato a urlare, il giovane è scappato e stando a quanto riporta la polizia di Basilea Città, è fuggito con addosso solo i pantaloni. Gli agenti sono alla ricerca del ragazzo e hanno fornito un identikit dell’aggressore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
La variante Omicron... e i test Covid
Non mancano i dubbi attorno ai test Covid. Ecco le principali risposte
SVIZZERA
4 ore
«Le visite agli strip club erano per motivi di lavoro»
L’ex amministratore delegato di Raiffeisen Pierin Vincenz giustifica le spese pazze addebitate alla banca.
SVIZZERA
6 ore
Le “firme” nel sistema immunitario di chi rischia il Long Covid
Uno studio zurighese ha identificato i fattori di rischio immunologici
SVIZZERA
6 ore
Il processo Vincenz non si ferma
La Corte ha respinto le richieste di sospensione. Inizia l'interrogatorio dell'ex Ceo
SVIZZERA
7 ore
In Svizzera 36'658 contagi e dodici decessi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono state ricoverate altre 121 persone col Covid
SVIZZERA
9 ore
«Un allentamento delle misure porterebbe a un'ulteriore ondata»
Gli esperti della Confederazione fanno il punto della situazione. E frenano gli entusiasmi su una fine delle restrizioni
SVIZZERA
11 ore
«Ci siamo comportati come bravi soldatini, adesso basta»
Politici e associazioni economiche fremono: Le attuali restrizioni sono «sproporzionate» e «vanno revocate».
ARGOVIA
12 ore
Cadavere nella grotta, il 22enne a processo per assassinio
Il Ministero pubblico argoviese ha richiesto sedici anni e quattro mesi di carcere per il giovane omicida.
BERNA
13 ore
Aquila reale vittima di una turbina eolica
L'incidente è avvenuto nel mese di novembre sul Mont-Soleil, nel Giura bernese.
SVIZZERA
13 ore
«La Svizzera deve mettere il turbo sul fotovoltaico»
Secondo Greenpeace un maggiore uso del solare ridurrebbe a zero le emissioni di CO2 di trasporti, edifici e industria
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile