tipress (archivio)
BERNA
19.10.20 - 18:260
Aggiornamento : 20:36

Quasi 600 ricoverati, un centinaio in cure intense

In totale i posti letto ancora liberi nelle strutture sanitarie erano 6353.

La capacità globale degli ospedali svizzeri ammonta a 22'301.

BERNA - I pazienti curati negli ospedali svizzeri per il Covid-19 nel corso della scorsa settimana erano 586. Nei reparti di terapia intensiva si trovavano 97 persone e 29 erano assistite tramite respirazione artificiale. I numeri sono continuamente in evoluzione.

A fornire queste importanti cifre è stato oggi nel tardo pomeriggio il Servizio sanitario coordinato (SSC) dell'esercito, riferendosi ai dati forniti dai cantoni durante la scorsa settimana. I cantoni che fino a pochi giorni fa registravano il maggior numero di ricoveri per coronavirus erano Vaud (92), Berna (69) e San Gallo (60).

In totale i posti letto ancora liberi nelle strutture sanitarie erano 6353. La capacità globale degli ospedali svizzeri ammonta a 22'301.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Patty PozziMorelli 1 mese fa su fb
B
Giada Bertarelli 1 mese fa su fb
Economia e politica continuano a marciare, per quanto la tireremmo in avanti sta farsa?
Antonio Costantino 1 mese fa su fb
https://www.facebook.com/legasalvinipremier/videos/713810529343512/?vh=e&extid=0
Roland Stanic 1 mese fa su fb
Numeri e numeri e numeri, e solo numeri
Don Quijote 1 mese fa su tio
22'000 posti letto in ospedale per una popolazione di 8.5 milioni di abitanti di cui 700'000 over 80, mi sembra che sia il problema principale, mentre al covid rimane il ruolo della classica goccia che fa traboccare il vaso. La popolazione, quella pro-mascherina, ha pensato giustamente che, 25 miliardi di franchi sia meglio investirli in aerei per combattere il virus piuttosto che ampliare e migliorare le strutture ospedaliere.
Swissabroad 1 mese fa su tio
Intanto magari chiamiamola terapia intensiva
Swissabroad 1 mese fa su tio
Vorrei leggere i commenti dei negazionisti per eccellenza, tali Miba e Sedelin...
marco17 1 mese fa su tio
Invece di incretinire il pubblico con il numero quotidiano di tamponi, di positivi e di quarantenati, si dovrebbe comunicare ogni giorno quanti sono in cure intense e quanti sono i posti letto ancora disponibili.
ILTICINO 1 mese fa su tio
Con le "vacanze d'autunno" d'oltralpe e tutta la vente che è arrivata in Ticino, credo che questo sia solo l'inizio
Viperus 1 mese fa su tio
Ah è proprio una grand notizia...Allarme rosso con 600 ricoverati e 6300 posti letto liberi. Ma la finite di mettere paura alla gente con queste notizie ridicole?
MrBlack 1 mese fa su tio
@Viperus Oggi sono aumentati di un centinaio in un giorno. Detta così forse ci arrivi anche tu a capire...forse...
Swissabroad 1 mese fa su tio
@Viperus Fenomeno è solo l'inizio ma forse non l'hai ancora capito vero ? Qua se c'è qualcosa di ridicolo quello sei tu.
Nei Yen 1 mese fa su fb
Ecco, per chi diceva che in Svizzera i ricoverati non in cure intense non esistono.
Pedraita Maurizio 1 mese fa su fb
Nei Yen 500 su 600 che?
Nei Yen 1 mese fa su fb
Pedraita Maurizio 500 ricoveri non in cure intense. 100 in cure intense. Bastava leggere l’articolo lo dice in modo abbastanza dettagliato.
Pedraita Maurizio 1 mese fa su fb
Nei Yen e leggi quanti sotto respirazione artificiale
Ivana Kohlbrenner 1 mese fa su fb
In ospedale ci vai solo se stai male pure di questi tempi
Nei Yen 1 mese fa su fb
Pedraita Maurizio si ma cosa vuol dire? Non ho detto che non esistono pazienti sotto respirazione artificiale, ma che forse molti che non sono in cure intense (500) potrebbero essere curati a casa, con medicinali che hanno funzionato in parecchi casi, ma di cui non se ne parla più dall’avvento della propaganda mascherina. io non capisco se li leggete i commenti. Sinceramente mi sembrava abbastanza chiaro. Certo magari prima bisogna leggere l’articolo e poi il commento.
Nei Yen 1 mese fa su fb
Ivana Kohlbrenner appunto ma se ci sono persone che si sono curate a casa stando male e perché ci sono farmaci che lo permettono, ma se si continua a dire Covid = morte gli ospedali si riempiranno sempre di persone che appena hanno sintomi si fanno ricoverare. E non sto assolutamente dicendo che non vi siano casi gravi. Il mio e una critica sul fatto che bisognerebbe limitare i ricoveri se non strettamente necessari. Per concludere, ovviamente se ogni volta gli articoli non specificano le condizioni di chi è ricoverato non in cure intense, qualche domanda e lecita farsela.
Flavio Zana 1 mese fa su fb
c’è un dettaglio pure sulle condizioni pre-tampone positivo? polmoniti, malattie autoimmuni..
Andrea Giuliano 1 mese fa su fb
Nei Yen addirittura 29 in respirazione artificiale? Lo 0.00725%! Sicuramente un numero elevato. Quando arriveremo allo 0.01% propongo la tuta da palombaro.
Andrea Sperelli 1 mese fa su fb
Io penso che il problema sia che ieri anche se stavi male, molto male, come spesso capita quando si becca una brutta influenza, te ne stavi a casa a letto. Oggi la gente ha paura e corre in ospedale per pochi sintomi. É ovvio che, dove ieri un medico che non ti avrebbe mai fatto ricoverare, oggigiorno, a causa del panico generale, non si prenda la briga di farlo e magari ti metta più facilmente in terapia intensiva per scongiurare qualsiasi scandalo mediatico nei propri confronti. Insomma penso che molta della colpa sia da attribuire ai mass media e all'ignoranza di chi li ascolta come se fossero fonte di verità assoluta.
Alex Bianchi 1 mese fa su fb
Nei Yen Il posto c'è, alla peggio ogni grosso ospedale ha un ospedale d'emergenza ed anche l'esercito ha infrastruttura supplementare. Manca invece il personale curante qualificato. Inoltre non decidi tu se occupare un letto d cure intensive, ma i medici secondo la tua situazione clinica.
Alex Bianchi 1 mese fa su fb
Andrea Giuliano Sai che siamo già ad un decimo dell'occupazione dei posti letto per le cure intensive? Questo per una singola patologia, all'inizio della possibile seconda ondata ed in concomitanza con l'inizio della stagione influenzale. Senza considerare la mancanza di personale curante specializzato. Aspettiamo di arrivare al punto a cui eravamo qualche mese fa oppure ci diamo una regolata ed applichiamo la prevenzione?
Lacramioara Luca 1 mese fa su fb
Nei Yen da questa cifra quanti soffrono di altre patologie( cancro, diabete,insufficiente respiratorie.influenza e raffreddore)
Tania Minotti 1 mese fa su fb
🙏😥
comp61 1 mese fa su tio
c`é stato un tempo in cui ci deridevano ora che sono ben impestati é un problema svizzero...
comp61 1 mese fa su tio
mah
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
OBVALDO
2 ore
Un volo di duecento metri con il Pick-up
La strada innevata è molto probabilmente all'origine dell'incidente avvenuto ieri sera a Sachseln.
TURGOVIA
2 ore
In un bosco turgoviese è stato trovato un cadavere
La macabra scoperta è stata confermata dalla polizia
FOTO
SVIZZERA
3 ore
Da Mister Covid-19 a Mister umorismo
Il Festival Umoristico lo ha premiato «per il modo accattivante» con cui ha affrontato la prima ondata.
FRIBURGO
4 ore
Sei mucche investite e uccise da un treno
Nonostante una frenata d'emergenza, il macchinista non è riuscito a evitare l'incidente di ieri sera a Montet.
NEUCHÂTEL
5 ore
Brucia una palazzina: quattro feriti
L'incendio è divampato la scorsa notte a Cressier: un ferito versa in gravi condizioni.
VAUD
6 ore
Venduta la villa dell'ex dittatore
La tenuta di Savigny, appartenuta a Mobutu Sese Seko, era stata acquistata all'asta da UBS nel 2016.
SVIZZERA
7 ore
Vaccinazioni: mai così tante dosi contro l'influenza
In Svizzera ne sono state ordinate 1,95 milioni, mentre lo scorso anno erano 1,18 milioni
GRIGIONI
9 ore
Nel fiume col carrello elevatore: operaio ferito
L'incidente si è verificato ieri a Coira nell'ambito di un cantiere su un ponte pedonale
SOLETTA
19 ore
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
22 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile