deposit
ZURIGO
14.10.20 - 22:020

Paura di essere "smascherati", crolla il mercato del sesso

Un gerente di un locale a luci rosse zurighese: «Abbiamo perso il 90% della clientela. Vanno in altri cantoni»

In quel di Zurigo, il Governo ha deciso che chi frequenta i bordelli deve lasciare i propri dati di contatti. E il cliente scappa altrove

ZURIGO - Tira brutta aria nel settore delle luci rosse. In modo particolare in quel di Zurigo dove, per contrastare il Coronavirus, il Governo ha deciso che i clienti che frequentano un bordello devono fornire i loro dati personali per essere contattati in caso di presunto contagio.

Per l'industria del sesso, tuttavia, questa è una grande sfida, come spiega il gerente di un postribolo a 20 Minuten: «I nostri clienti vogliono discrezione, certo non vogliono fornire i loro dati personali».

La conseguenza? Chi vuole del sesso a pagamento prende l'auto e va in un altro cantone. «Abbiamo perso circa il 90% della clientela». Il titolare del locale a luci rosse, però, attua ugualmente le misure richiesta per non correre il rischio di una multa o di una chiusura.

Per salvare la loro attività, diversi bordelli di Winterthur hanno cercato di aggirare la legge, ma sono stati pizzicati e segnalati. Uno ha persino dovuto chiudere.

D'altra parte il lavoro non è dei più semplici. Devono controllare i dati personali sulla base delle carte d'identità, verificare il numero di telefono e annotare la data in cui si è usufruito del servizio. Tutto questo per poter rintracciare l'avventore laddove fosse necessario.

Se queste misure non vengono rispettate c'è la multa. E se non viene pagata il club è costretto a chiudere fino a che non sarà effettuato il pagamento.

Secondo Marco Cortesi della Polizia municipale di Zurigo, l'inserimento corretto dei dati di contatto è essenziale. Finora nessun bordello è stato chiuso nella città di Zurigo. Tuttavia, l'industria del sesso zurighese ritiene di aver subito un trattamento ingiusto considerato che le stesse misure al momento non vengono applicate in altri cantoni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 ore
Un funzionario ha falsificato per nove anni dei moduli per gli aiuti statali
Oltre 1 milione di franchi è finito in modo ingiustificato a delle imprese private
LE FOTO
SVIZZERA
14 ore
Fermano il traffico, in nome del clima
Alcuni attivisti del gruppo "Extinction Rebellion" hanno bloccato i veicoli in diverse città elvetiche
SOLETTA
15 ore
Precipita un piccolo aereo, due vittime
Si tratterebbe di un 57enne e di un 49 enne, partiti da Grenchen
SVIZZERA
16 ore
«Gli svizzeri non sono abituati a un forte intervento del Governo»
Secondo il politologo Swen Hutter, è questo il motivo per cui si scende in piazza a protestare
FRIBURGO
16 ore
Sfreccia a 152 km/h sull'80, 19enne nei guai
La patente del giovane - che viaggiava con un mezzo noleggiato - è stata ritirata
IL VIDEO
ARGOVIA
18 ore
Manifestazione ad Aarau: poliziotto colpito con una testata
Ha avuto luogo nel pomeriggio un corteo contro le misure anti-Covid, ma non è stato autorizzato
SVIZZERA
20 ore
«Sì all'Ue, no all'accordo»
È la posizione dei vertici del Partito socialista. Il co-presidente Cédric Wermuth oggi ha lanciato un appello
FOTOGALLERY
ZUGO
20 ore
Festa grande (e feriti) in barba al Covid
Mega-assembramento di tifosi sull'Arenaplatz. Distanziamento, attenzione e mascherine? Nulla.
SVIZZERA
1 gior
Gli svizzeri scalpitano per il vaccino
Sette su dieci vogliono l'iniezione, e solo il 12 per cento sono contrari. La propensione «sta aumentando rapidamente»
SVIZZERA
1 gior
Soldati intossicati: «Si è disposti a tutto per riscaldarsi»
Secondo un ex granatiere, in ambiente militare sarebbe «molto diffuso» ricorrere all’aria calda di scarico del motore.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile