keystone-sda.ch (SALVATORE DI NOLFI)
Protesta degli allievi delle scuole medie di Pinchat, a Ginevra.
+13
GINEVRA
30.09.20 - 12:010

Regole sull'abbigliamento «umilianti» alla scuola media, a Ginevra va in scena la protesta

Le nuove norme si riferiscono in particolare alle tenute che lasciano scoperte la pancia, le spalle e le cosce

GINEVRA - Allievi della scuola media di Pinchat, a Ginevra, si sono riuniti stamattina davanti all'istituto scolastico per protestare contro le nuove regole sull'abbigliamento loro imposte, giudicate umilianti. Una lettera è stata inviata al Dipartimento ginevrino dell'istruzione pubblica (DIP).

I giovani chiedono in particolare di rinunciare all'obbligo d'indossare quello che chiamano la "T-shirt de la honte" (la maglietta della vergogna). Si tratta di una t-shirt extra-larga, lungo fino alle ginocchia con impressa la scritta "Ho una tenuta adeguata". Deve essere portata dagli allievi che vanno a scuola vestiti in modo sconveniente.

Le nuove regole si riferiscono in particolare alle tenute che lasciano scoperte la pancia, le spalle e le cosce, nonché vestiti su cui figurano messaggi ingiuriosi od osceni. Stando agli allievi, la misura interessa molto di più le ragazze che i ragazzi.

Gli allievi dell'istituto di Pinchat chiedono pertanto alla consigliera di Stato responsabile del DIP Anne Emery-Torracinta di abbandonare le nuove regole concernenti l'abbigliamento, che ai loro occhi sono ritenute «estreme, violente e pericolose per lo sviluppo psicologico della gioventù».

Infine, gli allievi pretendono delle scuse pubbliche tramite i media da parte del DIP «per questo errore grave e condannabile».

keystone-sda.ch (SALVATORE DI NOLFI)
Guarda tutte le 17 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
24 min
Secondo lockdown, questa è la settimana della verità
Gli ospedali si stanno rapidamente riempiendo di pazienti Covid e gli epidemiologici ritengono inevitabile un blocco.
CITTÀ DEL VATICANO
3 ore
Vent'anni al servizio del Papa tra disciplina, turni e rinunce
Vent'anni a proteggere il Santo Padre nel periodo più tragico della Chiesa. Ritratto di una professione fuori dal comune
SVIZZERA
10 ore
«Ci prepariamo a dover trasferire i pazienti»
Da domani l'Hôpital du Valais alza l'allerta al livello più alto, che implica il bisogno di aiuto esterno
FRIBURGO
10 ore
Si schianta sulla chiesa con il parapendio
La Rega ha trasportato il 27enne, vittima dell'incidente, in ospedale
SVIZZERA
12 ore
Terremoto di magnitudo 4,4 in Svizzera
L'epicentro è stato localizzato nel Canton Glarona
ARGOVIA
13 ore
L'assembramento per l'anniversario del centro commerciale fa discutere
In rete circolano le immagini di un evento tenuto sabato allo Shoppi Tivoli di Spreitenbach: «Irresponsabili».
URI
17 ore
Frana sul Susten, il passo è bloccato fino a nuovo avviso
C'è ancora rischio di nuovi smottamenti. Al momento del crollo in loco c'era una comitiva di escursionisti
NIDVALDO
20 ore
Abbandona l'auto (distrutta) in mezzo all'autostrada e fugge
Aveva avuto un incidente e ha deciso di allontanarsi. Diverse ore dopo si è però presentato in polizia.
SVIZZERA
22 ore
Affitti commerciali: non tutti hanno sofferto
Un terzo dei commerci in locazione ha conosciuto difficoltà a causa del semiconfinamento.
SVITTO
23 ore
Casa anziani lancia un appello per personale immediato
La casa di riposo Rubiswil è alla ricerca d'infermieri e «mani in grado di aiutare»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile