Immobili
Veicoli
Polizia cantonale San Gallo
SAN GALLO
09.09.20 - 09:260
Aggiornamento : 10:16

Bambino caduto in un pozzo: un passante l'aveva lasciato aperto

Inizialmente si pensava a un incidente causato dal maltempo.

Le condizioni del piccolo sono ora stabili.

WIL - Era il 30 agosto, quando un bambino di quattro anni era finito in un tombino a Wil, nel canton San Gallo. L'intervento dei pompieri aveva permesso di estrarre il piccolo attraverso un'altra apertura. 

L'incidente, lo ricordiamo, era avvenuto nel maneggio Weierwise, luogo soggetto ad allagamenti in caso di forti piogge. Ecco perché era stato costruito un pozzo per scaricare l'acqua a valle. Quel giorno l'acqua era alta, e il tombino non era visibile. 

Inizialmente si pensava che il pozzo fosse stato scoperchiato dal maltempo, ma le indagini indicano che i fatti si sono svolti diversamente. Stando alla procura di San Gallo, un passante avrebbe spostato e pulito il coperchio quel pomeriggio, con l'intenzione di far defluire meglio le acque, senza poi rimetterlo al suo posto. La persona è stata identificata, ha dichiarato la portavoce a 20 Minuten. Nei suoi confronti è stato aperto un procedimento per lesioni personali gravi dovute a negligenza. 

Le condizioni del piccolo, inizialmente considerate critiche, sono ora stabili. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Malati che muoiono a causa del rinvio di interventi chirurgici
Il settore sanitario è sotto pressione. Si temono gravi conseguenze sulle condizioni dei pazienti
SVIZZERA
11 ore
Covid-pass aggiornato? Ora non ci si dovrà più mettere il dito
Niente più verifica manuale, ora l'app Covid Certificate esegue il refresh automaticamente.
SVIZZERA / MONDO
13 ore
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
SVIZZERA
15 ore
Sostegno al 2G, ma solo sino a fine febbraio
Le risposte dei cantoni alla consultazione federale sui provvedimenti anti-coronavirus
ZURIGO
17 ore
Quadruplicati gli attacchi di panico, gli esperti sono preoccupati
Depressione, ansia e paura: sono tutte conseguenze della pandemia, che colpiscono in particolare i giovani.
SVIZZERA
17 ore
Quarantene e test di massa? Da rivedere: «Omicron è come un incendio»
Anche gli scienziati hanno dei dubbi sul contact tracing. E sono ottimisti: il picco è vicino
GINEVRA
17 ore
Investita sulla pista da sci, muore a 5 anni
La piccola, residente a Ginevra, è stata travolta a Flaine, stazione sciistica situata in Alta Savoia.
GRIGIONI
18 ore
Gastronomia, quasi una irregolarità su quattro
In diversi casi è stato riscontrato un mancato rispetto delle disposizioni microbiologiche.
SVIZZERA
19 ore
Oltre 67mila contagi e 30 morti nel weekend svizzero
Ancora in aumento i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,1% dei posti letto complessivi.
ZURIGO
21 ore
Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid
Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile