Foto lettore 20 Minutes
VAUD
14.08.20 - 23:060
Aggiornamento : 23:30

Crolla il tetto della Coop a Crissier, ingenti danni materiali

Fortunatamente la struttura ha ceduto alla pioggia alle 22, quando non c'era nessuno

Si indaga ancora sulle esatte cause del crollo. La Coop rimane al momento chiusa.

Fonte Gabriel Nista/ 20 Minutes
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

CRISSIER - Una parte del tetto della Coop presente nel centro commerciale Léman Centre di Crissier, nel canton Vaud, è crollata ieri in serata a causa delle forti precipitazioni.

L'incidente, che non ha causato vittime, ha portato però ad ingenti danni materiali, anche perché diversi altri negozi situati nelle vicinanze della Coop hanno subito dei danni causati dall'acqua.

Oggi, alcuni negozianti del centro commerciale Léman Centre hanno potuto riaprire i battenti. Ma il clima è nero: i clienti sono pochi e il lavoro è tanto.

«Sono qui dalle 7 di stamattina a pulire il pavimento. C'erano 5 cm d'acqua per terra» spiega Albert al portale romando 20 Minutes. Il suo negozio, "Le Shop Belge", si trova a pochi passi dall'ipermercato, ed è stato fortemente colpito dai danni causati dall'acqua. «Tutta la merce che era a terra è da buttare» ha raccontato.

In un altro negozio la scena è simile: «Cosa succederà ancora se arriva un'altra tempesta?» si chiede il proprietario, preoccupato.

Come l'acqua che pian piano sta sparendo dal pavimento della struttura, anche i clienti del centro non si sono fatti vedere. «La chiusura della Coop ci colpisce molto, anche se noi abbiamo riaperto» lamenta Alexandra, direttrice di un negozio di profumi. Un pensiero anche ai colleghi della Coop: «Mi dispiace per loro, non sanno ancora quando potranno tornare al lavoro».

Contattato da 20 Minutes, il gruppo Coop rassicura la clientela. Secondo due studi di ingegneria civile, i negozi del centro sono sicuri. «Solo pochi negozi rimangono chiusi perché sono ancora in fase di riparazione di malfunzionamenti del computer o di pulizia», ha detto la portavoce Cécile Cauderey.

Le cause esatte del crollo del tetto, infatti, sono ancora in fase di indagine.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
don lurio 3 mesi fa su tio
Rivolgersi ad Beneton autostrade.it aaah haaah....
Avdija Besic 3 mesi fa su fb
C’è poco da criticare, bisogna prendere per orecchie la ditta di costruzione, se un tetto crolla da solo non è grave, ma gravissimo,🙏🙏🙈🙈
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SOLETTA
1 ora
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
5 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
SVIZZERA
5 ore
Ritirati il chorizo di Aldi e i filetti di trota affumicati di Lidl
Entrambe le aziende hanno ritirato il prodotto dalla vendita
ZURIGO
5 ore
Ragazzino trascinato dall'autobus per 100 metri, autista assolto
L'uomo era a processo per lesioni colpose. È ripartito senza accorgersi che l'11enne era rimasto incastrato nella porta.
SVIZZERA
7 ore
Le stazioni sciistiche tirano un sospiro di sollievo
Il fatto che le nuove misure non prevedano limitazioni di capacità soddisfa i comprensori.
SVIZZERA
7 ore
In Romandia cinema e teatri riapriranno
Dal 19 dicembre il mondo della cultura potrà tirare un sospiro di sollievo.
ZUGO
7 ore
Glencore, obiettivo emissioni zero nel 2050
Il Ceo Ivan Glasenberg l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle
BERNA
9 ore
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
10 ore
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
SVIZZERA
12 ore
Tre regioni italiane saranno zone rosse
Sono Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Zaia: «La Svizzera non riconosce l'unità d'Italia»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile