Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
13.08.20 - 12:330
Aggiornamento : 15:55

Latitante da 17 anni, è stato arrestato in Svizzera

La Fedpol è stata attivata dalla rete europea Enfast e ha predisposto mirati servizi di localizzazione

L'albanese, con 5 complici, aveva fatto giungere in Italia numerose ragazze rumene e moldave per poi farle prostituire.

BERNA - Un cittadino albanese di 45 anni, ricercato dalla Polizia di Stato italiana e latitante dal 2003 è stato rintracciato in Svizzera, arrestato ed estradato in Italia. L'operazione, di cui stamane danno notizia le agenzie della Penisola, è stata confermata da Fedpol in un tweet.

La Polizia federale precisa che l'uomo è stato arrestato grazie alle informazioni fornite dalla Squadra Mobile di Modena. L'operazione è inserita nell'ambito del progetto Wanted III della Polizia di Stato italiana, volto alla ricerca di pericolosi latitanti.

L'arresto è stato possibile grazie all'attivazione della rete europea dedicata alla ricerca e alla cattura di latitanti internazionali (Enfast, European Network of Fugitive Active Search Teams). È stato richiesto l'intervento del team Enfast di Fedpol, che ha predisposto mirati servizi di localizzazione che hanno avuto esito positivo.

L'arresto è avvenuto il 6 agosto scorso: con la collaborazione del Servizio Centrale Operativo e del Servizio per la Cooperazione di Polizia italiani, gli investigatori elvetici hanno catturato ed estradato in Italia (attraverso il valico di Ponte Chiasso) il latitante.

Chi è il latitante - In una conferenza stampa organizzata stamani presso la Questura di Modena è stato precisato che l'uomo si è reso responsabile di una serie di pericolosi reati in Italia a partire dal 1996 tra cui violenza sessuale, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione e dell'immigrazione clandestina. Nei suoi confronti vi è un cumulo pene per complessivi anni 15 mesi 4 e giorni 25 di reclusione e 68'900 euro di multa.

L'uomo aveva compiuto una serie di pericolosi reati in Italia dalla metà degli anni novanta. La locale Squadra Mobile aveva portato alla luce una delle prime organizzazioni albanesi dedite all'attività di prostituzione di cui il latitante era uno dei promotori. L'albanese, unitamente ad altri 5 complici di nazionalità italiana, albanese e rumena, aveva fatto giungere in Italia numerose ragazze rumene e moldave per poi farle prostituire. A partire dal 2003, con le prime sentenze di condanna per i reati commessi, il 45enne si era dato alla latitanza.

Gli inquirenti italiani hanno sottolineato che la collaborazione tra i ministeri della Giustizia dei due paesi è stata particolarmente proficua e questo ha permesso una rapida conclusione del processo di estradizione e la conseguente consegna all'Italia del latitante albanese.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
29 min
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
1 ora
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
SVIZZERA
3 ore
Tre regioni italiane saranno zone rosse
Sono Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Zaia: «La Svizzera non riconosce l'unità d'Italia»
GRIGIONI
3 ore
Il progetto pilota dei Grigioni: test a tappeto
Oltre alle restrizioni, per lottare contro la diffusione del virus verranno predisposti dei test territoriali.
SVIZZERA
4 ore
4'382 contagi e 199 ricoveri in 24 ore
In Svizzera sono stati effettuati 27'425 tamponi, il 16% ha dato esito positivo.
GRIGIONI
7 ore
Fermato senza patente domenica. Lo ritrovano al volante giovedì
Il 51enne è incappato in un controllo radar sulla strada del Maloja
SVIZZERA
8 ore
Sabine Keller-Busse nuova responsabile di UBS Svizzera
Prima di entrare in UBS nel 2010 ha guidato la divisione clientela privata di Credit Suisse per Zurigo.
SVIZZERA
8 ore
Sunrise-UPC: svelati i nomi della nuova direzione
Sono figure di entrambe le aziende originarie: «Ora possiamo contare su una squadra eccezionale».
SVIZZERA
9 ore
Dieci persone, ma da due nuclei familiari al massimo
Sarebbe, secondo indiscrezioni, una delle misure che il Consiglio federale annuncerà oggi
ZURIGO
16 ore
Svizzera o Austria: chi sta facendo meglio nella lotta al Covid?
A differenza della Confederazione, l'Austria ha optato per un altro lockdown in autunno.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile