Archivio Keystone (immagine illustrativa)
BERNA
08.08.20 - 08:000
Aggiornamento : 10:18

Telecamere nascoste per stanare il ladro di monete

Le ha installate Migros in una filiale bernese. Ma ora la giustizia ha scagionato il collaboratore accusato di furto

Le riprese erano consentite, ma il tribunale ha stabilito che nei video non si vedono i soldi rubati dal registratore di cassa

Fonte 20 Minuten/Raphael Casablanca
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

BERNA - Negli scorsi mesi ogni giorno sparivano pochi franchi. Ma con il passare del tempo, dal dicembre 2019 complessivamente erano stati sottratti circa cinquemila franchi. La vicenda riguarda la filiale Migros take-away situata nella stazione ferroviaria di Berna. Ed è sfociata nel licenziamento e nella denuncia di un collaboratore.

Per individuare l'autore dei furti, l'azienda ha installato delle telecamere nascoste che riprendevano i trenta collaboratori attivi nella filiale, come riferisce il quotidiano bernese Der Bund. Ed è così che è stato identificato il presunto ladro: si trattava di un dipendente di lunga data, che più volte al giorno s'intascava delle monete da cinque franchi. Nei suoi confronti erano scattati il licenziamento immediato e la denuncia per furto.

Ma ora la giustizia bernese ha scagionato il collaboratore accusato: il giudice ha infatti appurato che nel video non si riescono a vedere le monete che l'uomo avrebbe a più riprese sottratto dalla cassa. Non ci sarebbero quindi sufficienti prove per condannarlo.

Migros accetta la decisione della Corte. Ma non è chiaro come andrà a finire la questione del licenziamento in tronco. Secondo un esperto legale, l'ex dipendente potrebbe chiedere un risarcimento.

Il giudice si è anche chinato sulla questione delle telecamere nascoste: si trattava di una misura legale? Sì, in quanto l'inquadratura comprendeva soltanto un'area ristretta attorno al registratore di cassa. Le riprese erano quindi consentite.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
5 ore
Svizzera o Austria: chi sta facendo meglio nella lotta al Covid?
A differenza della Confederazione, l'Austria ha optato per un altro lockdown in autunno.
SOLETTA
8 ore
Lo stupratore di Olten: disoccupato e spacciava droga
Il vicinato parla del presunto autore dell'aggressione di domenica. Aveva già aggredito altre donne.
SVIZZERA
13 ore
Il Covid si riconosce dal respiro
Ricercatori dell'EPFL hanno sviluppato un algoritmo che permette di diagnosticarne la gravità
GRIGIONI
13 ore
I Grigioni chiudono i ristoranti per (almeno) due settimane
Con un tasso di riproduzione di 1,02, il quarto più alto in Svizzera, il Governo corre ai ripari prima delle festività
VAUD
13 ore
La scuola privata più costosa al mondo organizza feste illegali
Sabato è stata allestita un'attrazione presso l'Institut Le Rosey, sul Lago di Ginevra.
SONDAGGIO
BERNA
14 ore
«Parlarne. Trovare aiuto»: la salute mentale ai tempi del coronavirus
Il 10 dicembre si terrà una giornata per richiamare l'attenzione sulla delicata e quanto mai attuale tematica.
BERNA
15 ore
È ufficiale: primo gatto con il Covid in Svizzera
Sono diversi i casi registrati nel mondo, ma restano comunque molto rari
SVIZZERA
15 ore
Niente “pressioni estere”, stop a ulteriori restrizioni sulle piste
Il Consiglio nazionale adotta la dichiarazione contro «condizioni impraticabili»
SVIZZERA
16 ore
«Non sta andando come sperato»
Il consigliere federale Alain Berset non è contento dei numeri dell'epidemia. La "via svizzera" è in crisi?
SVIZZERA
17 ore
Orologi e gioielli, la Svizzera resta un leader indiscusso
Nel 2019, i tre gruppi elvetici più grandi erano Richemont, Swatch e Rolex.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile