Immobili
Veicoli
Youtube: Ema Krusi
GINEVRA
30.07.20 - 23:150
Aggiornamento : 31.07.20 - 09:25

Rifiuta la mascherina: le chiudono il negozio

È accaduto all'imprenditrice ginevrina e promotrice del no alle mascherine, Ema Krusi.

È la prima a vedere i suoi affari presi di mira da un provvedimento delle autorità. Ricorrerà in appello.

GINEVRA - Non ci è voluto molto prima che le sanzioni ginevrine si abbattessero su chi non rispetta le regole anti covid. Da martedì, infatti, vige l'obbligo d'indossare la mascherina nei negozi. Per questo un esercizio commerciale ha già dovuto chiudere i battenti.

Trattasi dell'attività dell'imprenditrice e YouTuber Ema Krusi, proprietaria di un negozio di scarpe nel centro storico di Ginevra. Ad annunciarlo è stata lei stessa, in un video pubblicato mercoledì sera e già condiviso più di 2.000 volte questa mattina.

Da parte sua, il portavoce del dipartimento sanitario di Ginevra, Laurent Paoliello, conferma la chiusura «amministrativa». L'unica, in questo momento, pronunciata dal Cantone. Commentando il suo post, Krusi ha intanto annunciato che farà appello.

Essendo diventata da alcune settimane la voce del "no alla mascherina" e dei "no vax" (asserendo che "l'epidemia è finita" sulla base delle cifre dell'UFSP), ha pubblicato mercoledì sera un video nel quale attacca di fatto il servizio del medico cantonale di Ginevra. Sentendosi presa di mira dalle autorità, ha annunciato la sua volontà a non imporre la protezione ai suoi clienti e ai suoi dipendenti.

«Non posso garantire la loro salute se li costringo a indossare una maschera per otto ore al giorno», ha sottolineato asserendo che l'uso delle mascherine provocherebbe una serie di sintomi (mancanza di ossigeno e mal di testa, in particolare) più pericolosi di ciò dal quale dovrebbero proteggere. «Non ho trovato studi che dimostrino la sicurezza o la necessità delle mascherine», ha aggiunto.

In conclusione l'attacco al servizio del medico cantonale: «Mi hanno additato come una persona irresponsabile, quando invece mi preoccupo della sicurezza dei miei dipendenti». «Il medico cantonale mi ha riattaccato e non desidera più parlare con me. La libertà di espressione non esiste più».

Il post ha suscitato centinaia di messaggi di supporto da parte di utenti arrabbiati sul web.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Il voucher "per la normalità" non piace a tutti
L'idea: un buono da 200 franchi per ogni svizzero, da spendere in ristoranti e cultura. Ma la politica storce il naso
VALLESE
7 ore
Caduta fatale a Zermatt
Uno sciatore spagnolo di 46 anni ha perso la vita ieri pomeriggio sul comprensorio vallesano.
SVIZZERA
7 ore
Oltre 87mila contagi e 35 decessi nel weekend svizzero
In salita i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,3% dei posti letto complessivi.
SVIZZERA
11 ore
I dati di migliaia di clienti Swiss Pass liberamente accessibili
A inizio gennaio è stata scoperta una falla di sicurezza nella piattaforma per la vendita dei biglietti
ZURIGO
11 ore
Da certificato Covid a documento per controllarti?
Alain Berset attende con ansia la fine del suo utilizzo, che potrebbe arrivare per marzo.
SVIZZERA
11 ore
In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare
La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città
SVIZZERA
12 ore
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
SVIZZERA
13 ore
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
SVIZZERA
15 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
1 gior
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile