20 minuten
ZURIGO
16.07.20 - 14:010
Aggiornamento : 16:19

Coronavirus: un buttafuori digitale può salvare la scena dei club?

Più veloce, più sicura e impersonale. Una macchina è in grado di occuparsi dei controlli all'ingresso delle discoteche.

Tuttavia gli operatori del settore sono scettici. E per qualcuno il costo potrebbe essere eccessivo.

ZURIGO - Poco dopo la riapertura, i primi club hanno dovuto fare i conti con il fallimento del sistema di tracciamento dei propri avventori. Molti, troppi, i clienti che hanno lasciato nomi e indirizzi falsi nelle liste degli ospiti messe a disposizione dai locali.

Eppure c'è un modo per evitare che situazioni come questa si ripetano. Esistono macchine in grado di scansionare il passaporto o la carta d'identità e di confrontarle con il volto del visitatore all'ingresso del locale.

«Niente più code» - Un dispositivo simile l'ha sviluppato, ad esempio, la società tedesca Pyramid Computer. Già prima del Coronavirus, ha realizzato terminali per il pagamento (usati da Migrolino e Co.). E ora sfrutta soluzioni di autenticazione automatica per aziende, club o eventi all'aperto. Se necessario, i dispositivi possono anche essere dotati di scanner per la temperatura, stampanti di biglietti e altro.

Il CEO di Pyramid, Josef Schneider, menziona altri vantaggi del buttafuori digitale: «Il controllo automatizzato - spiega a 20 Minuten - è molto più veloce di quello manuale. In questo modo i visitatori non devono aspettare ore all'ingresso. E si elimina il rischio di contagio per la persona che si sarebbe dovuta impiegare a tale scopo».

Regolamentazione più severa - I club possono noleggiare il macchinario, incluso il software necessario, a partire da 1'000 euro al mese (poco più di mille franchi). «C'è un atteggiamento pericoloso tra chi frequenta la vita notturna. Molti credono che il Coronavirus sparirà presto. Ma non è così», afferma Schneider. Secondo il CEO, inoltre, se la qualità delle registrazioni effettuate nei locali non migliorerà, presto le norme potrebbero essere inasprite.

«Non rifiuta le persone alcolizzate» - Cosa pensano i club dei controlli automatici? Secondo Alexander Bücheli, portavoce dell'associazione dei bar e club di Zurigo, c'è una sostanziale apertura verso le nuove tecnologie per la verifica dell'identità. Anche perché, con la pandemia, si è reso necessario avere almeno due o tre dipendenti aggiuntivi per poter effettuare questi controlli.

Ma c'è anche il risvolto della medaglia. «Con un controllo "umano", possiamo valutare se un ospite è "adatto" all'evento. Le persone che hanno bevuto troppo, ad esempio, possono essere allontanate. Ecco perché delle macchine non sostituiranno mai il controllo personale all'ingresso dei club», spiega Bücheli.

Ostacolo finanziario per i piccoli club - Secondo Babette Sigg, presidentessa del Forum svizzero dei consumatori, il costo di questi dispositivi potrebbe tuttavia risultare troppo oneroso per i piccoli club.

Interpellato, il responsabile federale della protezione dei dati afferma che gli operatori dei club possono raccogliere le informazioni personali utilizzando mezzi elettronici. Tuttavia, è necessario rispettare i requisiti di protezione dei dati sensibili. Ad esempio, sono autorizzati a raccogliere solo i dati necessari e devono eliminarli entro un certo periodo di tempo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Federico Anderegg 2 sett fa su fb
Evry 2 sett fa su tio
Chiudere e BASTA !
Diego Pix Paini 3 sett fa su fb
Francesco Cec Moretti 3 sett fa su fb
don lurio 3 sett fa su tio
Facciamoci una domanda tutti vogliono andare a divertirsi ora un robot che smaltisce il tempo per entrare in un club ecc... ecc. Nessuno pensa che l'automatismo provoca posti in meno di personale addetti ai controlli , e non deve essere oneroso ai piccoli club, ma oneroso a chi interessa divertirsi e non provocare disoccupati , non abbiamo bisogno di robot per persone che si divertono.
seo56 3 sett fa su tio
Buffonate!!
Jo Ticino 3 sett fa su fb
Titolo obsoleto, il "buttafuori" allontana i malintenzionati mantenendo ordine e sicurezza all'interno e nel perimetro del club. Nel articolo si parla di controlli scanner automatizzati e costosi
Juri Vlad 3 sett fa su fb
Si sì serve come servivano i semafori ai supermercati... per non far entrare troppa gente.. 😂😂😂
Kiko Gozzi 3 sett fa su fb
Se lo dice il Ceo della ditta che produce il macchinario, che il virus non sparirä, allora ci crediamo...
Domeniko Gaudio Calderazzo 3 sett fa su fb
Nico un buttafuori cosa ti costa? 100fr? No 1000 devi spenderne x un robot....wirtschaft a gogo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
27 min
«Uno sconosciuto nudo è seduto sul mio divano»
Due fratelli di 26 e 32 anni sono stati fermati dalla polizia: erano in stato confusionale dopo aver consumato LSD
SVIZZERA
50 min
Siamo finiti sulla lista nera per il coronavirus della Norvegia
I norvegesi che ritornano in patria dopo un viaggio nella Confederazione dovranno fare quarantena per 10 giorni
ZURIGO
2 ore
L’aeroplano radiocomandato cade su un ragazzo e gli sfregia il viso
Il modellino elettrico era “pilotato” da un uomo a 200 metri di distanza. 
SVIZZERA
2 ore
Giovani UDC denunciano Simonetta Sommaruga
La presidente della Confederazione è accusata di aver intrapreso una trattativa segreta con governi stranieri
SVIZZERA
4 ore
Vietato l'ingresso in Svizzera anche ai cittadini dell'Algeria
Il Dipartimento Federale di Giustizia e Polizia (DFGP) ha aggiunto l'Algeria alla lista degli Stati coinvolti
SVIZZERA
4 ore
Swiss deve ridurre i costi «del 20-25%»
Tra le misure a lungo termine figurano il possibile blocco delle assunzioni e una revisione del portafoglio progetti
SVIZZERA
6 ore
Congedo paternità di due settimane? «Un primo passo verso la parità di genere»
Il comitato a favore ha presentato oggi le proprie argomentazioni in vista della votazione del 27 settembre.
SVIZZERA
6 ore
Ulteriori 181 casi, 3 decessi e 5 ospedalizzazioni
Da inizio pandemia i contagi sono 36'108, i decessi 1'709 e i ricoveri 4'359
SVIZZERA
6 ore
«Il rischio di contagio in aereo è bassissimo»
Il settore dell'aviazione fatica a riprendersi, anche per il timore di contrarre il coronavirus durante il volo
SVIZZERA
6 ore
Fisco-Neymar 1:0
L'AFC aveva domandato documentazione riguardante la Procter & Gamble per la quale il calciatore aveva fatto pubblicità
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile