Keystone
La zona dell'incidente rimane chiusa al pubblico.
ZURIGO
05.07.20 - 12:390
Aggiornamento : 19:33

Dramma allo zoo, la polizia cerca testimoni

La pista principale resta quella di un incidente sul lavoro: «Restano da chiarire le dinamiche».

Intanto i messaggi di cordoglio per la vittima si moltiplicano in rete. Altri chiedono invece che la tigre non venga abbattuta. L'esperto: «Il suo comportamento è stato perfettamente naturale».

ZURIGO - Il giorno dopo il tragico attacco mortale di una tigre nei confronti di una collaboratrice 55enne dello zoo di Zurigo, la polizia lancia un appello a eventuali testimoni. La pista principale è quella di un incidente sul lavoro, ma le dinamiche non sono ancora chiare.

Le indagini del Ministero pubblico e delle forze dell'ordine sono in corso, si legge in un comunicato odierno della polizia cittadina. Al momento, la zona dell'incidente rimane chiusa al pubblico.

Sui social media centinaia di persone hanno lasciato messaggi di solidarietà per la vittima e la sua famiglia. In molti hanno anche chiesto che il grande felino non venga abbattuto.

L'esperto di animali selvatici Samuel Furrer, della protezione svizzera degli animali, ha spiegato che il comportamento della tigre è stato perfettamente naturale: in caso d'invasione del suo territorio, l'istinto la porta ad attaccare. Proprio per questi motivi, è stato deciso che per il felino non ci saranno conseguenze.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lumie 1 anno fa su tio
Lasciare gli animali nei loro habitat naturali, no?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / THAILANDIA
2 ore
Niente dosi elvetiche per la “quinta Svizzera” (per ora)
La Confederazione ha le mani legate: i contratti prevedono l'impiego delle dosi entro i confini nazionali
FOTO
ZURIGO
6 ore
Attivisti a Zurigo: 83 fermi e alcuni manifestanti soccorsi
Il bilancio del sit-in che ha avuto luogo oggi nel centro finanziario, all'ingresso di alcune banche
VAUD
7 ore
«Vogliamo abbattere due lupi»
Le autorità vodesi chiedono il permesso alla Confederazione a seguito della predazione di vari vitelli
VALLESE
8 ore
Infortunio sul lavoro: morto un trentenne
L'incidente si è verificato a Zermatt: l'uomo stava effettuando un intervento su una seggiovia
VALLESE
9 ore
Evacuate le terme di Leukerbad, sei feriti
Una fuga di disinfettante ha scatenato il panico alle Alpentherme. Una persona elitrasportata in ospedale
SVIZZERA
9 ore
È stato un Primo Agosto (abbastanza) tranquillo
La polizia non ha dovuto intervenire molte volte durante la festa nazionale: «È stata una notte eccezionalmente calma».
SVIZZERA
10 ore
Covid in Svizzera, nel weekend 2'019 casi
L'Ufficio federale della sanità pubblica segnala anche 24 nuovi ricoveri e tre decessi
URI
11 ore
Axenstrasse riaperta
Da poco prima di mezzogiorno è nuovamente possibile percorrere il tratto stradale
FOTO
ZURIGO
13 ore
Iniziato lo sgombero degli attivisti di Paradeplatz
La polizia è intervenuta per disperdere i manifestanti per il clima che da questa mattina protestavano a Zurigo.
SVIZZERA / SPAGNA
14 ore
Quando la vacanza va storta: «È come essere in prigione»
Due turiste svizzere sono finite nell'Hotel-Quarantena di Ibiza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile