Immobili
Veicoli
keystone
BERNA
30.06.20 - 10:430

AutoPostale: Doris Leuthard si difende

L'ex consigliera federale nega di aver visionato la lettera nella quale venivano menzionati i problemi dell'azienda

Lo scritto, già nel 2011, menzionava di un conflitto tra gli obiettivi strategici del governo federale per realizzare profitti e il divieto degli stessi nel settore sovvenzionato di AutoPostale

BERNA - Messa in causa nello scandalo sulle irregolarità contabili di AutoPostale scoppiato all'inizio del 2018, l'ex consigliera federale Doris Leuthard (PPD) smentisce di essere a conoscenza di una lettera appena scoperta - di cui riporta la Neue Zürcher Zeitung - in base alla quale l'allora ministra dei trasporti sarebbe stata a conoscenza del problema prima di quanto finora ritenuto.

La NZZ riferisce di avere una bozza di una lettera della Leuthard in cui si parla già nel 2011 di un conflitto tra gli obiettivi strategici del governo federale per realizzare profitti e il divieto degli stessi nel settore sovvenzionato di AutoPostale.

«Non so nulla di questa presunta lettera e non è messa agli atti nel dossier», dice oggi Doris Leuthard citata nei giornali del gruppo "CH-Media". L'ex ministra ritene che debba essere una bozza di un collaboratore.

Se il suo dipartimento avesse saputo del modo di agire di AutoPostale, «non lo avremmo certo tollerato e saremmo intervenuti immediatamente», sottolinea. Inoltre fa notare che è stato lo stesso Ufficio federale dei trasporti a portare alla luce le macchinazioni dell'azienda di trasporti.

Lo scandalo dei trucchi contabili che hanno permesso ad AutoPostale di percepire illecitamente sovvenzioni tra il 2007 e il 2015 è scoppiato nel febbraio del 2018. La vicenda ha in seguito portato alle dimissioni della direttrice del gruppo Posta, Susanne Ruoff, e al rimborsato da parte dell'azienda di trasporti di 205 milioni di franchi a Confederazione, Cantoni e Comuni.

Secondo un rapporto pubblicato lo scorso novembre dalla Commissione della gestione del Consiglio degli Stati (CdG-S) «la vigilanza su AutoPostale è stata per molti anni lacunosa e la responsabilità tra i vari attori non è stata disciplinata in modo sufficientemente chiaro». L'organo di sorveglianza parlamentare ha puntato il dito contro il Consiglio federale, il Dipartimento federale dei trasporti (DATEC) e altri organi competenti. Ma per quanto riguarda il ruolo di Doris Leuthard, la commissione ha ritenuto, in base agli atti in suo possesso, che ella non fosse al corrente.

Dall'indagine della CdG era emerso che il DATEC e l'Amministrazione federale delle finanze (AFF) erano informati almeno dal 2011 del conflitto di interessi di AutoPostale in merito alla realizzazione degli utili.

Al termine della procedura penale amministrativa che sta svolgendo l'Ufficio federale di polizia (fedpol), il Consiglio federale redigerà un rapporto in cui farà il punto sull'intero dossier. L'esecutivo è però contrario alla richiesta della commissione di istituire una delegazione permanente del governo incaricata della conduzione e della vigilanza sulle aziende parastatali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
15 min
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
41 min
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
3 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
4 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
FOTO
SVIZZERA
5 ore
Fulmini, vento e grandine a Nord delle Alpi
I forti temporali si sono abbattuti in particolare nell'Oberland bernese e sulla Svizzera centrale.
SVIZZERA
7 ore
«Quando usciamo in passeggino la gente che lo vede pensa che sia vero»
Aisha, 19 anni, è una “mamma-reborn” con due bimbi che in realtà sono bambole iperrealistiche: «Non potrei vivere senza»
SVIZZERA
17 ore
Le "altre" votazioni, in 12 Cantoni
Voto ai 16enni, imposte eque, istruzione pubblica: l'esito delle iniziative cantonali di oggi
SVIZZERA
19 ore
Una bella domenica per il Consiglio federale
I tre temi in votazione sono tutti stati accettati dal popolo. Proprio come raccomandava il Governo.
GRIGIONI
21 ore
Governo fotocopia con una novità: nell'esecutivo torna una donna
Immutata la ripartizione dei seggi nel Consiglio di Stato retico: tre all'Alleanza del Centro, uno al PLR e uno al PS.
FOTO
ZURIGO
22 ore
Rinvenuto morto sotto una gru
Un uomo ha perso la vita questa notte ad Alstetten a causa di una caduta. La polizia cerca testimoni.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile