Immobili
Veicoli
deposit
VALLESE
22.06.20 - 18:260

Uccise la compagna a martellate, condannato a 18 anni

L'imputato ha agito senza scrupoli per la Corte, che ha inasprito la pena richiesta dall'accusa.

BRIGA - Un 56enne che aveva ucciso la sua compagna 39enne a martellate nel marzo 2018 davanti agli occhi della figlia è stato condannato oggi dal tribunale distrettuale di Briga (VS) a 18 anni di reclusione. L'uomo, ex esponente locale del PPD, è stato riconosciuto colpevole di assassinio e tentato assassinio.

La Corte ha seguito il pubblico ministero incaricato del caso, per il quale l'imputato ha agito senza scrupoli, volendo a tutti i costi evitare di perdere la faccia davanti alla sua ragazza. Nel pronunciare la pena si è addirittura spinta oltre i 16 anni richiesti dall'accusa.

Il condannato aveva ucciso la compagna, madre dei suoi due figli, colpendola 15 volte con un mazzotto mentre era seduta sul divano. Per sua stessa ammissione, la donna non aveva avuto alcuno scampo, ha ricordato il giudice.

Cresciuto in una famiglia della classe media a Briga, era rimasto senza lavoro e indebitato nel settembre 2017. Dopo aver perso il lavoro si era rifiutato di andare all'assistenza sociale per «non perdere la faccia del cittadino di successo e il suo abituale alto tenore di vita», secondo quanto indica l'atto di accusa.

Quando il 2 marzo 2018, dopo un ultimatum scaduto, l'ufficio esecuzioni e fallimenti ha voluto intervenire per recuperare le chiavi della sua casa per venderla all'asta, il suo castello di bugie è improvvisamente crollato. Dopo aver accompagnato la figlia maggiore dalla madrina, è scoppiata una lite fra lui e la compagna al termine della quale l'ha uccisa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
SVIZZERA
4 ore
Acquisto F-35, Berna non perde tempo (e non aspetta il voto)
Il Consiglio federale, preoccupato del «deterioramento della situazione in materia di sicurezza», corre ai ripari.
FRIBURGO
6 ore
Certificati Covid: chi li regalava, chi li vendeva, chi se li teneva
Le persone interpellate lavoravano tutte al centro di depistaggio di Granges-Paccot.
SVIZZERA
7 ore
«Sorrisi e stereotipi per spingere gli svizzeri a mangiare carne»
L'associazione ambientalista Greenpeace denuncia «le tattiche pubblicitarie sporche» dell'industria della carne
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Trovato un pollice mozzato
Il dito è stato rinvenuto nel retro di un condominio con annesso ristorante. La sua provenienza è tuttavia ignota.
SVIZZERA
7 ore
«Va migliorata la comunicazione in tempo di crisi»
È una delle raccomandazioni del Consiglio svizzero della scienza che ha analizzato la gestione della pandemia
SVIZZERA
7 ore
Stato sociale? Aiuto allo sviluppo? «No, tocca all'esercito»
Per il consigliere agli Stati Werner Salzmann (UDC) l'esercito ha perso capacità negli ultimi anni.
BERNA
18 ore
Cassis tratta «gli scagnozzi di Putin» con i guanti?
La Svizzera non ha comunicato l'espulsione di alcun diplomatico russo. Ciò non vuol dire che siano ancora tutti qui
FOTO
BERNA
19 ore
Le fiamme divorano la stalla
È il decimo episodio nella zona. Recentemente altri nove incendi avevano toccato le proprietà di alcuni abitanti
SVIZZERA
19 ore
Iperattività da record: in aumento la richiesta di farmaci
Cinque anni fa il 50% di persone in meno veniva trattato con Ritali o principi attivi simili
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile