Deposit
BERNA
18.06.20 - 17:280

Inasprita la pena per un uxoricida

Il Tribunale d'appello bernese ha accontentato l'accusa: condannato a 17 anni di carcere

BERNA - Il Tribunale d'appello bernese ha aumentato la pena detentiva a un 36enne tunisino, che nel febbraio del 2016 aveva ucciso la moglie. Condannato in primo grado a 15 anni, oggi l'uxoricida si è visto infliggere dalla massima istanza giuridica cantonale 17 anni di reclusione.

L'imputato è reo confesso: si era presentato spontaneamente alle forze dell'ordine poco dopo l'omicidio. I fatti risalgono al febbraio di quattro anni fa, quando l'uomo ammazzò la partner con un coltello in un appartamento di Hasle bei Burgdorf (BE). Il movente era la presunta infedeltà della donna, una 38enne svizzera.

Inizialmente, il tribunale regionale dell'Emmental-Oberaargau aveva condannato il cittadino tunisino a passare dietro le sbarre 15 anni. Nel corso del processo d'appello, la procura ha definito il colpevole un carnefice egoista e senza scrupoli. Secondo la ricostruzione dell'accusa avrebbe infatti quasi decapitato la propria vittima, guardandola morire mentre agonizzava soffocante nel suo stesso sangue.

Il Ministero pubblico ha insistito sui motivi inesistenti che hanno portato al dramma famigliare, ovvero una presunta infedeltà della donna che così facendo avrebbe mancato di rispetto al coniuge. Ha dunque chiesto per l'imputato 17 anni per assassinio.

La difesa puntava a ottenere una condanna a sei anni per omicidio intenzionale. L'avvocato ha descritto il suo cliente come un malato mentale, che soffre di un disturbo borderline della personalità. Non un assassino a sangue freddo quindi, bensì un uomo gravato dai suoi problemi psichici e da un matrimonio travagliato che ha perso la testa dopo un litigio. Una tesi che però non ha convinto il Tribunale d'appello bernese, che invece ha accontentato l'accusa.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
12 min
Cadavere in riva alla Limmat, il sospettato ha confessato
Il 31enne fermato ieri avrebbe strangolato l'81enne trovato privo di vita lunedì.
SVIZZERA
45 min
1'699 casi, 52 decessi e 94 ricoveri nelle ultime 24 ore
I tamponi eseguiti ieri sono stati 26'638. Il 6,4% di questi è risultato positivo al Covid-19.
GRIGIONI
1 ora
Frontale a Mulegns, in tre in ospedale
Fortunatamente nessuno ha riportato ferite gravi.
SVIZZERA
1 ora
Covid in Svizzera: le cifre continuano a scendere
L'UFSP ha tracciato un bilancio complessivo della terza settimana di gennaio.
GRIGIONI
3 ore
La variante inglese mette "in quarantena" Arosa
Fino al 6 febbraio il collegamento con gli impianti sciistici di Lenzerheide verrà sospeso.
SVIZZERA
3 ore
Gestione della pandemia nel mondo: ecco dove si situa la Svizzera
Secondo uno studio basato su sei criteri è la Nuova Zelanda ad aver gestito meglio l'emergenza covid. Ultimo il Brasile
BERNA 
4 ore
Gas serra ridotti del 90% entro il 2050
È la strategia climatica adottata ieri dal Consiglio federale.
VIDEO
SVIZZERA
5 ore
«Condotta di volo ad alto rischio dietro lo schianto dello Ju-52»
Lo indica il rapporto finale sull'incidente, costato la vita a venti persone nel 2018, pubblicato oggi dal SISI.
FOTO
SAN GALLO
6 ore
Donna morta su un bus
Una 69enne si è sentita male ieri mattina nei pressi di San Gallo. Inutili i tentativi di salvarle la vita.
ZURIGO
15 ore
La 31enne già vaccinata, ed è subito polemica
La donna ha esibito il certificato di vaccinazione sui social. Ma ci sono over 80 ancora in attesa.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile