Keystone - foto d'archivio
ARGOVIA
29.05.20 - 23:000
Aggiornamento : 30.05.20 - 09:18

È il Covid-19 la causa della morte del neonato svizzero?

Il piccolo è risultato positivo al virus, ma sarebbe morto a causa di una grave malattia neurologica

Le indagini permetteranno di scoprire se vi è una connessione con il Sars-CoV-2.

AARAU - Per la prima volta dallo scoppio dell'epidemia di coronavirus in Svizzera, tra le vittime si conta anche un bambino residente nel canton Argovia. Si tratta di un neonato contagiato all'estero, ha specificato oggi Stefan Kuster, responsabile del settore malattie infettive in seno all'Ufficio federale della sanità pubblica, il successore di Daniel Koch.

Che il Covid-19 sia la causa della morte del piccolo, però, non è ancora stato dimostrato. Almeno è quanto riferisce l’Aargauer Zeitung. È stato trovato positivo al coronavirus, ma «è deceduto a causa di una grave malattia neurologica» ha dichiarato al giornale Christoph Berger, a capo del Dipartimento malattie infettive presso il Kinderspital di Zurigo, dove il neonato era ricoverato. Una malattia neurologica che «può avere alla base molti virus». 

Secondo informazioni raccolte da SRF, il piccolo - residente nel canton Argovia - avrebbe contratto il Covid-19 in Macedonia. Sarebbe stato un trasporto aereo d’urgenza a portarlo a Zurigo per essere curato. Purtroppo invano.

Berger è restio a fornire ulteriori informazioni. Ma assicura che il neonato non ha potuto infettare altre persone in Svizzera, non avendo avuto contatti. 

Attualmente (dati diffusi dall’UFSP questa mattina) in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono morte 1’657 persone risultate positive al Covid-19. Il neonato del canton Argovia - il cui decesso è stato segnalato ieri - è la vittima più giovane. La prima sotto ai 30 anni. La persone più anziana aveva 108 anni.

Sul decesso del piccolo è stata aperta un’inchiesta. Bisognerà stabilire se c’è una connessione tra l’infezione da coronavirus e il problema neurologico. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
50 min
«Caviale e champagne sono a pagamento, la zuppa di aragosta è gratuita»
Ecco cosa significa stare in quarantena in un albergo a cinque stelle: una testimonianza da St.Moritz
SVIZZERA
2 ore
Hotelplan: 75 agenzie restano chiuse
Il provvedimento vale sino alla fine di febbraio a causa dell'obbligo di telelavoro
VALLESE
2 ore
Un altro morto sotto una valanga
Un 29enne è morto in Vallese: con altre due persone si trovava nella regione del Col des Gentianes
BERNA
5 ore
Chi riconosce questo tatuaggio?
Una donna senza vita è stata trovata nelle acque del lago di Thun. Si sospetta l'omicidio
VALLESE
5 ore
Dieci sciatori sotto una valanga: un morto
È successo stamani nel comprensorio di Verbier. Le persone travolte si trovavano fuori pista
SVIZZERA
7 ore
La scuola reclute a distanza è partita col piede sbagliato
Molti non sono riusciti a connettersi al sistema per colpa di un problema tecnico.
BERNA
7 ore
Sugli sci in barba alle disposizioni
Code e assembramenti si sono verificati in molti comprensori sciistici questo fine settimana.
GRIGIONI
8 ore
La variante sudafricana è sbarcata a St. Moritz, test a tappeto per tutti
Individuati una dozzina di casi in due hotel. Scuole chiuse a tempo indeterminato.
SVIZZERA
9 ore
Con l'app in quarantena prima degli altri
Uno studio dell'Università di Zurigo ha confermato l'efficacia dell'app SwissCovid.
BERNA
9 ore
4'703 nuovi contagi e 121 decessi in Svizzera
I dati fanno riferimento (come ogni lunedì) alle ultime 72 ore.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile