tipress
SVIZZERA
18.04.20 - 16:510
Aggiornamento : 19:31

A tutta birra nonostante il Covid

I radar non vanno in quarantena. Tra arresti, patenti e auto sequestrate, sono settimane intense sulle strade svizzere

ZURIGO - Il coronavirus ha svuotato le strade svizzere. E gli automobilisti dal piede pesante non si sono fatti sfuggire l'occasione. Qualcuno ha pensato bene di organizzare una gara alla "fast and furious" in autostrada. Altri hanno semplicemente sforato i limiti, approfittando dei controlli ridotti. Ma molti non l'hanno passata liscia. Ecco una cronaca delle ultime due settimane. 

4 aprile

Una Mercedes è stata pizzicata in A1 mentre sfrecciava a 209 km orari su un limite di 120. Il conducente, un 35enne macedone, è stato arrestato e gli è stata ritirata la patente e i documenti.

6 aprile

A Brüttelen (BE) un motociclista 19enne è stato fotografato da un radar a una velocità di 158 km orari, in una zona con il limite di 80. La moto su cui viaggiava è stata sequestrata. 

9 aprile 

Nei comuni di Oberschottikon e Neftenbach (ZH) sono stati fermati in totale dieci automobilisti dal piede pesante. Viaggiavano a velocità comprese tra 101 e 120 km orari, invece che 80. A un 30enne cittadino svizzero sono stati ritirati i documenti. 

10 aprile

A Gossau (ZH) fermati due automobilisti che, in una zona con limite 80, viaggiavano rispettivamente a 103 e a 167 km orari. A un 52enne svizzero sono stati ritirati i documenti. Stessa sorte per un 19enne alla guida di una Subaru WRX a Suhr (AG), che viaggiava a 144 km orari sugli 80. A Detligen (BE) un motociclista 32enne è stato fotografato da un radar a 158 km orari sugli 80. Anche lui ha dovuto consegnare i documenti, e la moto è stata sequestrata. 

A Meiringen (BE) una comitiva di cinque motociclisti è stata pizzicata a velocità estremamente elevate su una strada cantonale con limite di 80 km orari. Il radar mobile li ha fotografati a 172, 163, 158, 157 e 151 km orari. Ai cinque centauri - con età comprese tra 31 e 44 - sono state ritirate le patenti e confiscati i bolidi. 

11 aprile

Sulla A1 vicino a Spreitenbach (AG) un radar ha flashato una coppia di auto lanciate ad alitissima velocità. Una BMW M6, che viaggiava a 235 km orari, e un'Audi RS6, a 224 km orari. Entrambi i veicoli sono risultati appartenere a un autonoleggio del canton Zurigo. I conducenti, un 21enne kosovaro e un serbo di 19 anni, sono stati identificati ed arrestati. 

Lo stesso radar mobile ha pizzicato altri quattro automobilisti a velocità comprese tra i 168 e i 187 km orari. A tutti è stata ritirata la patente. 

12 aprile

Durante la notte di Pasqua sempre a Spreitenbach in A1 una Volkswagen Beetle è stata immortalata a 219 km orari dal radar. La polizia si è recata a casa dell'automobilista, un 22enne colombiano residente a Baden, e lo ha arrestato. 

13 aprile

Nel comune di Boowald (AG) la polizia ha pizzicato altri due motociclisti dalla mano pesante. Un polacco di 31 anni viaggiava con la sua moto a 166 km orari invece degli 80 consentiti. Un serbo di 29 anni del canton Soletta è stato fermato nella stessa tratta, a 145 km orari.

14 aprile

La polizia zurighese a Langnau am Albis ha fotografato un 24enne che viaggiava a 106 km orari in una zona con il limite dei 50 all'ora.

15/16 aprile

Serie di controlli a Bülach e Dielsdorf (ZH). Il radar ha pizzicato un automobilista a 116 km orari sugli 80, e un altro a 124 km orari. Quest'ultimo, un 37enne della Repubblica Dominicana, ha dovuto consegnare agli agenti sul posto i propri documenti.

17 aprile

Sempre a Spreitenbach, in A1, un'Audi ha superato il checkpoint a 170 km orari su un limite di 120. L'automobilista - un iracheno residente a Zurigo - è stato denunciato alla Procura. Gli è stata ritirata la patente di prova. 

TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
37 min
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
1 ora
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
VAUD
2 ore
Il boss della 'ndrangheta non può entrare
Leo Caridi era stato estradato in Italia dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi
ZURIGO
3 ore
Il caffè al bar si fa sempre più salato
La bevanda energizzante aumenta di prezzo, i ristoratori si sentono a rischio
BERNA
4 ore
Droghe, la lista si allunga
L'elenco degli stupefacenti viene integrato con delle "new entry"
SVIZZERA
7 ore
Roche prepara il test antigenico per Covid e influenza
Il kit combinato permetterà di ottenere i risultati in 30 minuti
SVIZZERA
15 ore
Comprato per 8,90 franchi, venduto per 37'500 franchi
C'è sempre tantissimo interesse per la novità messa in circolazione dalla Posta Svizzera, ma qualcuno storce il naso
SVIZZERA
22 ore
Il vaccino sarà più caro
Le casse malati dovranno pagare 25 franchi a dose contro i 5 attuali. Per gli assicurati sarà comunque ancora gratuito.
SVIZZERA
23 ore
Un altro effetto del coronavirus: la rabbia
La pandemia ha reso molte persone più aggressive. A farne le spese è spesso chi lavora in campo medico o nei trasporti.
SVIZZERA
23 ore
Subaffitti: impedire gli abusi
Posti in consultazione tre progetti che riguardano le locazioni. Le reazioni di proprietari e inquilini però divergono.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile