tipress
SVIZZERA
18.04.20 - 16:510
Aggiornamento : 19:31

A tutta birra nonostante il Covid

I radar non vanno in quarantena. Tra arresti, patenti e auto sequestrate, sono settimane intense sulle strade svizzere

ZURIGO - Il coronavirus ha svuotato le strade svizzere. E gli automobilisti dal piede pesante non si sono fatti sfuggire l'occasione. Qualcuno ha pensato bene di organizzare una gara alla "fast and furious" in autostrada. Altri hanno semplicemente sforato i limiti, approfittando dei controlli ridotti. Ma molti non l'hanno passata liscia. Ecco una cronaca delle ultime due settimane. 

4 aprile

Una Mercedes è stata pizzicata in A1 mentre sfrecciava a 209 km orari su un limite di 120. Il conducente, un 35enne macedone, è stato arrestato e gli è stata ritirata la patente e i documenti.

6 aprile

A Brüttelen (BE) un motociclista 19enne è stato fotografato da un radar a una velocità di 158 km orari, in una zona con il limite di 80. La moto su cui viaggiava è stata sequestrata. 

9 aprile 

Nei comuni di Oberschottikon e Neftenbach (ZH) sono stati fermati in totale dieci automobilisti dal piede pesante. Viaggiavano a velocità comprese tra 101 e 120 km orari, invece che 80. A un 30enne cittadino svizzero sono stati ritirati i documenti. 

10 aprile

A Gossau (ZH) fermati due automobilisti che, in una zona con limite 80, viaggiavano rispettivamente a 103 e a 167 km orari. A un 52enne svizzero sono stati ritirati i documenti. Stessa sorte per un 19enne alla guida di una Subaru WRX a Suhr (AG), che viaggiava a 144 km orari sugli 80. A Detligen (BE) un motociclista 32enne è stato fotografato da un radar a 158 km orari sugli 80. Anche lui ha dovuto consegnare i documenti, e la moto è stata sequestrata. 

A Meiringen (BE) una comitiva di cinque motociclisti è stata pizzicata a velocità estremamente elevate su una strada cantonale con limite di 80 km orari. Il radar mobile li ha fotografati a 172, 163, 158, 157 e 151 km orari. Ai cinque centauri - con età comprese tra 31 e 44 - sono state ritirate le patenti e confiscati i bolidi. 

11 aprile

Sulla A1 vicino a Spreitenbach (AG) un radar ha flashato una coppia di auto lanciate ad alitissima velocità. Una BMW M6, che viaggiava a 235 km orari, e un'Audi RS6, a 224 km orari. Entrambi i veicoli sono risultati appartenere a un autonoleggio del canton Zurigo. I conducenti, un 21enne kosovaro e un serbo di 19 anni, sono stati identificati ed arrestati. 

Lo stesso radar mobile ha pizzicato altri quattro automobilisti a velocità comprese tra i 168 e i 187 km orari. A tutti è stata ritirata la patente. 

12 aprile

Durante la notte di Pasqua sempre a Spreitenbach in A1 una Volkswagen Beetle è stata immortalata a 219 km orari dal radar. La polizia si è recata a casa dell'automobilista, un 22enne colombiano residente a Baden, e lo ha arrestato. 

13 aprile

Nel comune di Boowald (AG) la polizia ha pizzicato altri due motociclisti dalla mano pesante. Un polacco di 31 anni viaggiava con la sua moto a 166 km orari invece degli 80 consentiti. Un serbo di 29 anni del canton Soletta è stato fermato nella stessa tratta, a 145 km orari.

14 aprile

La polizia zurighese a Langnau am Albis ha fotografato un 24enne che viaggiava a 106 km orari in una zona con il limite dei 50 all'ora.

15/16 aprile

Serie di controlli a Bülach e Dielsdorf (ZH). Il radar ha pizzicato un automobilista a 116 km orari sugli 80, e un altro a 124 km orari. Quest'ultimo, un 37enne della Repubblica Dominicana, ha dovuto consegnare agli agenti sul posto i propri documenti.

17 aprile

Sempre a Spreitenbach, in A1, un'Audi ha superato il checkpoint a 170 km orari su un limite di 120. L'automobilista - un iracheno residente a Zurigo - è stato denunciato alla Procura. Gli è stata ritirata la patente di prova. 

TOP NEWS Svizzera
BERNA
10 ore
Riaperture, ecco ciò che devi sapere
Il Consiglio federale ha deciso una riapertura graduale. Ripartono negozi, musei e impianti sportivi all’aperto.
SVIZZERA
12 ore
«Decisione incomprensibile e ingiustificabile»
«Il mancato allenamento sarà fatale alla ristorazione», tuona il presidente di GastroSuisse Casimir Platzer.
SVIZZERA/CINA
12 ore
Credit Suisse e UBS stanno spostando i loro banchieri da Hong Kong alla Cina
Si tratta di una strategia ben precisa che potrebbe nascondere una perdita di appeal del polo asiatico
SVIZZERA
12 ore
Aperture prudenti: UDC e PLR delusi, gli altri partiti no
Marco Chiesa parla di «affronto» verso i Cantoni e le commissioni parlamentari. Scelta «incomprensibile» per il PLR.
SVIZZERA
13 ore
Mezza Italia sulla lista nera di Berna
L'Ufsp ha aggiornato l'elenco dei Paesi e delle regioni per cui dal prossimo otto marzo varrà l'obbligo di quarantena.
ARGOVIA
14 ore
I vaccinati nel mirino dei truffatori
Nel Canton Argovia ignoti hanno contattato persone vaccinate chiedendo loro una donazione
FRIBURGO
14 ore
Salvato a un passo dal precipizio
Un escursionista di 70 anni si è perso ieri pomeriggio nei boschi di Marly.
SVIZZERA
15 ore
Nessuno sconto alla ristorazione (per ora)
I provvedimenti presentati dal Governo la scorsa settimana sono stati quasi completamente confermati.
SVIZZERA
15 ore
Tutti quei posti nel metalmeccanico portati via dalla pandemia
Sono migliaia, e le prospettive non sono rosee. L'appello di Swissmem: «Ancora 24 mesi di indennità»
SVIZZERA
15 ore
Utile netto in deciso aumento per EFG International
All'istituto, ben presente anche in Ticino, si guarda al futuro con ottimismo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile