Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
BERNA
18.04.20 - 12:560

Quattordici detenuti a piede libero

Erano incarcerati in previsione di un rinvio coatto ma l'emergenza coronavirus ha bloccato i voli verso il loro Paese.

Il Canton Berna, non potendo espellerli dalla Svizzera, ha dovuto rilasciarli. I giudici: «Una loro ulteriore detenzione sarebbe stata sproporzionata».

BERNA - Il canton Berna ha liberato 14 persone incarcerate in vista del rinvio coatto, che a causa dell'emergenza coronavirus non sono potute essere trasportate in aereo al loro paese d'origine. Tra queste, ci sono tre albanesi condannati per traffico di stupefacenti.

Il consigliere di Stato Philippe Müller, Direttore del Dipartimento della sicurezza, ha confermato un'anticipazione del quotidiano "Berner Zeitung".

Il tribunale delle misure coercitive ha annullato la detenzione ordinata dal Dipartimento di sicurezza del canton Berna nei confronti dei tre spacciatori. Dopo il loro arresto, hanno scontato una pena detentiva ed erano in attesa dell'espulsione dal Paese. «Una loro ulteriore detenzione sarebbe sproporzionata», sostengono i giudici.

I tre sono ora a piede libero - e senza alcun controllo - in attesa che riprendano i voli per permettere un rimpatrio forzato. Tuttavia, ha aggiunto Müller, «la loro sorveglianza non è consentita». L'unica possibilità, suggerisce il quotidiano bernese, è che vengano fermati nuovamente dalla polizia non appena i voli per l'Albania saranno di nuovo possibili. Lo stesso vale per le altre 11 persone liberate che si trovavano in detenzione amministrativa.

Tuttavia, ogni caso viene esaminato singolarmente e nel canton Berna sono una decina le persone - condannate a pene detentive più lunghe, ma già scontate e in attesa dell'espulsione - che invece dovranno rimanere dietro le sbarre.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 anno fa su tio
Vergogna!!! E questa è giustizia??
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NIDVALDO
13 min
In contromano per 12 chilometri sulla A2, seguendo il navigatore
La polizia ha fermato la conducente di un veicolo con targa italiana
SVIZZERA
31 min
«Il periodo del certificato Covid sembra arrivare alla fine»
Le decisioni prese mercoledì potrebbero essere modificate, in caso di un'evoluzione positiva della situazione pandemica
SVIZZERA
1 ora
Le vittime di aggressioni sessuali criticano l'operato della polizia
Chiunque segnali una violenza di questa natura deve essere interrogata
SVIZZERA
10 ore
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
11 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
16 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
17 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
19 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
19 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
19 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile