Lettore 20 Minuten
Il luogo dove è avvenuta la sparatoria sorvegliato dai poliziotti.
ARGOVIA
14.04.20 - 18:400

Rissa e spari a Vllmergen, fermati cinque giovani

Gli artefici degli scontri avvenuti domenica pomeriggio sono stati rintracciati dalla polizia.

Tra di loro anche tre minorenni che verranno seguiti dalla giustizia minorile. I due maggiorenni dovranno rispondere del reato di "esposizione a pericolo della vita altrui".

AARAU - Dopo gli spari esplosi nel corso di una lite domenica pomeriggio a Villmergen (AG) cinque sospetti sono stati fermati. Contro due persone è stata avviata un'indagine per esposizione a pericolo della vita altrui.

I fermi sono scattati nei confronti di due maggiorenni e tre minorenni, fra i 16 e i 20 anni. Tre sono svizzeri, uno siriano e uno italiano. Il procuratore Daniel von Däniken ha confermato all'agenzia Keystone-ATS informazioni in proposito pubblicate dal Blick

Il procedimento per esposizione a pericolo della vita altrui è stato avviato nei confronti dei due maggiorenni. Gli altri casi verranno seguiti dalla giustizia minorile.

Durante la lite uno dei partecipanti ha sparato più volte con una pistola. Secondo informazioni della polizia, sono state usate anche mazze da baseball e coltelli.

Sul piazzale di una scuola quattro ragazzi giocavano a basket, quando altre sei persone sono arrivate ed è scoppiata una rissa. In due sono rimasti feriti. Gli agenti hanno ritrovato la pistola in un ruscello nella zona.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SOLETTA
6 ore
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
10 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
SVIZZERA
10 ore
Ritirati il chorizo di Aldi e i filetti di trota affumicati di Lidl
Entrambe le aziende hanno ritirato il prodotto dalla vendita
ZURIGO
10 ore
Ragazzino trascinato dall'autobus per 100 metri, autista assolto
L'uomo era a processo per lesioni colpose. È ripartito senza accorgersi che l'11enne era rimasto incastrato nella porta.
SVIZZERA
12 ore
Le stazioni sciistiche tirano un sospiro di sollievo
Il fatto che le nuove misure non prevedano limitazioni di capacità soddisfa i comprensori.
SVIZZERA
12 ore
In Romandia cinema e teatri riapriranno
Dal 19 dicembre il mondo della cultura potrà tirare un sospiro di sollievo.
ZUGO
12 ore
Glencore, obiettivo emissioni zero nel 2050
Il Ceo Ivan Glasenberg l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle
BERNA
14 ore
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
15 ore
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
SVIZZERA
17 ore
Tre regioni italiane saranno zone rosse
Sono Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Zaia: «La Svizzera non riconosce l'unità d'Italia»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile