Depositphotos (lagereek)
GINEVRA
09.04.20 - 20:080

Operai come schiavi nei suoi cantieri: condannato a 6 anni

Alla sbarra un 36enne lituano che sfruttava la manodopera assunta con l'inganno nei paesi dell'Est

Per alcuni il salario minimo era anche di 20 centesimi all'ora

GINEVRA - Un imprenditore lituano 36enne è stato condannato oggi dalle Assise correzionali di Ginevra a sei anni di detenzione per aver sfruttato per anni su cantieri in Romandia operai provenienti dall'est europeo. È stato riconosciuto colpevole in particolare di tratta di esseri umani per mestiere e usura qualificata.

Per il tribunale si è trattato di una forma di schiavitù moderna, come indica la sentenza. Il 36enne reclutava gli operai in particolare su internet promettendo un salario orario dell'ordine di 10 euro.

In realtà, una volta giunti in Svizzera, i malcapitati ricevevano una paga compresa tra 20 centesimi e 6,50 franchi per ora di lavoro, effettuato anche di domenica e nei giorni festivi.

Gli operai, in situazione di totale dipendenza e vulnerabilità nei confronti dello spregiudicato imprenditore, non avevano cibo a sufficienza e non disponevano di abiti di protezione.

Il tribunale ha anche ordinato l'espulsione del lituano dal territorio svizzero per un periodo di dieci anni. Questi dovrà inoltre versare 5000 franchi per torto morale alle vittime della tratta.

Il ministero pubblico aveva richiesto sei anni e mezzo di carcere. L'imputato, che ha contestato la maggior parte degli addebiti, è in carcere preventivo dall'ottobre del 2017. I reati sono stati commessi nei cantoni di Ginevra, Vaud e Vallese.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
14 min
«Il personale di terapia intensiva è già esausto»
Dopo gli applausi della scorsa primavera, il nulla. Turni da 12 ore al giorno, «ma ci sentiamo abbandonati».
SVIZZERA
11 ore
Il Palazzo delle Nazioni s'illumina per l'ONU
Anche il Jet d'eau sarà illuminato di blu: si celebra l'anniversario delle Nazioni Unite
SOLETTA
11 ore
«Più di tre ore per fare il tampone»
«La coda diventava sempre più grande» spiega una testimone
SVIZZERA
14 ore
«Si sarebbe dovuto agire già in estate»
C'è chi vede il 29 giugno come il giorno in cui si sarebbe dovuto iniziare a fare qualcosa, come l'epidemiologo Althaus
SVIZZERA
16 ore
«Eravamo sovraccarichi già due settimane fa»
Dall'elaborazione dei dati, al supporto a chi si trova in quarantena. Un contact tracer racconta il suo lavoro.
SVIZZERA
16 ore
Bloccati un'ora e mezza in galleria
I viaggiatori di un treno diretto da Zurigo a Lucerna sono rimasti bloccati per circa un'ora e mezza
SVIZZERA
16 ore
Coronavirus: «Senza programmabilità gli approvvigionamenti sono a rischio»
L'associazione Commercio Svizzera chiede al Consiglio federale chiarezza sugli scenari da attendersi.
SVIZZERA
19 ore
Ueli Maurer preoccupato per la repressione del dissenso
Il ministro delle finanze ha parlato di tendenze «pericolose per la democrazia» all'Assemblea dei delegati UDC
ZURIGO
21 ore
Tentativo di rapina con coltello, un ferito grave
L'aggressione è avvenuta nella notte vicino alla stazione centrale di Zurigo.
SVIZZERA
22 ore
Mascherina presto obbligatoria anche all'aperto?
Il Consiglio federale ha messo in consultazione alcune ulteriori misure per lottare contro la diffusione del Covid-19.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile