20minutes
ZURIGO
04.04.20 - 22:500

Abusa del corpo della sua vittima per «vendicarsi»

Uno svizzero ha strangolato la coinquilina, poi l'ha «umiliata» compiendo atti sessuali con il corpo esanime.

L'uomo non è responsabile delle sue azioni a causa di una malattia mentale.

ZURIGO - Non sfuggirà alle misure terapeutiche stazionarie, ordinate nel settembre del 2018 dal Tribunale di Zurigo. Il ricorso di un 30enne, autore nel 2016 di un omicidio e di abusi sessuali sul cadavere, è stato respinto giovedì dal tribunale cantonale di Zurigo. I giudici hanno dichiarato che non era responsabile delle sue azioni in quanto affetto da un disturbo schizoaffettivo, come riferisce il "TagesAnzeiger".

Le continue discussioni con la sua compagna di stanza, una francese di 28 anni, avevano spinto il 35enne svizzero a ucciderla. L'ha strangolata prima di abusare sessualmente del suo corpo. Secondo i giudici, lo ha fatto al fine di «denigrarla nel peggior modo possibile». Una forma di «punizione e vendetta» per gli insulti e le continue richieste dell'inquilina.

Appello al Tribunale federale - Durante il processo in primo grado, come pure all'udienza di giovedì, l'omicida ha cercato invano di spiegare alla Corte che si era trattato di un incidente. Il giorno dei fatti, avrebbe semplicemente cercato di calmare la vittima, che, secondo lui, si era gettata su di lui «come una furia».

Una versione, questa, che non ha convinto i giudici che, piuttosto, hanno ricordato come l'imputato avesse esperienza in termini di sport da combattimento. Immobilizzando la compagna di stanza con una presa, avrebbe dovuto tener conto del fatto che poteva ucciderla.

Il caso non è ancora chiuso. L'uomo ha già presentato l'ennesimo ricorso. L'incarto passerà quindi nelle mani del Tribunale federale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
42 min
Irruzione al raduno di bolidi
La polizia ha controllato 160 auto di grossa cilindrata a Dübendorf questa notte, 12 persone denunciate
ZURIGO
3 ore
Due accoltellamenti, fermati otto giovani
È il bilancio di due episodi avvenuti sabato sera nel Canton Zurigo
TURGOVIA
4 ore
Perde il controllo del quad: un ferito grave
Un ventiduenne è stato portato in ospedale a seguito di un incidente a Frauenfeld
SVIZZERA
4 ore
Terza dose? «Swissmedic non è lenta»
L'istituto dipende dalle case farmaceutiche, si difende il direttore Raimund Bruhin
SVIZZERA
4 ore
Il coronavirus pesa sugli ospedali
Nel 2020 bilancio in rosso per la maggior parte delle strutture sanitarie elvetiche
SVIZZERA
5 ore
Engelberger si sbilancia: «La pandemia finirà in primavera»
Il presidente della Conferenza dei direttori della sanità è ottimista, ma a due condizioni
SAN GALLO
5 ore
Un ladro in casa, trovato nascosto nell'armadio
Si era intrufolato in un appartamento. All'arrivo della polizia anziché scappare si è rifugiato nel guardaroba
SVIZZERA
6 ore
«Potremmo dover tornare al lavoro ridotto»
Guy Parmelin si dice preoccupato. Non per il Covid, ma per la crisi delle materie prime
SVIZZERA
8 ore
«Il turismo rischia grosso»
Legge Covid: le associazioni di categoria compatte verso il voto del 28 novembre
SVIZZERA/SPAGNA
8 ore
L'eruzione, l'evacuazione e la casa travolta. Una zurighese a La Palma
Trasferitasi da Zurigo a La Palma, una 38enne ha vissuto in prima persona la perdita della casa dei sogni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile