tipress (archivio)
BERNA
10.03.20 - 16:080

SECO: la procura federale deve riesaminare il caso di corruzione

Respinto l'atto d'accusa del MPC. Le accuse non sono dettagliate

BERNA - Il Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona ha sospeso il procedimento per sospetta corruzione nell'aggiudicazione di diverse centinaia di commesse informatiche della Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Il TPF ha respinto l'atto d'accusa del Ministero pubblico della Confederazione (MPC) poiché le accuse contro i quattro imputati non sono sufficientemente dettagliate in diversi punti.

L'accusa, presentata dalla procura federale alla fine di settembre, si concentra su diversi contratti, per un valore totale di circa 99 milioni di franchi, stipulati mediante trattativa privata con aziende esterne in violazione del diritto sugli acquisti, aggirando quindi la concorrenza e danneggiando gli interessi della SECO. Nella sua decisione del 27 febbraio, resa nota oggi, il TPF ha invitato il MPC a completare sei punti dell'atto d'accusa.

Il MPC accusa l'ex caposettore della SECO, nel frattempo licenziato, di corruzione passiva e di infedeltà nella gestione pubblica. A due imprenditori vengono invece imputate corruzione attiva e amministrazione infedele. A un terzo imprenditore è addebitata corruzione attiva.

Secondo quanto si legge sul sito del TPF, le infrazioni devono essere riscritte in modo ben preciso affinché le accuse siano sufficientemente concrete. E in diversi punti dell'atto d'accusa ciò non risulta. Ad esempio, non vengono descritti correttamente né i reati principali né il sostegno al favoreggiamento dell'amministrazione infedele. Riguardo all'accusa di riciclaggio, mancano informazioni su ciò che dovrebbe costituire un caso grave.

All'allora caposettore degli acquisti è contestato di essersi lasciato corrompere per un periodo di circa dieci anni, dal 2004 al 2014, da rappresentanti di diverse aziende di informatica, avendo preteso e ottenuto vantaggi illeciti per un importo complessivo di oltre 1,7 milioni di franchi, sotto forma di inviti, sponsorizzazioni di eventi, contanti o regali. In cambio, ha aggiudicato commesse informatiche principalmente mediante trattativa privata alle aziende da lui preferite.

Gli imprenditori sono principalmente accusati di aver promesso e concesso ripetutamente vantaggi indebiti all'ex responsabile di settore. Due dei tre imprenditori sono inoltre incriminati per ripetuta amministrazione infedele, perché in qualità di direttori hanno versato fondi dell'azienda su conti offshore per mezzo del pagamento di fatture fittizie. Il denaro veniva poi usato per sé stessi e per effettuare versamenti all'ex caposettore.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
9 ore
Code a mai finire e trasporti al collasso, la Confederazione è preoccupata
Per Michael Töngi, consigliere nazionale dei Verdi, la soluzione è il mobility pricing, anche in favore
SAN GALLO
11 ore
Cervelat con un chiodo: «I bambini potevano farsi male»
Un'esca crudele per animali è stata trovata in un parco giochi. La polizia: «Non è la prima volta»
BERNA
14 ore
I "no pass" riempiono la Bundesplatz
Migliaia di manifestanti si sono rinuniti oggi pomeriggio davanti a Palazzo Federale
VAUD
15 ore
UDC in assemblea: tre "no" e una risoluzione contro le città di sinistra
Marco Chiesa ha poi scoccato alcune critiche al Consiglio federale, sulle restrizioni e sull'energia
ZURIGO
16 ore
Investito sulle strisce, non ce l'ha fatta
Un 77enne ha perso la vita in seguito alla collisione con una vettura
SAN GALLO
19 ore
Un gatto fa schiantare la Maserati
Sfortunato incidente questa notte nel canton San Gallo
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
1 gior
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
NEUCHÂTEL
1 gior
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
1 gior
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
1 gior
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile