Ti Press (archivio)
SVIZZERA
09.03.20 - 12:360

Meno cadute fatali sulle vette alpine

Nel 2019 le vittime d'incidenti mortali in montagna sono state 177.

Nel 2018 c'erano stati 30 decessi in più

BERNA - Gli incidenti mortali in montagna sono diminuiti lo scorso anno, passando a 177 vittime dalle 207 registrate nel 2018. Le cadute rimangono la causa principale con 99 decessi, rispetto ai 120 dell'anno precedente, seguite dalle malattie (40 contro 49). In totale 21 persone hanno perso la vita a causa delle valanghe, così come nel 2018. In Ticino ci sono state sette persone decedute, mentre nei Grigioni 11.

Sulle 177 totali, 120 persone hanno perso la vita nel 2019 mentre praticavano sport di montagna, indica in una nota odierna il Club Alpino Svizzero (CAS), precisando che la quota è in diminuzione dell'11% rispetto al 2018.

Le escursioni a piedi - che hanno provocato 54 morti nel 2019, contro i 57 l'anno precedente -, hanno fatto più vittime rispetto allo sciescursionismo (27 decessi, contro i 34 nel 2018). Tra le vittime si contano 92 uomini e 85 donne, precisa il CAS.

In calo il numero di salvataggi, scesi del 10% a 2909 casi nel 2019. Meno interventi in tutte le discipline legate a sport di montagna, ad eccezione dell'arrampicata. In flessione anche le chiamate riguardo incidenti in parapendio, mountain bike e sulle vie ferrate.

A progredire, sostiene il CAS, sono invece gli interventi a causa di incidenti nella pratica di sci fuoripista, caccia, canyoning, escursioni in racchette da neve e base jump.

A livello meteorologico le condizioni tra 2018 e 2019 sono state relativamente simili. L'anno scorso, tuttavia, "le ondate di caldo estivo sono durate meno e la siccità è stata meno marcata. Di conseguenza, ci sono state meno attività e meno incidenti mortali negli sport tradizionali di montagna", spiega il CAS.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
3 ore
«Volevano uccidermi perché non ho messo una canzone»
Tredici giovani ne hanno aggredito un altro per futili motivi durante la festa del digiuno ginevrino.
SVIZZERA
3 ore
La fine della pandemia? «La prossima primavera»
Gli esperti si dicono d'accordo sul fatto che la stagione invernale sarà difficile. Dipende tutto dalle vaccinazioni
SVIZZERA
10 ore
Ingresso in Svizzera solo con test (o certificato)?
Ecco cosa potrebbe decidere il Consiglio federale nella sua seduta di domani
SVIZZERA
12 ore
Aumentano i vaccinati "riluttanti"
Nei Cantoni rurali il tasso di vaccinazione è più basso. Ma sembra che l'obbligo del pass nei bar stia cambiando le cose
BERNA
12 ore
No Pass: migliaia in piazza a Berna e Bienne
Ancora manifestazioni questa sera contro le nuove misure introdotte dal Consiglio Federale
SVIZZERA
17 ore
La terza dose sotto la lente di Swissmedic
L'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici sta valutando i dati clinici, «in termini di sicurezza ed efficacia»
ARGOVIA
17 ore
La 26enne ha ucciso il fratello, poi si è tolta la vita
La Polizia cantonale ha fornito nuovi dettagli sui due corpi trovati martedì mattina a Frick.
SVIZZERA
18 ore
Siamo il paese più caro d'Europa
Il nostro costo della vita è del 51% superiore a quello della Germania.
SVIZZERA
19 ore
I test potrebbero rimanere gratuiti
Il maggior partito svizzero lancia una mozione volta a mantenere il costo dei test a carico dello Stato.
SVIZZERA
20 ore
Nessun decesso nelle ultime ventiquattro ore
Altre 61 persone hanno dovuto ricorrere a un ricovero. Le cure intense accolgono ora il 30,9% di pazienti Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile