Immobili
Veicoli
keystone
BERNA
03.03.20 - 08:360
Aggiornamento : 10:44

Primo caso tra i soldati. Le soluzioni? Isolamento e dormire "testa-piedi"

L'esercito svizzero è stato raggiunto dal virus. Ed è corso ai ripari

In caso di necessità, i corpi dell'esercito potrebbero essere schierati in supporto di ospedali e non solo

BERNA - Nell'esercito svizzero è arrivato il primo caso di coronavirus. Solo poche ore fa, interpellato da 20 Minuten, il portavoce Daniel Reist, affermava: «È solo questione di tempo».

Subito in isolamento - Il milite era di stanza a Wangen an der Aare (BE). È stato posto in isolamento in infermeria. Da lunedì era impegnato nel corso di ripetizione con il battaglione di polizia militare 3. All'arrivo, aveva sottolineato di essere stato in precedenza a Milano.

Un primo test del laboratorio ha dato risultato positivo. Si attende ora l'esito dei test inviati a Ginevra. Le sue condizioni, intano, sono stabili. Le tre persone con cui condivideva la stanza sono state poste in quarantena nel centro medico. Per i restanti membri dell'esercito che sono stati in contatto con lui durante il giorno, l'ufficiale medico ha emesso una quarantena temporanea.

In isolamento un'intera compagnia - Come sottolinea Reist: «A seconda della situazione, potrebbe finire in isolamento un'intera compagnia, quindi fino a 150 persone in quarantena».

Prevenzione durante il sonno - Al fine di prevenire il più possibile l'esplosione di casi, i militari stanno usando tattiche insolite. Reist: «Al momento, i camerati si alternano a dormire con la testa in un senso e nell'altro. In questo modo, la distanza tra le persone viene mantenuta la più ampia possibile nonostante lo spazio limitato».

Inoltre, tutti i giorni di visita sono stati cancellati fino a metà marzo. Ed è stato attivato un protocollo secondo il quale «ai membri dell'esercito viene chiesto se abbiano sintomi influenzali prima di accedere in caserma». In caso di malattia, è disponibile un numero limitato di camere di isolamento.

Mobilitazione possibile in caso di crisi - «Se le autorità civili non saranno più in grado di fornire i loro servizi, potranno chiedere la nostra assistenza». La gamma di possibili schieramenti è ampia: «I battaglioni dell'ospedale sono addestrati a supportare gli ospedali. Conducenti e paramedici potrebbero trasportare i pazienti se le ambulanze civili dovessero non essere più sufficienti. Poi c'è l'unità di disinfezione in grado di disinfettare qualsiasi cosa, dagli edifici, alle ambulanze fino agli animali», assicura Reist.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
22 min
«È la fine della fase acuta, non della pandemia»
Alain Berset guarda al futuro con fiducia: «Credo che ora abbiamo una prospettiva che da molto tempo non era così buona»
FRIBURGO
3 ore
Un frontale sulla strada ghiacciata provoca quattro feriti
A provocare l'incidente è stato un 87enne che ha invaso la corsia di contromano.
LUCERNA
4 ore
Il reddito di base incondizionato per affrontare le sfide della società
La misura viene proposta da un comitato apartitico a Lucerna. Si tratterebbe di sperimentarla per tre anni
SVIZZERA
6 ore
Le polemiche sul nucleare agitano il PLR
I malumori andavano risolti “in casa”, secondo il presidente Thierry Burkart
SAN GALLO
6 ore
Un giovane ubriaco provoca la polizia
È stato fermato la scorsa notte a San Gallo. Aveva un tasso alcolemico dell'1,9 per mille
SVIZZERA
6 ore
Le parole di Berset dividono la popolazione
«Conosciamo troppo poco le conseguenze a lungo termine» ricorda Edith Leibundgut.
GINEVRA
15 ore
900 email da una cinquantina di indirizzi diversi: condannata una giovane stalker
La donna aveva preso di mira il suo ex e una sua insegnante nell'arco di diversi anni.
BERNA
17 ore
Un CovidPass valido tre mesi? La Svizzera è scettica
Il presidente di Swissnoso: «Ciò che serve è un allentamento delle misure e una riduzione delle quarantene»
ZURIGO
19 ore
Booster e impennata di decessi: «Nessun nesso»
Durante la campagna di richiamo, in Svizzera sono morte un numero di persone superiore alla media.
SVIZZERA
21 ore
Migros richiama gli zigoli dolci contaminati da salmonella
I clienti possono restituire i prodotti corrispondenti e saranno rimborsati del prezzo di acquisto
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile