Incidente in seggiovia, due persone rischiano la vita
Keystone
Una 33enne e un 40enne, a Stoos per una gita aziendale di Lindt & Sprüngli, sono in pericolo di morte dopo la caduta di un sedile della seggiovia del Fronalpstock.
SVITTO
07.02.20 - 11:330
Aggiornamento : 15:25

Incidente in seggiovia, due persone rischiano la vita

Si trovavano a Stoos per una gita aziendale insieme ai colleghi della Lindt & Sprüngli di Kilchberg

MORSCHACH - Sono in pericolo di morte due delle quattro persone rimaste gravemente ferite ieri sera nell'incidente che ha coinvolto la seggiovia del Fronalpstock, nella località sciistica di Stoos. Si tratta - riferisce la polizia cantonale di Svitto - di una 33enne e un 40enne, a Stoos per una gita aziendale. Gli altri due colleghi, due uomini di 33 e 38 anni anche loro della Lindt & Sprüngli di Kilchberg (ZH), hanno riportato gravi ferite.

Il sedile della seggiovia si è staccato poco dopo le 22. Prima di precipitare per una decina di metri, la cabina avrebbe urtato un cavo usato dal gatto delle nevi per evitare di scivolare durante la preparazione delle piste.

La caduta è avvenuta mentre la seggiovia stava scendendo. I feriti sono stati trasportati in ospedale con quattro elicotteri.

Per chiarire la dinamica dei fatti, le autorità si sono rivolte al Servizio d'inchiesta svizzero sulla Sicurezza (SISI). La parte superiore dell'impianto Stoos-Fronalpstock è chiusa fino a nuovo avviso.

Il precedente - Non è la prima volta che al Fronalpstock si verifica un incidente con una seggiovia. Un precedente risale al 2016, quando un sedile vuoto si era staccato dall’impianto Mettlen-Fronalpstock. Allora non si erano registrati feriti, ma soltanto danni materiali. Il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) aveva stabilito che il sedile era rimasto impigliato a un pilone a causa di una forte folata di vento. E si era poi staccato dalla fune.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
I camerieri possono essere obbligati a presentare il certificato Covid
La misura deve essere proporzionata e valutata caso per caso
ZURIGO
3 ore
Nessun controllo dei certificati, piscina chiusa dalla polizia
All'ingresso della struttura coperta erano affissi dei cartelli indicanti che non vi sarebbe stato alcun controllo.
BERNA
5 ore
Berna ne ha abbastanza dei No-Vax
La Città federale ha deciso di vietare qualsiasi manifestazione contro le misure anti-Covid-19.
SVIZZERA
6 ore
«No alle pellicce ottenute con la sofferenza degli animali»
Il Parlamento ha ricevuto una petizione che chiede di vietare l'importazione di prodotti ottenuti in modo crudele.
ZURIGO
7 ore
«Vittima di una violenza brutale»
La polizia zurighese fornisce nuovi informazioni sul delitto: «La persona fermata è un 20enne e ha confessato».
BERNA
8 ore
La curva dei contagi continua a calare
Nelle ultime 72 ore 102 perone hanno necessitato di un ricovero in ospedale.
FOTO
SVIZZERA
10 ore
Università al via, tra Covid Pass e polemiche
Alcune centinaia di studenti si sono riuniti davanti a diversi atenei per protestare contro l'uso del certificato.
CONFINE
12 ore
Vaccinati o no? Al via i controlli al confine
Chi valica la frontiera in entrata, da oggi dovrà essere in possesso di "pass", e compilare un modulo
SVIZZERA
13 ore
«I vaccinati dovrebbero togliere la mascherina»
Secondo il primario Andreas Widmer ora c'è il rischio che gli ospedali si riempiano a causa dei malati di influenza.
SVIZZERA
13 ore
Un "Rendez-Vous" su Bundesplatz
Dal 16 ottobre al 20 novembre la facciata tornerà a illuminarsi per combattere il cambiamento climatico.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile