Keystone (archivio)
L'allarme è scattato questa mattina attorno alle 9.40.
VAUD
24.01.20 - 16:000

«C'è una bomba», falso allarme all'ospedale di Payerne

Un uomo non identificato ha fatto scattare un importante dispositivo di sicurezza. La polizia: «Nessuno è stato in pericolo»

PAYERNE - Un allarme bomba, rivelatosi poi privo di fondamento, ha scosso questa mattina la tranquillità dell’ospedale intercantonale della Broye, a Payerne. Lo riferisce la polizia cantonale vodese, spiegando che la situazione di emergenza è completamente rientrata nel primo pomeriggio.

La chiamata al 117 è arrivata alle 9.40 di questa mattina. Il personale dell’ospedale ha raccontato di aver sorpreso un uomo nel seminterrato, che prima di fuggire ha parlato della presenza di esplosivi. Dal suo comportamento, il soggetto - che non è ancora stato identificato - sembrava soffrire di un qualche disturbo psichico.

La telefonata ha fatto scattare immediatamente un importante dispositivo di sicurezza. Sul posto sono intervenute diverse pattuglie delle polizie cantonali vodesi e friburghesi, supportate da artificieri, reparti canini e dalla polizia giudiziaria.

L’ispezione approfondita condotta sul posto ha permesso di escludere la presenza di ordigni esplosivi. Le uscite dell’ospedale sono state temporaneamente chiuse nel corso dei sopralluoghi, ma non è stato necessario evacuare la struttura. La vita degli ospiti dell'ospedale - ha inoltre precisato la polizia cantonale - non è mai stata in pericolo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
41 min
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
2 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
SVITTO
11 ore
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
16 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
19 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
20 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
21 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
21 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
23 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
1 gior
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile