Keystone
Un termoscanner installato in un aeroporto in Corea del Sud.
SVIZZERA
23.01.20 - 08:460
Aggiornamento : 16:19

Così gli aeroporti svizzeri si preparano per il coronavirus

Tutte le misure messe in atto, soprattutto a Zurigo, anche se per ora siamo lontani dagli scanner di temperatura di Stati Uniti e Cina

ZURIGO - 17 vittime e più di 500 casi di contagio in tutto il mondo, il coronavirus cinese continua a far parlare di sé e a preoccupare. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la propagazione in Europa non è da escludere. E quindi, anche in Svizzera, il "rischio zero" non esiste.

«Ascoltiamo senza dubbio le considerazioni dell'Oms», commenta il portavoce dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) Daniel Dauwalder, «ma la Confederazione deciderà in maniera autonoma ciò che è utile e giusto per proteggere la popolazione».

Nodo-cardine di questa situazione particolarmente calda sono senza dubbio gli aeroporti. Quello di Zurigo, conferma 20 Minuten, pare si sia già attivato.

«Abbiamo dei moduli dell'UFSP da distribuire ai passeggeri, in questo modo casi e sintomi sospetti possono essere denunciati, e i malati presi in consegna all'arrivo. Noi ci interfacciamo costantemente sia con gli specialisti della Confederazione sia con il medico di confine», spiega la portavoce della struttura Sonja Zöchling.

In Cina, Corea del Sud e Stati Uniti vengono utilizzati scanner di temperatura per localizzare i passeggeri febbricitanti e a rischio, e da noi? «L'installazione di questo tipo di dispositivi non è esclusa. Il caso verrà comunque valutato assieme all'UFSP». Aperta la possibilità anche di un'area di quarantena in loco.

Per adesso - però - ci si limita a mascherine, occhiali protettivi, liquidi disinfettanti e l'installazione di barriere di plexiglass sui banchi dei check-in che, per Zurigo, «sono una novità assoluta», conferma Zöchling.

L'aeroporto di Ginevra, dal canto suo, non fornisce dettagli riguardo alle misure in atto anche perché l'attivazione delle stesse - per ora - non sarebbe pianificata: «Aspettiamo indicazioni dalla Confederazione», conferma la struttura.

Casi negli Stati Uniti e forse in Russia

L'ultimo bilancio stilato dalle autorità cinesi parla di 17 morti e di 571 contagiati. C'è anche il primo caso negli Stati Uniti: un 30enne è ricoverato in isolamento in una struttura dello stato di Washington. L'uomo è entrato in ospedale, appena tornato da Wuhan, per una sospetta polmonite e ha dichiarato di non essersi recato nel mercato del pesce da dove si è diffusa l'infezione. Le sue condizioni sono giudicate stabili. C'è anche un possibile caso a San Pietroburgo, in Russia. Sono in corso gli esami per capire se il cittadino russo appena rientrato dalla Cina abbia nel suo organismo il nuovo coronavirus.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lionel Vecchi 5 mesi fa su fb
Dei moduli🤦‍♂️🤦‍♂️
Flavio Argenta 5 mesi fa su fb
Non sarebbe forse meglio non far arrivare più nessuno.. A malis extremi extrema remedia...
Scalando Andai 5 mesi fa su fb
QUALCUNO MI DEVE SPIEGARE PERCHÉ QUESTA EPIDEMIA HA LA STESSA TRAMA DEL FILM (film....) CONTAGION (di Steven Soderbergh, 2011), compresa la storia del casinó.... Va bene le coincidenze..... https://m.tio.ch/dal-mondo/cronaca/1414922/coronavirus-i-morti-sono-9-i-casi-440
Luca Rino 5 mesi fa su fb
Sarà la tanto attesa selezione naturale che ridurrà la popolazione mondiale?
Dimitri Zhyganov 5 mesi fa su fb
Non serve a nulla 😑
Patty PozziMorelli 5 mesi fa su fb
A cosa servono questi controlli, visto che l'incubazione del virus è di 10 giorni. Uno può risultare sano al l'atterraggio ma avere già il virus in incubazione e sviluppare il suddetto virus dopo giorni dall'arrivo.
Bruna Bralla 5 mesi fa su fb
Ma quali misure ! E quelli che hanno viaggiato sull’aereo con i potenziali malati non vengono fermati , ma possono essere già contagiati e successivamente diffondere il virus , in questi casi come la mettiamo ?
Teresa Crameri 5 mesi fa su fb
Certo...non basta che fanno le guerre sperimanti su ogni popolo che trovano ..
Alessandro Milani 5 mesi fa su fb
Ma nn sarebbe piu semplice....chi arriva da 1 paese a rischio come in questo caso nn lasciarli tornare proprio?
Giusy Baldinu 5 mesi fa su fb
Adriana Monte
Adriana Monte 5 mesi fa su fb
Giusy Baldinu grande Swiss ti amo 😂😂❤️
Adriana Monte 5 mesi fa su fb
Giusy Baldinu tu non passi allora
Giusy Baldinu 5 mesi fa su fb
Simpatica !!!! Adriana Monte tu non hai capito che in areoporto per prevenzione ci andiamo con la mascherina che ovviamente ho già nella mia scatola medicine ..... ne ho giusto due 😉
Barbara Brandimarte Collacartacreo 5 mesi fa su fb
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
9 ore
Credit Suisse: a rischio centinaia di posti di lavoro
Lo afferma la SonntagsZeitung, secondo la quale ci sarebbero dei piani di riduzione dei costi
SVIZZERA ROMANDA
13 ore
Boom di false petizioni, la polizia mette in guardia
Finti non udenti, ma non solo. Cambiano i "beneficiari", ma la sostanza resta la stessa.
SVIZZERA
14 ore
Passi avanti... in Borsa
La società zurighese punta per l'anno prossimo a una quotazione dal valore di circa 2 miliardi di franchi.
GRIGIONI
15 ore
Esce di strada e viene sbalzato dall'abitacolo: morto un anziano
Il corpo è stato ritrovato ieri pomeriggio dal figlio nei pressi di un maggengo sopra Seewis.
BERNA
15 ore
I positivi tornano sotto i 100
Resta fortunatamente invariato il numero dei decessi.
SVIZZERA
17 ore
I pesticidi finiscono anche nell'Evian
Diversi ricercatori hanno trovato residui di clorotalonil nella famosa acqua minerale.
FOTO
SVIZZERA / BULGARIA
17 ore
La cella invece del mare greco
Un giovane vacanziero è stato bloccato all'aeroporto di Sofia perché il suo passaporto era scaduto da due settimane.
BERNA
18 ore
Scandalo pedinamenti: la polizia zurighese ha commesso negligenze
Gli investigatori coinvolti nella vicenda non sarebbero stati sentiti in maniera adeguata, secondo il TF.
SVIZZERA
19 ore
Criminalità sul web: Google sempre più chiamata in causa
La Fedpol e i Cantoni hanno inoltrato ben 1'097 richieste d'informazioni per ottenere dati di utenti svizzeri nel 2019.
CAPO VERDE
1 gior
Bloccata da 4 mesi a Capo Verde: «Riportatemi in Svizzera»
Una 50enne di Svitto era partita a marzo per due settimane di vacanza e relax. E invece sta vivendo un incubo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile