Immobili
Veicoli
Keystone
ZUGO
21.12.19 - 12:590

Per vendetta pubblica le email dell'amante, licenziati

Lui è un ufficiale di polizia, lei una dipendente delle forze dell'ordine. Nei loro confronti è stata avviata un'inchiesta

di Redazione
ats

ZUGO - Uno scandalo amoroso culminato con la pubblicazione, per vendetta, di numerose email inviate reciprocamente da due amanti ormai ai ferri corti ha scosso in questi giorni la polizia cantonale di Zugo. I due - un ufficiale e una dipendente delle forze dell'ordine - sono stati licenziati in tronco e nei loro confronti è stata avviata un'inchiesta.

La notizia, pubblicata oggi da diverse testate del gruppo CH Media e dal Blick, è stata confermata a grandi linee dalla polizia cantonale. All'origine della vicenda vi è la relazione, finora segreta, tra una dipendente e l'uomo - «un alto graduato» stando alla stampa. Quest'ultimo avrebbe messo fine al rapporto e la donna, per rabbia e frustrazione, ha inviato ieri verso mezzogiorno dal suo conto di posta elettronica professionale numerose mail dal contenuto a dir poco intimo a centinaia di indirizzi tra cui altri membri della polizia, rappresentanti delle autorità e giornalisti.

La polizia cantonale ha confermato che le mail sono state spedite a nome dell'impiegata, non si esclude tuttavia del tutto la possibilità dell'intervento di una terza persona. Per questo motivo sui fatti è stata avviata l'indagine. Le mail scottanti riguardano la presunta relazione amorosa con l'ufficiale di polizia come pure presunte molestie e atti di stalking da parte dell'uomo.

La polizia di Zugo precisa che nei messaggi resi pubblici vi sono tuttavia anche dati confidenziali, ad esempio estratti del libro operativo della polizia di Zugo, che sottostanno al segreto d'ufficio. Per questo motivo è stata avviata un'inchiesta penale, che verrà condotta da un altro corpo di polizia, ha indicato all'agenzia Keystone-ATS la portavoce delle autorità giudiziarie del canton Zugo Sandra Peier.

Mentre l'intera vicenda viene passata sotto la lente, il comandante della polizia cantonale di Zugo ha già adottato misure di carattere personale nei confronti dei due amanti, licenziando entrambi in tronco. Il governo cantonale e l'ufficio del procuratore generale del Cantone di Zugo sono stati informati del caso e delle misure adottate.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
4 ore
Cerca di sfuggire al ricovero, cade dal tetto e muore
Un 35enne con problemi psichici ha perso la vita questo pomeriggio ad Altstätten.
LOSANNA
4 ore
Il dottorato svizzero di Mussolini fa discutere
Venne conferito nel 1937 al Duce. Oggi una petizione chiede di revocarlo
SVIZZERA
4 ore
Cassis a Davos con la mente rivolta a Lugano
Il presidente della Confederazione ha aperto ufficialmente il WEF parlando della situazione geopolitica mondiale.
SVIZZERA
7 ore
Ricola «inganna i consumatori» secondo una consumatrice
Una donna dell'Illinois ha chiesto un risarcimento milionario accusando l'azienda di pubblicità ingannevole
SVIZZERA
8 ore
La quarta dose presto realtà
Da oggi la Confederazione consiglia una nuova vaccinazione «alle persone con un sistema immunitario indebolito».
SVIZZERA
10 ore
Commercio sostenibile: l'industria della moda sotto la lente
Public Eye ha compiuto un'analisi dei più noti rivenditori di moda in Svizzera. Zalando, Wish e Amazon nel mirino.
SVIZZERA
11 ore
Peggioramento delle disuguaglianze di genere durante la pandemia
Uno studio ha analizzato le conseguenze delle misure restrittive sull'occupazione di uomini e donne.
ARGOVIA
12 ore
Cade da una parete rocciosa, 14enne perde la vita
Il giovane stava effettuando una passeggiata assieme a un amico. Inutili i tentativi di soccorso.
SVIZZERA
14 ore
Vaiolo delle scimmie: Berna pensa all'acquisto di un vaccino
«Per il momento, non c'è motivo di preoccuparsi» rassicura la vicedirettrice dell'UFSP Linda Nartey
ZURIGO
23 ore
Feriti a bottigliate a Winterthur
Tre persone sono state arrestati per due episodi distinti avvenuti nelle prime ore di domenica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile