20 Minuten
BASILEA CITTÀ
13.12.19 - 12:140

L'assassina del piccolo Ilias «non è perseguibile»

La donna, che a marzo aveva accoltellato un bimbo di appena 7 anni, è stata dichiarata «incapace di intendere e volere» dal Ministero pubblico basilese. La procura ne ha richiesto l'internamento

BASILEA - La 75enne che lo scorso marzo ha ucciso il piccolo Ilias con una pugnalata al collo a Basilea è stata dichiarata «incapace di intendere e volere». Il Ministero pubblico renano ha richiesto l'internamento dell'anziana.

«Non perseguibile» - A nove mesi dal delitto, la procura ha chiuso l'inchiesta penale per omicidio e il caso passa ora al tribunale penale. Un rapporto psichiatrico ordinato dal Ministero pubblico ha stabilito «l'incapacità» e «la scemata imputabilità» per la donna, che si trova ancora in detenzione preventiva per il rischio di recidiva.

Scelto a caso - Il fatto di sangue è avvenuto per strada il 21 marzo a poche centinaia di metri da una scuola sul St. Galler-Ring, nel quartiere Gotthelf, dove il bimbo di 7 anni frequentava la prima elementare. La pensionata, una cittadina svizzera che vive a Basilea, non conosceva né il bambino né la sua famiglia, originaria di Gjilan in Kosovo.

Morto in ospedale - Nella nota odierna, la procura indica che la donna ha improvvisamente accoltellato il bambino di ritorno da scuola. Una passante ha trovato il bambino gravemente ferito sul marciapiede e ha subito chiamato aiuto. Nonostante i tentativi di rianimazione e l'intervento chirurgico d'urgenza, il piccolo è deceduto poco più tardi in ospedale.

La confessione via SMS - In seguito all'aggressione, l'anziana si è diretta verso il vicino Schützenmattpark e ha informato via SMS diverse persone e istituzioni di aver accoltellato un bambino per avere indietro la propria casa. Il messaggio recitava così: «Ascoltate carissimi. Ho ucciso un bambino in modo tale da poter riottenere la mia proprietà. Avvertite pure la polizia e assumetevi le vostre responsabilità». In una telefonata a Telebasel la 75enne, che sembrava essere stata vittima di un complotto, aveva dichiarato: «Sono stata cacciata dal mio appartamento. Non vi ho più accesso. Nessuno mi ascolta. In qualche modo ho dovuto farmi sentire».

Poco dopo decideva di consegnarsi in procura.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 min
Mancano macchinisti, le FFS sopprimono alcuni treni
La crisi del coronavirus ha ulteriormente messo in difficoltà le Ferrovie federali.
SVIZZERA
1 ora
«Il virus sta aumentando». Spagna nella lista nera. A rischio le donne incinte
Dalla decisione sono al momento escluse le Isole Baleari e le Isole Canarie
SVIZZERA
2 ore
Chi torna dalla Spagna dovrà mettersi in quarantena
Chiunque rientrerà dal Paese iberico dovrà annunciarsi alle autorità cantonali.
SVIZZERA
2 ore
Altri 181 casi e un ricovero, ma nessun decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 35'927. I decessi sono 1'706.
SVIZZERA
3 ore
«Molti hanno problemi respiratori anche dopo essere stati dimessi»
L'ospedale di Friburgo ha analizzato i dati dei pazienti ospedalizzati con un'infezione da Sars-CoV2 tra marzo e aprile.
SVIZZERA
4 ore
Migliorano le stime del PIL svizzero
Il KOF prevede ora una flessione leggermente meno marcata di quanto precedentemente ipotizzato.
SVIZZERA
5 ore
«La crisi ha mostrato l'importanza della libera circolazione»
Per l'Usam un sì all'iniziativa "per un'immigrazione moderata" affosserebbe le PMI elvetiche.
SVIZZERA
7 ore
Vaccino, accordo più vicino: «Questione di ore»
La Svizzera sta per concludere un contratto d'acquisto per la fornitura del farmaco che viene sviluppato da Moderna.
VAUD / FRANCIA
17 ore
Sedicenne vodese annegato a Marsiglia
Il giovane si trovava nel sud della Francia con la famiglia. Sotto shock i suoi compagni di classe
SVIZZERA / BELGIO
20 ore
Il Belgio toglie Vaud e Vallese dalla zona rossa
Da domani i cittadini belgi potranno tornare in vacanza nei due cantoni romandi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile