Polizia cantonale - Grigioni
GRIGIONI
17.11.19 - 23:000
Aggiornamento : 23:30

Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»

L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»

di Redazione
Qendresa Llugiqi

AROSA - Un incidente grave quello avvenuto sulle piste di Arosa questo sabato: un uomo di 57 anni ha travolto una bimba di 5 anni che ha riportato ferite gravi alla testa e al torace. «Erano tutti scioccati», racconta a 20 Minuten un dipendente della capanna Hörnli di Arosa, «dicono che hanno dovuta rianimarla sulla neve».

Quello grigionese è solo l'ultimo di una lunga serie di casi: purtroppo capita spesso che sciatori adulti non aggiustino la velocità nei pressi dei dossi e finiscano per investire i bambini che si trovano al di fuori dalla loro visuale.

Solo due degli episodi più recenti sono le tragedie di Norah (7 anni) a Les Mosses (VD) – morta a marzo 2017 – e quello di Larina (4 anni) anche lei deceduta dopo uno scontro avvenuto a dicembre 2018 a Lenk (BE).

Jürg Friedli, presidente di Swiss Snowsports, non ha dubbi su di chi sia la colpa: «È sempre di chi scende a valle e non adatta la velocità e lo stile di sciata. Se lo facessero, anche i dossi non sarebbero più un pericolo».

Anche le strutture potrebbero fare di più per garantire la sicurezza dei più piccoli?

Potrebbe essere un esempio virtuoso Grindelwald (BE), che dal 2006 ha una pista con il limite 30: «Era un esperimento, ma l'abbiamo mantenuto», commenta la portavoce degli impianti Katherin Naegeli, «visto che la velocità è ridotta, la gente scia più rilassata e di incidenti quasi non se ne presentano».

E introdurre  un limite d'età? Per l'Upi: «Potrebbe essere interessante ma non esistono studi che dimostrino l'efficiacia di un misura di questo tipo», commenta il portavoce Marc Kipfer.

Ha i suoi dubbi Friedli: «I limiti d'età o di velocità rischiano di non funzionare ed essere controproducenti perché limitano il divertimento degli sciatori. Piuttosto c'è da intervenire sulla struttura stessa delle piste offrendo elementi interessanti (tipo le cunette) e rallentamenti nei punti più a rischio. Allo stesso tempo è importante il lavoro di sensibilizzazione, anche all'interno delle stesse famiglie».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Caricatura sugli zingari, il Tribunale conferma: «È discriminazione»
I giudici hanno convalidato la condanna affibbiata ai due co-presidenti dei Giovani UDC Nils Fiechter e Adrian Spahr per una vignetta razzista pubblicata sui social
SVIZZERA
4 ore
Annullato il divieto di ingresso per un presunto jihadista
Per il Tribunale amministrativo federale è stato violato il diritto dell'interessato a consultare il dossier. Inoltre il presupposto del divieto è stato considerato insufficiente
SVIZZERA
5 ore
Perché due banane al muro arrivano a costare 120.000 franchi?
L’esposizione di Cattelan all’ Art Basel di Miami fa discutere. E dalla Svizzera arriva una critica illustre: «I prezzi nel mercato dell’arte sono folli».
SVIZZERA
5 ore
Festa federale di lotta, il primo bilancio sorride
Conti chiusi con un utile di 850mila franchi. Il festival ha attirato 420.000 spettatori
ZUGO / STATI UNITI
6 ore
La crema svizzera che rende il volto di Trump arancione
Il cosmetico, un cosiddetto concealer, è prodotto dalla Bronx Colors di Hünenberg
BERNA
6 ore
Non si hanno tracce di un giovane turista messicano
Il 22enne si sarebbe dovuto recare da Berna a Zermatt
SVIZZERA
7 ore
Roche: anche la quinta generazione al comando
Sette rappresentanti sono stati inclusi nel principale gruppo di azionisti, che controlla il 45,01% del colosso farmaceutico basilese
SAN GALLO
9 ore
Di nuovo apprendista a 46 anni: «In cantiere non ce la facevo più»
La storia di Sandro che ha trovato una seconda vita (e carriera) in un'azienda di autotrasporti, busta paga? 4'000 franchi. L'esperto: «È il futuro»
SVIZZERA
9 ore
Cuba: turisti bernesi puntuali in aeroporto, il volo era già partito
A questi appassionati di salsa non è mai arrivata l'email che la compagnia Edelweiss ha correttamente inviato ai suoi viaggiatori
SVIZZERA
10 ore
Swiss Re vende la sua filiale britannica
ReAssure è stata acquistata per 3,25 miliardi di sterline (circa 4,2 miliardi di franchi) alla compagnia londinese Phoenix Group
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile