keystone (archivio)
LUCERNA
07.10.19 - 10:360
Aggiornamento : 11:49

«Lecito colpire la moglie per educarla», Imam nei guai

Le affermazioni, proferite nella Moschea di Kriens, potrebbero sfociare in un procedimento penale

KRIENS - Le affermazioni, proferite nella Moschea di Kriens (LU), di un Imam di origine irachena, secondo cui è lecito compire leggermente la moglie per «educarla», potrebbero sfociare in un procedimento penale. La procura di Lucerna ha infatti avviato un'inchiesta a carico del 38enne religioso, come ha dichiarato la stessa autorità a Keystone-ATS, confermando una notizia pubblicata ieri dalla "SonntagsZeitung".

L'eventuale accusa sarebbe istigazione pubblica a commettere un delitto o un crimine (articolo 259 del Codice penale). Poiché si tratta di un reato la procura ha deciso di avviare un'inchiesta, hanno precisato le autorità, sottolineando che al momento il religioso gode della presunzione di innocenza.

I fatti, come riferito dal domenicale, risalgono a un venerdì dello scorso agosto, giorno di preghiera per i musulmani. Il ricorso a colpi leggeri nei confronti di una consorte indisciplinata, avrebbe dichiarato l'Imam, sarebbe lecito qualora altre misure, come il dialogo, non dovessero avere effetto. Egli avrebbe paragonato un simile provvedimento all'educazione dei bambini.

Stando al foglio zurighese, il predicatore sarebbe giunto in Svizzera nel 2007 in qualità di richiedente asilo. Nel 2015, le autorità avevano già indagato sull'uomo per presunte attività di sostegno al terrorismo, ma nel processo del 2016 davanti al Tribunale penale federale di Bellinzona era stato assolto. Tre altri iracheni accusati del medesimo crimine, erano invece stati condannati. L'Imam aveva ricevuto un indennizzo di 1092 franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
44 min
In molti lo temono, in pochi sono disposti a rinunciarci
Il 5G è un argomento sempre caldo, ma il popolo non sembra pronto a separarsi dalla tecnologia di cui fa uso ogni giorno
FRIBURGO
6 ore
Test PCR davanti a una telecamera
Friburgo sta valutando la possibilità di effettuare la procedura tramite videosorveglianza.
BERNA
8 ore
Quest'uomo fa entrare in casa sua solo persone non vaccinate
Solo inquilini "no vax" nell'appartamento di un bernese
NEUCHÂTEL
12 ore
Porta i soldi trovati in Polizia e in cambio non chiede (quasi) nulla
La Polizia neocastellana ha reso noto su Facebook il gesto «da sottolineare» di un cittadino.
SVIZZERA
13 ore
Il costo dei non vaccinati? Venti milioni di franchi al mese
Soltanto durante il mese di luglio, in tutta la Svizzera sono stati effettuati 420'000 test
BERNA
14 ore
Un neonato lasciato all'apposito sportello
Oggi esistono otto installazioni di questo genere, una di queste in Ticino.
SVIZZERA
15 ore
I dipendenti della Confederazione? Sempre di più e meglio pagati
I salari sono ormai in linea con quelli del settore bancario, secondo un'inchiesta della NZZ
SVIZZERA / BELLINZONA
16 ore
Chiesti 4 anni per l'ex quadro della SECO
L'uomo è accusato di corruzione passiva.
SVIZZERA
17 ore
Si rimane sopra i mille contagi
L'UFSP ha registrato due nuovi decessi dovuti al coronavirus (le infezioni sono 1'033). I nuovi ricoveri sono 35.
GINEVRA
20 ore
Infermieri non vaccinati: presto i test saranno obbligatori
La misura è stata annunciata dal responsabile della sanità cantonale ginevrina Mauro Poggia.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile