lettore 20 MInuten
ZURIGO
14.09.19 - 19:230

Due agenti feriti dagli anti "Marcia per la vita"

Ci sono stati diversi attacchi e danneggiamenti. I poliziotti hanno controllato almeno un centinaio di persone e per ora ne hanno fermata una

ZURIGO - Almeno due poliziotti sono stati feriti questo pomeriggio a Zurigo dal lancio di oggetto da parte di partecipanti ad una manifestazione non autorizzata che voleva fare da contraltare alla "Marsch fürs Läbe" (Marcia per la vita). Ci sono stati diversi attacchi ad agenti e danneggiamenti. I poliziotti hanno controllato almeno un centinaio di persone e per ora ne hanno fermata una, riferisce la polizia cittadina.

Un migliaio di partecipanti alla Marcia per la vita, autorizzata, si sono riuniti alla Turbinenplatz, nell'Industriequartier, a partire dalle 14.00, con l'intenzione di avviarsi verso le 15.00 sul percorso autorizzato.

Sempre attorno alle 14.00 diverse centinaia di persone si sono radunate sul prato Josefswiese, distante poche centinaia di metri, per organizzare una contro-manifestazione, non ammessa.

Carrozzine con oggetti da lanciare - La polizia ha spiegato loro che una dimostrazione non sarebbe stata tollerata, ma una riunione sul prato era accettata. Tuttavia, poco dopo le 14:15, alcune centinaia di persone hanno iniziato a dirigersi verso la Turbinenplatz. Alcuni avevano carrozzine contenenti oggetti da lanciare.

Gli scontri - Per evitare uno sconto con i partecipanti alla "Marsch fürs Läbe" la polizia a un certo punto ha fatto uso di colpi di gomma e gas irritante. Gli agenti sono stati bersaglio di lanci di bottiglie, pietre e altro, e diversi piccoli gruppetti hanno cercato di superare le barriere della polizia.

Danneggiamenti - In alcuni posti sono anche stati appiccati incendi e bloccate strade con materiale da cantiere. Inoltre i vigili del fuoco intervenuti sono stati in parte attaccati e ostacolati durante i lavori di spegnimento.

Marcia interrotta - Per motivi di sicurezza, la polizia ha quindi interrotto la "Marcia per la vita", che ha potuto ricominciare intorno alle 15.45 e, lungo un percorso abbreviato, è terminata poco dopo le 16.30 senza ulteriori incidenti.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
2 ore

L'aggressore 23enne affronta la Polizia. La vittima: «Non vedo più da un occhio»

Il 21 settembre aveva letteralmente spaccato la faccia a un 33enne incontrato in stazione. La polizia, quindi, aveva diffuso le immagini della video sorveglianza

VALLESE
3 ore

Chamoson, l'auto trovata nel Rodano è quella della tragedia

I cadaveri dei due dispersi non sono stati per contro ritrovati nell'abitacolo

SVIZZERA / SPAGNA
6 ore

Gli indipendentisti catalani in Svizzera: «Viste da qui, queste sentenze sono inconcepibili»

Per la sezione elvetica dell'Assemblea Nacional Catalana, le condanne di oggi sono «uno scandalo nell'Europa democratica»

GINEVRA
6 ore

A processo il vicepresidente di Exit Romandia: «Ha aiutato un'86enne a morire»

I fatti risalgono all'aprile del 2017: la donna, in buona salute, aveva chiesto di poter lasciare questo mondo insieme al marito gravemente malato

FOTO
ZURIGO
8 ore

Ruba l'auto, forza il posto di blocco e investe una poliziotta

Un'agente di 39 anni è rimasta ferita gravemente. Il conducente, un cittadino svizzero, è stato fermato e arrestato

FOTO
BASILEA CITTÀ
9 ore

Bus frena bruscamente per evitare una bicicletta, sette feriti

Diversi passeggeri sono caduti a terra a causa della frenata d'emergenza del mezzo. Il ciclista non si è fermato sul luogo dell'incidente. La polizia cerca testimoni

LOSANNA
9 ore

Il Politecnico di Losanna rinuncia al concorso di Elon Musk

I ricercatori intendono concentrarsi sull'aspetto ecologico di questo tipo di trasporto del futuro

VIDEO
ZURIGO
11 ore

Un'enorme pozza di sangue sul tram, è mistero sulle cause

La vicenda è avvenuta attorno alla mezzanotte di domenica sul tram numero 2 della città di Zurigo. La compagnia di trasporti: «Oltre 2000 orme insanguinate». La polizia: «Stiamo indagando»

ZURIGO
13 ore

I costi della salute crescono? Ha la febbre e chiama l’ambulanza

L'uomo, che aveva 37,8, ha aspettato i soccorritori sulla porta di casa ed è subito montato sul mezzo di soccorso. «Ho preso una pastiglia, ma la temperatura non scendeva»

GRIGIONI
13 ore

Precipita per 200 metri sotto gli occhi del marito

La vittima è una 52enne che stava scalando la cima del Piz Arlos, sopra Savognin

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile