keystone
BERNA
20.08.19 - 09:170

PC-7 precipitato sullo Schreckhorn: «Fu un errore umano»

Chiarita la causa dell’incidente. Non essendo sopravvissuto il pilota, il procedimento non avrà alcun seguito

BERNA - Lo schianto di un PC-7 sullo Schreckhorn è stato causato da un errore umano. È questo, in buona sostanza, l'esito dell'inchiesta aperta sui fatti risalenti al 12 settembre del 2017.

Quel giorno, il velivolo delle Forze aeree svizzere si era schiantato sul versante occidentale della montagna delle Alpi Bernesi. Nell'impatto il pilota aveva perso la vita e l’aereo era andato completamente distrutto.

Il 18 settembre 2017 il divisionario Bernhard Müller, comandante delle Forze aeree, aveva ordinato al giudice istruttore della Giustizia militare di procedere a un’assunzione preliminare delle prove allo scopo di accertare i fatti e di verificare se vi fossero eventualmente i presupposti per un'istruzione preparatoria.

L'errore umano - Nel suo rapporto finale il giudice istruttore afferma che l’aereo si è schiantato in assetto controllato in un punto situato circa 100 metri al di sotto della vetta dello Schreckhorn.

Al momento della collisione il velivolo stava attraversando una nube e si può presumere che il pilota abbia effettuato l’intero volo seguendo le regole del volo a vista. Questo nonostante il fatto che al momento dell'impatto le condizioni meteorologiche a nord delle Alpi non consentivano di volare esclusivamente a vista sulla principale catena alpina.

Nei punti in cui non era possibile volare a vista, il volo avrebbe dovuto essere effettuato secondo le regole del volo strumentale.

Procedura sbagliata - Il giudice istruttore è giunto alla conclusione che, considerate le condizioni meteorologiche, il pilota ha scelto la procedura sbagliata – volo a vista invece che strumentale – per sorvolare la catena alpina o, quantomeno, ch'egli non ha mai formalmente e correttamente comunicato via radio alla Centrale d’impiego una modifica della procedura di volo. La causa dell’incidente è pertanto di natura aeronautica.

Rilevanza penale in sospeso per "ostacolo procedurale" - La questione di un’eventuale rilevanza ai sensi del diritto penale militare del comportamento del pilota può essere lasciata in sospeso. Il decesso del milite rappresenta infatti un ostacolo procedurale. Dall’indagine non è inoltre emerso alcun sospetto iniziale nei confronti di terze persone.

Alla luce di queste considerazioni non sono previsti ulteriori procedimenti ai sensi del diritto penale militare. Il giudice istruttore ha pertanto proposto che al procedimento non venga dato alcun seguito.

Il comandante di corpo Aldo Schellenberg, capo Comando Operazioni, ha approvato la proposta del giudice istruttore. Il procedimento è pertanto concluso e passato in giudicato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA/CINA
7 ore
Le multinazionali elvetiche in Cina: «Lavorate da casa e lavate le mani»
Le aziende stanno monitorando attentamente la diffusione del virus della nuova polmonite cinese
ZURIGO
10 ore
«La neve industriale è comune vicino agli inceneritori»
A tu per tu con una meteorologa sul fenomeno che stamani ha interessato la regione di Zurigo: fiocchi di neve, che però non erano di vera neve
FOTO E VIDEO
SVIZZERA
12 ore
Ecco la più piccola moneta d'oro del mondo
Realizzata dalla zecca federale, ha un diametro inferiore ai tre millimetri e pesa solo 63 milligrammi
ARGOVIA
12 ore
Figlia sottratta alla madre, pene sospese per il padre e la nonna
La vicenda era balzata alla ribalta della cronaca nel maggio del 2015 quando la bimba fu rintracciata in Francia con la donna
ZURIGO
16 ore
Proteste anti-WEF, poliziotto ferito
Un agente zurighese è stato colpito all'occhio da un razzo pirotecnico, riportanto lesioni «non irrilevanti»
ZURIGO
18 ore
Ragazza investita mentre attraversava le strisce
La giovane di 17 anni è rimasta gravemente ferita ieri sera a Horgen
VAUD
19 ore
Ogni giorno 50'000 spinelli fumati, ma la cocaina rende di più
Uno studio permette «di capire l'universo in cui vivono i consumatori di droga»
FOTO
ZURIGO
21 ore
Sulla Limmat il risveglio è bianco... ma è un fake
Si tratta di "neve industriale". Affinché si formi, sono necessarie temperature fredde, nebbia alla giusta altezza e ciminiere industriali
SVIZZERA
22 ore
Così gli aeroporti svizzeri si preparano per il coronavirus
Tutte le misure messe in atto, soprattutto a Zurigo, anche se per ora siamo lontani dagli scanner di temperatura di Stati Uniti e Cina
SVIZZERA
22 ore
La moneta di Roger Federer torna in vendita
Swissmint ne mette a disposizione altri 37mila esemplari, il sito di vendita è subito k.o.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile