GINEVRA
12.08.19 - 17:290
Aggiornamento : 21:09

Il miliardario Beny Steinmetz imputato per corruzione

Sarà processato dal Tribunale correzionale di Ginevra. È accusato di aver versato tangenti per il rilascio di licenze minerarie nella Repubblica di Guinea tra il 2005 e il 2010

GINEVRA - Il miliardario israeliano Beny Steinmetz, a capo di un impero minerario, sarà processato dal Tribunale correzionale di Ginevra per corruzione di pubblici ufficiali stranieri e falsità di documenti. È accusato di aver versato tangenti per il rilascio di licenze minerarie nella Repubblica di Guinea tra il 2005 e il 2010.

Lo riferisce oggi la procura ginevrina, precisando che Beny Steinmetz dovrebbe comparire in tribunale insieme ad altri due imputati. Il procuratore Claudio Mascotto ha concluso un'indagine avviata nel 2013, che ha richiesto «un'intensa collaborazione con varie autorità straniere», aggiunge il Ministero pubblico cantonale.

I tre imputati sono accusati di aver promesso, a partire dal 2005, «poi versato o fatto pagare mazzette a una delle mogli dell'ex presidente della Guinea Lansana Conté al fine di escludere un concorrente e poi per far concedere al Beny Steinmetz Group Resources (BSGR) i diritti minerari nella regione del Simandou» (sud-est).

All'epoca, una parte consistente dell'attività del gruppo di Beny Steinmetz era condotta da Ginevra. Anche il miliardario israeliano era domiciliato nella città di Calvino. Secondo l'atto di accusa del procuratore Mascotto, l'ammontare delle tangenti versate è di circa 10 milioni di dollari.

La procura sostiene inoltre che i tre imputati hanno falsificato contratti e fatture per nascondere a banche e autorità che il BSGR finanziava il pagamento di tangenti. Parte del denaro è passato attraverso conti in Svizzera. Il tribunale è chiamato in causa quando il pubblico ministero intende chiedere una pena detentiva da due a dieci anni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
SVIZZERA
1 ora
I non vaccinati in attesa di Johnson & Johnson
La Confederazione sta negoziando l'acquisto di dosi. Nel frattempo cittadini impazienti contattano Swissmedic
SOLETTA
2 ore
Auto senza targa sull'A1, la polizia la insegue senza successo
Il veicolo, rubato a Zurigo, è stato successivamente ritrovato in un parcheggio a Derendingen.
SCIAFFUSA
3 ore
«Nulla a che fare con l'incidente a Paradies»
I sommozzatori della polizia erano impegnati nella ricerca dei due nuotatori scomparsi, quando hanno rinvenuto un corpo.
SVIZZERA
4 ore
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
ZURIGO
4 ore
Un uomo trovato morto per strada
Le forze dell'ordine zurighesi presumono si tratti di omicidio e cercano testimoni.
ARGOVIA
5 ore
Esce di strada e scappa, 17enne riconsegna il patentino
Il giovane, in preda ai fumi dell'alcol, disponeva di una licenza per allievo conducente, ma non era accompagnato.
SVIZZERA
6 ore
«La Svizzera offrì 1,25 milioni per liberarci»
Daniela Widmer è tornata a parlare del sequestro di cui fu vittima nel 2011 mentre si trovava in Pakistan col fidanzato.
FOTO
TURGOVIA
6 ore
Si tuffano nel Reno e non riemergono più
Una donna di 23 anni e un uomo di 28 risultano dispersi da ieri sera.
SVIZZERA
6 ore
Crisi cardiache: per paura del virus si muore a casa
Il picco è stato raggiunto durante il primo lockdown. Una situazione che rischia di ripetersi
FOTO E VIDEO
SVIZZERA / STATI UNITI
16 ore
New York: Cassis inaugura un maxi affresco all'ONU
Lo ha realizzato l'artista Saype e rappresenta due bambini intenti a costruire il futuro
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile