Keystone - foto d'archivio
ZURIGO
24.07.19 - 11:380

La volpe colpisce ancora, ma stavolta viene uccisa

Aveva morso una paziente in una stanza al piano terra dell'ospedale universitario. Poi ha scelto la gamba di un dipendente in pausa nel parco

ZURIGO - La scorsa settimana si era introdotta nell’ospedale universitario e aveva morso una paziente al braccio, ma la seconda “apparizione troppo ravvicinata” con una persona le è costata la vita. La volpe di Zurigo è stata uccisa da un guardiacaccia.

Lo riferisce il Blick, secondo cui lunedì l’animale ha colpito ancora, mordendo alla gamba un dipendente dell’ospedale che si trovava seduto a uno dei tavoli posti nel parco adiacente al nosocomio.

La volpe è stata circondata dagli agenti del servizio di sicurezza dell’ospedale, che hanno allertato il guardiacaccia. Giunto sul posto, quest’ultimo l’ha abbattuta.

In realtà, non è noto se si tratti della stessa volpe che giorni prima si era introdotta nel nosocomio passando da una porta del balcone rimasta aperta, alla ricerca di un po' di fresco. A Zurigo vivono infatti molte volpi. La direzione dell’ospedale aveva però invitato pazienti e dipendenti che si recano nel parco a non dare da mangiare agli animali, ma pure a segnalare alla struttura ogni eventuale incidente.

Questa volta, però, la volpe ci ha rimesso la vita.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / STATI UNITI
1 ora
«Al lavoro per un mondo più resiliente e più giusto»
Il presidente della Confederazione ha parlato alla 76esima Assemblea generale dell'Onu
FOTO
VAUD
3 ore
2000 in piazza a Losanna contro il certificato Covid all'università
La manifestazione non era autorizzata ma si è svolta senza problemi
FOTO
SVIZZERA
3 ore
I raduni per protestare contro la violenza della polizia
I raduni sono avvenuti su appello del collettivo "Exit Racism Now"
ZURIGO
4 ore
Parmelin vuole giornate lavorative di 15 ore e più lavoro domenicale
Il ministro dell'Economia ha presentato un “compromesso” relativo alla legge sull'orario di lavoro.
SVIZZERA
6 ore
La cultura vuole ancora i test gratuiti
Secondo gli esponenti del settore si è ancora lontani dalla normalità e dal 1° ottobre potrebbe esserci un peggioramento.
SVIZZERA
6 ore
GastroSuisse pretende l'indennizzo
I presidenti delle 26 sezioni cantonali auspicano inoltre un rapido piano di uscita dalla pandemia.
SVIZZERA
7 ore
Condannati tre manifestanti in bici
Avevano partecipato a una manifestazione a maggio 2020, infrangendo le norme anti-Covid
SVIZZERA
9 ore
«La Confederazione paghi i test»
Lo chiedono gli studenti universitari, in una lettera diffusa oggi
SVIZZERA
10 ore
Il detenuto Carlos è quasi un brand
Sul web si vendono magliette dedicate a lui. Giocattoli e altri gadget. L'iniziativa di un collettivo di artisti
SVIZZERA
10 ore
Infezioni e ricoveri: «La situazione si sta calmando»
Si è tenuta oggi la conferenza stampa degli esperti della Confederazione sull'evoluzione epidemiologica in Svizzera.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile