TiPress - foto d'archivio
ZURIGO
16.07.19 - 12:060

Violentò una ragazza, 9 anni ed espulsione dalla Svizzera

Dopo lo stupro, cercò di cancellare le tracce a suo carico e di fuggire in Italia, ma fu arrestato. Fra il 2011 e il 2014 ha subito 11 condanne in Svizzera, ma anche prima in Italia

ZURIGO - Nove anni di detenzione ed espulsione dalla Svizzera per 15 anni per un richiedente asilo siriano di 32 anni che nel settembre di un anno fa si introdusse nell'appartamento di una giovane donna a Zurigo e la violentò.

La sentenza del Tribunale distrettuale di Zurigo, che ha riconosciuto l'uomo colpevole di violenza carnale, lesioni personali e violazione di domicilio, è stata pubblicata oggi e non è ancora definitiva. Nel corso del dibattimento, che si è tenuto la scorsa settimana, l'imputato ha annunciato che avrebbe fatto appello.

I fatti risalgono al 7 settembre 2018. Intorno alle 7:30 del mattino l'imputato si introdusse nell'appartamento di una studentessa di 30 anni, nel quartiere della Langstrasse a Zurigo, aggredendola e abusando ripetutamente di lei. L'uomo ammette di essere stato lì in quel momento, ma contesta la versione della vittima.

Il tribunale è tuttavia arrivato alla conclusione che le accuse mosse dalla giovane donna sono assolutamente «credibili e convincenti», soprattutto se si tiene conto degli elementi di prova raccolti sulla scena del delitto e delle ferite riportate dalla donna.

L'imputato ha agito a sangue freddo, sottolinea il tribunale nella sentenza. Dopo lo stupro, cercò di cancellare le tracce a suo carico e di fuggire in Italia, ma fu arrestato. L'uomo - che a quanto ha dichiarato in aula è nato in Siria e prima di arrivare in Svizzera ha vissuto in Turchia, Tunisia e per quasi dieci anni in Italia - è pluripregiudicato: fra il 2011 e il 2014 ha subito 11 condanne in Svizzera, per furti, ma anche per un'aggressione in un centro per richiedenti asilo glaronese. Anche in Italia è stato condannato a quattro riprese per tentate rapine.

Lo stupro di un anno fa è avvenuto durante la sospensione di condizionale di una precedente condanna. Per questo il tribunale lo considera una minaccia per la sicurezza pubblica e ha deciso che sarà espulso dalla Svizzera per un periodo di 15 anni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
2 ore

Muore urtato da treno regionale LEB

L'anziano stava camminando fuori da un passaggio pedonale. Inutile l'intervento dei soccorsi

SVIZZERA
2 ore

I jet svizzeri scortano il governo russo per ospitalità

Per circa cinque minuti le forze aeree hanno affiancato il velivolo governativo. Ma si tratta di controlli di routine

VAUD / BASILEA CITTÀ
4 ore

Bimbo ucciso con una pugnalata, la 75enne resta in carcere

Respinto il ricorso a causa del rischio di recidiva

SVIZZERA
6 ore

Sempre più stress sul posto di lavoro: «Emotivamente esausti»

Tale fenomeno è particolarmente accentuato per i lavoratori con meno di 30 anni

SVIZZERA
6 ore

Sei in assistenza? Il tuo nome sarà pubblico

Il Parlamento discuterà la proposta il prossimo autunno. Il deputato PS Cédric Wermuth si dice contrario: lo Stato, secondo lui, deve proteggere le persone meno abbienti

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile