Tipress (archivio)
Quello del 2018 è un tragico record per gli ultimi anni. Nel 2015 gli incidenti mortali furono due.
SVIZZERA
09.07.19 - 12:160

Cinque operai morti sui binari nel 2018, le FFS nel mirino

I sindacati puntano il dito sui processi produttivi dell'ex regia federale. L'azienda però respinge le critiche

BERNA - Cinque operai attivi nella manutenzione dei binari sono morti l'anno scorso sulla rete FFS: i rappresentanti del lavoratori puntano il dito contro i processi produttivi delle Ferrovie federali, ma l'azienda respinge le critiche.

Quello del 2018 è un tragico record per gli ultimi anni: nel 2015 gli incidenti mortali erano stati due, riferisce il "Blick", che al tema dedica oggi un ampio dossier.

Il Sindacato del personale dei trasporti (SEV), per bocca del suo caposettore Urs Huber, critica le Ferrovie federali: nel ramo infrastruttura l'impresa continua a ristrutturare e i dipendenti devono assumere nuovi compiti. «Questo pregiudica la sicurezza dei cantieri». Spesso la pianificazione è carente, occorre poi correggere in un secondo tempo.

Secondo Huber si gioca inoltre con i tempi di lavoro: soprattutto le ditte private prestano poca attenzione ai tempi di riposo. «Questo è pericoloso, perché lavorare mentre di fianco sfrecciano i treni necessita della massima concentrazione». Il minimo errore può rivelarsi fatale.

Anche il caporedattore della rivista specializzata Schweizer Eisenbahn-Revue Walter von Andrian è critico riguardo alle ristrutturazioni in seno alle FFS. «Processi bene oliati vengono gettati alle ortiche e la pressione è fortemente aumentata». Molte conoscenze sono andate perdute. «Le FFS riuniscono sempre più lavoro in tempi sempre più ridotti».

Le Ferrovie federali rimandano le accuse al mittente. Nell'ambito di ogni riorganizzazione la sicurezza è sempre stata al primo posto, ha detto un portavoce al "Blick". Resta però sempre un rischio di fondo: purtroppo non è possibile eliminare completamente gli incidenti sul lavoro. Questi sono comunque diminuiti del 2,8% in media negli ultimi dieci anni.

Per Huber invece la direzione del gruppo guidato dal presidente della direzione Andreas Meyer ha perso il contatto con i suoi operai. «Le FFS si rendono spesso poco conto dell'effetto delle ristrutturazioni sulla base».

In futuro l'impresa appalterà comunque i lavori sempre più spesso all'esterno: entro il 2025 le aziende private avranno la responsabilità delle metà dei cantieri sui binari, spiega il quotidiano. Obiettivo è risparmiare. Secondo la testata questo processo di esternalizzazione difficilmente avrà effetti positivi sulla sicurezza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Stop alle telefonate delle assicurazioni
È stato raggiunto un accordo riguardo al telemarketing come pure per il pagamento di provvigioni agli intermediari
GRIGIONI
6 ore
È stato un WEF «pacifico»
Dal punsto di vista della sicurezza, le autorità forniscono un bilancio positivo del cinquanesimo Forum
VAUD
7 ore
«C'è una bomba», falso allarme all'ospedale di Payerne
Un uomo non identificato ha fatto scattare un importante dispositivo di sicurezza. La polizia: «Nessuno è stato in pericolo»
SVIZZERA
9 ore
«Occorre preparare il terreno per la crescita»
Il compito assegnato alla Banca centrale europea è «garantire la stabilità finanziaria e dei prezzi nell'economia», spiega Christine Lagarde
FOTO
GRIGIONI
10 ore
In pochi in piazza insieme a Greta a Davos
Solo alcune dozzine di attivisti hanno preso parte al flash mob organizzato nella località che ospita il Forum economico mondiale
FOTO
SAN GALLO
11 ore
Fece esplodere una drogheria a Freiburg, lo cercano anche in Svizzera
L'uomo è latitante da mesi, per il suo misterioso attentato dinamitardo potrebbe aver indossato un travestimento
GRIGIONI
12 ore
WEF, spazio aereo violato una sola volta
Un piccolo velivolo da turismo è entrato nella zona "off limits", in territorio italiano, due giorni fa
ZURIGO
12 ore
«I bonus non hanno senso, le banche svizzere sono indietro di anni»
A lanciare l'accusa è un imprenditore olandese di base a Zurigo: «Chi viene per i soldi, se ne va per i soldi»
SVIZZERA
15 ore
Givaudan: vendite e utili in crescita anche nel 2019
Agli azionisti verrà proposto un dividendo di 62 franchi, 2 in più che per l'esercizio precedente
ZURIGO
16 ore
Nel corso del processo scatta la rissa
Il padre di un 35enne accusato di omicidio avrebbe tirato un pugno all'altro imputato durante una pausa
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile