Keystone (archivio)
VAUD
26.06.19 - 12:030

Amanti volevano avvelenare il marito, il caso è da riesaminare

Il Tribunale federale (TF) ha infatti accolto il ricorso dei due, basato su lacune nella perizia medico-legale

LOSANNA - Il Tribunale cantonale di Zugo deve riesaminare il caso di una coppia di amanti giudicata colpevole del tentato assassinio del marito di lei con forti quantità di analgesici. Il Tribunale federale (TF) ha infatti accolto il ricorso dei due, basato su lacune nella perizia medico-legale.

In una sentenza pubblicata oggi, la suprema corte con sede a Losanna afferma che il tribunale di grado inferiore è caduto nell'arbitrario: si è basato su una perizia inconcludente per la quantità di paracetamolo somministrato segretamente tra il 2015 e il 2016 e ha rinunciato a raccogliere le necessarie prove scientifiche supplementari. In tal modo è stato violato il diritto federale e i ricorsi dei due amanti sono quindi fondati. Di conseguenza, il Tribunale cantonale deve effettuare una nuova valutazione.

Nel dicembre del 2017 il Tribunale penale di Zugo aveva condannato a 11 anni di prigione la donna, una rumena di formazione economista, allora 39enne. L'uomo, uno svizzero, era stato condannato a 13 anni e 7 mesi di detenzione, oltre a una pena pecuniaria con la condizionale e a una multa per altri reati minori (abuso di un impianto per l'elaborazione di dati, ripetuta falsità in documenti, infrazione alla legge sulle armi e ripetuta contravvenzione alla legge federale sugli stupefacenti).

Un anno dopo il Tribunale cantonale ha confermato la condanna per tentato assassinio, riducendo però le pene a rispettivamente 10 anni e 10 anni e 8 mesi.

In varie perizie gli esperti forensi avevano riscontrato nei capelli della vittima diversi valori della concentrazione di paracetamolo. L'antidolorifico somministrato al marito ad alte concentrazioni (circa 5 grammi al giorno) e per lungo tempo avrebbe dovuto provocargli un'insufficienza renale o epatica fatale. L'uomo, che era anche un gran bevitore, è sopravvissuto ai tentativi di avvelenamento. È deceduto all'età di 51 anni nel dicembre del 2017, pochi giorni prima della condanna dei due amanti.

Un primo rapporto aveva rilevato un tasso di 100'000 picogrammi per microgrammi (pg/mg), uno seguente di 35'000 pg/mg. E infine i giudici di Zugo avevano tenuto in considerazione un valore di 24'000 pg/mg, che l'Istituto di medicina legale dell'Università di Zurigo (IRMZ) riteneva un livello sicuramente raggiunto.

I difensori dei due imputati hanno chiesto l'assoluzione per mancanza di prove. Davanti al Tribunale federale, hanno contestato il valore probatorio delle conclusioni dell'IRMZ.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«In arrivo un'ondata di fallimenti»
È cupa la previsione di Heinz Karrer, Presidente di economiesuisse
GLARONA
1 ora
La terra trema ripetutamente nelle Alpi glaronesi
La scossa più forte è stata avvertita nella giornata di martedì
GINEVRA
1 ora
«Covid-19 come la peste, non finirà mai»
«La medicina ha fatto una figuraccia; sbagliato dare agli scienziati un credito illimitato».
VAUD
10 ore
Con l'app di tracciamento l'attenzione sulla Svizzera è alta
Il sistema decentralizzato DP-3T attira l'attenzione di molti paesi per la protezione della privacy
SVIZZERA
12 ore
Telelavoro: detective a caccia di dipendenti indisciplinati
Non mancano le aziende che chiedono ad agenzie investigative di sorvegliare i propri collaboratori
SVIZZERA
17 ore
"Mister Covid-19" esce di scena: «È un buon momento per partire»
Dopo alcuni mesi di "lavoro straordinario", Daniel Koch va in pensione «con sentimenti positivi».
ZURIGO
18 ore
Aeroporti e compagnie aeree pronti alla grande ripresa dei viaggi
Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane
SVIZZERA
19 ore
Helvetas: donazioni da record nel 2019, ma occhio al Covid
Grazie ai donatori, l'anno scorso Helvetas ha potuto aiutare 3,8 milioni di persone
GINEVRA
19 ore
EasyJet: «I dipendenti sono sotto shock»
I sindacati deplorano l'annuncio, definito «brutale», della soppressione degli impieghi
SVIZZERA
19 ore
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile