Keystone
BERNA
19.06.19 - 14:070

Avvocato Zölch accusato di truffa

L'ex marito di una consigliera di Stato avrebbe ripetutamente chiesto prestiti con l'intenzione di arricchirsi illegalmente, rilasciando false dichiarazioni sulla sua situazione patrimoniale

BERNA - L'avvocato bernese Franz A. Zölch, già presidente della Lega nazionale di hockey dal 1995 al 2006 e fino al 2005 marito di una consigliera di Stato discussa per il governo federale, è accusato da un procuratore pubblico di Berna di truffa per mestiere.

Zölch avrebbe ripetutamente chiesto prestiti fino a cinque o sei cifre ad amici e conoscenti con l'intenzione di arricchirsi illegalmente, rilasciando false dichiarazioni sulla sua situazione patrimoniale. Non avrebbe detto, ad esempio, che contro di lui erano in corso precetti esecutivi, indica l'atto d'accusa, di cui ha dato notizia ieri sul suo sito web la "Comunità di interessi dei danneggiati da Zölch" (IGZG nella sigla tedesca), subito ripresa dalla "Berner Zeitung".

L'agenzia di stampa Keystone-ATS ha potuto ottenere conferma dalla Procura bernese e prendere visione dell'atto d'accusa.

Il 70enne imputato, che è stato un "giurista dei media" noto a livello nazionale e anche brigadiere nell'esercito svizzero, è l'ex marito di Elisabeth Zölch, consigliera nazionale dal 1987 al 1994, poi per tre legislature consigliera di Stato bernese, prima donna dell'UDC ad entrare in un esecutivo cantonale. Nel 2000 era stata anche avanzata la sua candidatura alla successione di Adolf Ogi in Consiglio federale, ma l'interessata aveva poi rinunciato. I due avevano divorziato nel 2005 e negli anni successivi erano cominciati i suoi problemi finanziari, finiti sulla stampa dal 2008.

Martin Gärtl, legale di Franz Zölch, interpellato da Keystone-ATS, ha dichiarato che il suo cliente non contesta di dovere dei soldi alle persone menzionate nell'atto d'accusa. Zölch era tuttavia convinto di poterli restituire. Secondo il legale, non sussiste dunque la condizione per una condanna per truffa secondo l'articolo 146 del Codice penale, ossia l'"inganno con astuzia". A suo avviso, i rimproveri sono da chiarire non in sede di diritto penale ma di diritto civile.

Per la truffa, il Codice penale commina una pena detentiva sino a cinque anni o una pena pecuniaria. Per chi "fa mestiere della truffa" la pena può andare fino a 10 anni di carcere o a una pena pecuniaria non inferiore a 90 aliquote giornaliere. Zölch è anche accusato in subordine di tentata truffa (per casi nei quali non era riuscito a farsi concedere prestiti) e di distrazione di valori patrimoniali sottoposti a procedimento giudiziale.

Secondo quanto indica la IGZG, l'atto d'accusa inviato il 12 giugno 2019 dalla Procura al Tribunale regionale di Berna-Mittelland fa seguito ad oltre quattro anni di inchiesta dopo diverse denunce penali di persone danneggiate. La comunità di interessi ha allestito un sito web per "informazione del pubblico sui dubbi comportamenti finanziari" di Franz A. Zölch.

Zölch avrebbe già dovuto comparire in tribunale a Thun nel 2015. Aveva infatti presentato ricorso contro un decreto d'accusa della Procura dell'Oberland bernese, che lo aveva condannato per truffa a una pena pecuniaria con la condizionale di 10'000 franchi e a una multa di 2000 franchi. Poco prima dell'udienza lo aveva però ritirato, facendo così saltare il processo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GERMANIA/SVIZZERA
5 ore

In macchina con i nonni, muore bimbo svizzero di 9 anni

La loro macchina è stata violentemente tamponata mentre viaggiavano in autostrada a sud di Monaco di Baviera

ELEZIONI FEDERALI 2019
5 ore

«Bisogna firmare l'accordo quadro con l'Unione europea»

Così Jürg Grossen, presidente nazionale dei Verdi liberali. All'imminente appuntamento elettorale, il partito potrebbe crescere

SAN GALLO / TURGOVIA
9 ore

8 colpi e 800'000 franchi di bottino, catturato l'uomo mascherato

Davanti alla procura il 26enne ha confessato di essere l'artefice delle varie rapine compiute ai danni di banche e distributori di benzina nella Svizzera orientale negli ultimi anni

SVIZZERA
9 ore

Roger e Xenia non hanno fatto pubblicità occulta

La Commissione svizzera per la lealtà ha risposto al reclamo presentato dall'associazione svizzero-tedesca di protezione dei consumatori

FOTO
ZURIGO
11 ore

Esperimenti sui cani, l'Uni si difende: «Non sapevamo nulla»

La ZHAW di Zurigo dichiara di non essere a conoscenza dei test effettuati in un laboratorio tedesco che agiva su mandato di un'azienda farmaceutica che collaborava con la scuola: «Test inaccettabili»

SVIZZERA
11 ore

Quasi 40'000 firme contro il 5G

Una petizione che chiede una moratoria sullo sviluppo della tecnologia mobile è stata depositata oggi presso il Dipartimento federale delle comunicazioni

SVIZZERA
12 ore

Deal o No-Deal: la Svizzera è preparata alla Brexit

Cinque accordi sono stati elaborati con il Regno Unito che verrebbero applicati a partire dal momento in cui le intese bilaterali tra Berna e Londra non saranno più valide

SAN GALLO
13 ore

Quella fattoria è fuori dal mondo, anche per la Posta

Nell'estate 2016, il gigante giallo aveva informato un contadino che non gli avrebbe più consegnato pacchi e lettere al domicilio. L'uomo ha fatto ricorso, invano.

LUCERNA
15 ore

Maxi tamponamento in galleria, nove feriti

In tutto sono una decina i veicoli coinvolti nell'incidente avvenuto stamattina nel tunnel di Eich

SVIZZERA
16 ore

Le banconote svizzere non piacciono ai falsari

Il 2018 si è rivelato un anno record, con sole 1200 banconote false rilevate in totale, dal valore nominale di 208'140 franchi. Nel 2001 il valore si attestava a oltre 65 milioni di franchi

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile