Depositphotos (EdZbarzhyvetsky)
ZURIGO
08.06.19 - 12:410
Aggiornamento : 13:04

Una giornalista su due vittima di molestie sul lavoro

Gli aggressori sono superiori, colleghi, politici, sportivi o consulenti di ogni tipo. I responsabili raramente vengono puniti

ZURIGO - Una giornalista su due è stata vittima di molestie sessuali sul lavoro, stando ad un'inchiesta condotta tra i professionisti dei media in Svizzera. I responsabili raramente vengono puniti. Le donne all'inizio della loro carriera risultato particolarmente a rischio.

244 donne (53% degli intervistati) e 34 uomini (11%) hanno segnalato abusi o molestie sessuali nell'esercizio della loro professione, afferma l'unità investigativa di Tamedia. Gli aggressori sono superiori, colleghi, politici, sportivi o consulenti di ogni tipo.

Lo studio, che ha raccolto numerose testimonianze anonime, non è rappresentativo, ma censisce centinaia di casi dettagliati, sufficienti a"riempire un libro di 220 pagine", scrivono i giornali del gruppo Tamedia. A titolo di paragone, indagini analoghe condotte dalla Segreteria di Stato dell'economia (Seco) e da Amnesty International avevano concluso che circa il 30% delle donne era vittima di molestie sul posto di lavoro.

Il questionario è stato inviato a 3429 professionisti dei media nella Svizzera tedesca e francese e 755 hanno risposto. La stragrande maggioranza dei giornalisti ha denunciato molestie verbali, come commenti offensivi, sessisti o barzellette a sfondo sessuale. In circa 40 casi sono stati denunciati palpeggiamenti.

Una trentina di intervistati ha parlato di molestie tramite messaggi o e-mail, e ventitré sono stati vittime di molestie sessuali senza contatto fisico (in particolare esibizionismo). In molti casi, si trattava di superiori che promettevano promozioni.

158 donne hanno riferito di aver informato i loro colleghi, amici o familiari. Ventisette non ne hanno parlato a nessuno. Solo 15 donne l'hanno denunciato a un mediatore esterno o alla polizia, rivela l'indagine. Quarantaquattro donne non hanno risposto alla domanda.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
fakocer 11 mesi fa su tio
Manca un accenno del cospicuo numero di quelle che hanno considerato la molestia una "galanterìa aziendale" e si sono piazzate in posizioni altrimenti impensabili.
Dante Alberto Benzi 11 mesi fa su fb
Meglio evitare le giornaliste allora , s scanso di guai
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
30 min
Il neonato è morto di coronavirus?
Il piccolo è risultato positivo al virus, ma sarebbe morto a causa di una grave malattia neurologica
ZURIGO
1 ora
Swiss non segue le raccomandazioni per il Covid
Se mostri sintomi da Coronavirus, dovresti poter riprenotare il volo o ottenere un rimborso.
ZURIGO
5 ore
Rubava carte di credito agli anziani, e si comprava di tutto
È arrivata a spendere fino a 10.000 franchi
SVIZZERA
6 ore
Weight Watchers, saltano oltre 100 posti di lavoro
L'obiettivo dell'azienda è di riorientare verso l'online i propri servizi. Secondo Unia, è una misura «brutale»
SVIZZERA
7 ore
Soldati "congedati" nell'operazione Covid-19
Hanno svolto 280 incarichi in tutta la Svizzera. 5'000 militari, 300mila giorni di servizio
SVIZZERA
7 ore
Richiamo per un lotto del farmaco Algifor Liquid Caps
Le confezioni coinvolte contengono un altro medicinale e verranno sostituite gratuitamente
BERNA
9 ore
Kuster: «Morto il primo bambino contagiato da Coronavirus»
I dati odierni: «32 nuovi casi. Il numero più alto della settimana»
SVIZZERA
11 ore
La crisi affligge anche il cioccolato, licenziamenti da Läderach
La chiusura dei negozi e l'assenza di turisti hanno pesato molto sul fatturato dell'azienda
BERNA
12 ore
Duplice omicidio di Spiez: «L'autore sarà internato»
Nel 2013 l'uomo uccise barbaramente il direttore di un istituto pedagogico minorile e la sua compagna.
ZURIGO
12 ore
«Segnalare un problema non è tradimento»
Il Cda dell'ospedale universitario ha deciso di creare una struttura esterna per proteggere i dipendenti che denunciano.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile