Keystone
ZURIGO
04.06.19 - 22:560

L'ex moglie dello sparatore: «Non era un mostro»

Il delitto avvenuto venerdì mattina al Kreis 3 ha connotati passionali. La donna uccisa aveva da poco lasciato il proprio carnefice dopo una storia durata 11 anni

ZURIGO - La tragica presa di ostaggi nel Kreis 3 di Zurigo - che venerdì ha provocato la morte di due donne di 34 e 38 anni e quella del loro aguzzino, uno svizzero di 60 anni - ha creato sgomento in tutto il Paese. Il delitto - secondo quanto appurato dalle indagini - è frutto di una storia d'amore finita male. La 34enne aveva infatti da poco lasciato l'uomo ed era andata a vivere insieme all'amica. Una decisione che è costata la vita ad entrambe.

«Non era un mostro» - L'uomo - autore del folle gesto passionale - prima di conoscere la sua futura vittima era sposato con un'altra donna. E proprio la ex moglie, sulle colonne del Blick, esprime tutto il suo sconcerto. «Non voglio certo giustificare quello che ha fatto, ma il mio ex marito non era un mostro».

Colpo di fulmine e divorzio - La donna di 58 anni continua il suo racconto spiegando che il 60enne aveva conosciuto la 34enne 11 anni fa, quando loro erano ancora sposati. Per quattro anni la ex moglie ha tollerato l'infedeltà del marito prima di lasciarlo definitivamente e ricostruirsi una nuova vita. «Avevo capito che l'amava, perciò ho deciso di chiudere».

«Le ha dato tutto» - Ma nonostante il loro passato complicato, i due si erano tenuti in contatto a causa della custodia di loro figlio. La 58enne ricorda come l'ex marito abbia dato tantissimo alla giovane compagna: «Le ha pagato la formazione come infermiera, le vacanze e persino l'appartamento. Aveva pure intestato a lei le sue due aziende». Secondo la ex moglie, la donna ha interrotto bruscamente la relazione circa un mese fa. «Gliel'ha detto via SMS. Era distrutto perché l'amava alla follia».

Il messaggio prima del dramma - La donna ricorda di aver ricevuto un ultimo messaggio dall'ex marito il giorno prima della tragedia. «Mi ha chiesto se potevo prendermi cura del suo cane se gli fosse capitato qualcosa». La ex moglie, sapendo che in passato  aveva sofferto di cuore, non ha fatto domande. «Ma con il senno di poi avrei potuto aspettarmi il dramma di venerdì».

Keystone
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
3 ore
Minacce con il coltello e furti notturni, è paura in riva al lago
Diverse persone sono state derubate lo scorso mese nei pressi di un centro autogestito a Ginevra. La polizia al momento brancola nel buio
FRIBURGO
5 ore
Le donne sono considerate meno competenti degli uomini
Nessuna evoluzione in 50 anni nei campi considerati tipicamente maschili
BERNA
8 ore
Auto elettriche: un automobilista svizzero su due è interessato a comprarne una
Lo rivela un sondaggio pubblicato dal TCS. Gli interpellati sperano che l'uso di questi veicoli protegga di più l'ambiente
SVIZZERA
9 ore
«Non c'è nemmeno spazio per uno zaino»
L'associazione traffico e ambiente stima che negli ultimi anni lo spazio per i bagagli sui treni FFS sia diminuito drasticamente
SVIZZERA
11 ore
UBS: il piano di Ermotti è di rimanere in carica fino al 2021?
Completando così 10 anni da CEO. In 8 anni alla guida di Ubs il manager ha guadagnato come un ticinese in 1400 anni
SVIZZERA
13 ore
Prima disoccupati, poi precari
Una persona su due dopo la disoccupazione trova un impiego pagato peggio, a tempo parziale o su chiamata. Lo dicono i dati dell'UST
FOTO E VIDEO
SAN GALLO
13 ore
È morta la donna travolta dal Piranha dell’esercito
L’auto sulla quale si trova l’anziana si è scontrata con un blindato. Illesi invece i militari
SVIZZERA
15 ore
Se la ricerca di lavoro è lunga, ecco come farcela al meglio
Stando a uno studio recente della compagnia di recruting americana Randstad, il tempo medio di ricerca di un nuovo lavoro si attesta attorno ai 5 mesi
ZURIGO
15 ore
Guasto all'Eurocity: passeggeri evacuati e oltre 3 ore di ritardo
Il treno proveniente da Milano si è fermato poco prima delle 19.00 nei pressi di Sihlbrugg paralizzando la tratta ferroviaria tra Zugo e Thalwil
GRIGIONI
23 ore
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile