Keystone
ZURIGO
04.06.19 - 22:560

L'ex moglie dello sparatore: «Non era un mostro»

Il delitto avvenuto venerdì mattina al Kreis 3 ha connotati passionali. La donna uccisa aveva da poco lasciato il proprio carnefice dopo una storia durata 11 anni

ZURIGO - La tragica presa di ostaggi nel Kreis 3 di Zurigo - che venerdì ha provocato la morte di due donne di 34 e 38 anni e quella del loro aguzzino, uno svizzero di 60 anni - ha creato sgomento in tutto il Paese. Il delitto - secondo quanto appurato dalle indagini - è frutto di una storia d'amore finita male. La 34enne aveva infatti da poco lasciato l'uomo ed era andata a vivere insieme all'amica. Una decisione che è costata la vita ad entrambe.

«Non era un mostro» - L'uomo - autore del folle gesto passionale - prima di conoscere la sua futura vittima era sposato con un'altra donna. E proprio la ex moglie, sulle colonne del Blick, esprime tutto il suo sconcerto. «Non voglio certo giustificare quello che ha fatto, ma il mio ex marito non era un mostro».

Colpo di fulmine e divorzio - La donna di 58 anni continua il suo racconto spiegando che il 60enne aveva conosciuto la 34enne 11 anni fa, quando loro erano ancora sposati. Per quattro anni la ex moglie ha tollerato l'infedeltà del marito prima di lasciarlo definitivamente e ricostruirsi una nuova vita. «Avevo capito che l'amava, perciò ho deciso di chiudere».

«Le ha dato tutto» - Ma nonostante il loro passato complicato, i due si erano tenuti in contatto a causa della custodia di loro figlio. La 58enne ricorda come l'ex marito abbia dato tantissimo alla giovane compagna: «Le ha pagato la formazione come infermiera, le vacanze e persino l'appartamento. Aveva pure intestato a lei le sue due aziende». Secondo la ex moglie, la donna ha interrotto bruscamente la relazione circa un mese fa. «Gliel'ha detto via SMS. Era distrutto perché l'amava alla follia».

Il messaggio prima del dramma - La donna ricorda di aver ricevuto un ultimo messaggio dall'ex marito il giorno prima della tragedia. «Mi ha chiesto se potevo prendermi cura del suo cane se gli fosse capitato qualcosa». La ex moglie, sapendo che in passato  aveva sofferto di cuore, non ha fatto domande. «Ma con il senno di poi avrei potuto aspettarmi il dramma di venerdì».

Keystone
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Vaccinare i giovani? «La priorità restano le persone a rischio»
Lo ha detto la responsabile Sezione malattie infettive dell'UFSP sollecitata in conferenza stampa
SVIZZERA
3 ore
Oltre 200mila vaccinazioni in una settimana
È la prima volta che si supera questa soglia da quando sono iniziate le somministrazioni.
SVIZZERA
3 ore
Altri 2 241 contagi in Svizzera, 10 morti
Altre 82 persone sono state ricoverate in ospedale. Il bollettino dell'UFSP
SVIZZERA
4 ore
Col covid gli adolescenti hanno riscoperto la TV
Per il 61% di loro la "vecchia" televisione è stata fra le principali fonti d'informazione.
FOTO
SVIZZERA
4 ore
Due monete svizzere nel Guinness dei primati
La Zecca federale Swissmint ha portato a casa due record mondiali per la numismatica.
ZURIGO
5 ore
Non tutti i medici di famiglia vogliono vaccinare, si rischiano ritardi
Pesa, da una parte, la retribuzione forfettaria garantita a ogni dose somministrata.
BERNA
7 ore
Protezione contro il terrorismo, in attesa del referendum
Nel settembre 2020 il Parlamento ha adottato la legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo (MPT).
FOTO E VIDEO
BASILEA CITTÀ
7 ore
«Ma quale Banksy, siamo stati noi»
Il movimento Sciopero per il clima rivendica l'apparizione del "Banker with Cigar" all'esposizione presso la Halle 5
SVIZZERA
9 ore
AI e reinserimento nel mondo del lavoro: troppe differenze tra cantoni
Nella Svizzera romanda e in Ticino la quota di rendite accordate supera di almeno il 27% la media nazionale.
SVIZZERA
9 ore
«La politica ordini subito il farmaco di Roche»
Berna sta attualmente negoziando una fornitura, mentre la Germania si è già assicurata l'accesso al medicamento.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile