Depositphotos (archivio)
L'uomo è stato arrestato in una nota struttura sul lago di Caldaro.
ITALIA / SVIZZERA
25.04.19 - 14:550
Aggiornamento : 18:08

Truffa aggravata, latitante svizzero "incastrato" dalla vacanza

Il 71enne è stato individuato in un hotel in Alto Adige. Sulla sua testa pendeva un mandato di arresto europeo spiccato dalle autorità austriache

BOLZANO - Sulla sua testa pendeva un mandato di arresto europeo. Il richiamo delle vacanze però deve essere stato troppo forte per un 71enne svizzero, arrestato martedì mentre alloggiava in un hotel sul lago di Caldaro, nell’Alto Adige.

Ricercato per truffa aggravata dalle autorità austriache, l’uomo - come riferiscono i media della regione - è stato individuato dagli agenti della Questura di Bolzano attraverso il controllo delle schedine alloggiati che viene effettuato per monitorare l’afflusso turistico.

Il latitante elvetico è stato quindi condotto alla Casa Circondariale locale e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria, che dovrà pronunciarsi in merito ad una sua estradizione verso l’Austria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VIDEO
ZURIGO
13 min

Paura in centro, incapucciati e con le catene di acciaio

Un gruppo di teppisti contro alcune persone che stavano festeggiando l’addio al nubilato. Sangue, feriti e tafferugli in un sabato pomeriggio a Niederdorf

FOTO
BASILEA CITTÀ
2 ore

Maxi rissa a Basilea, quattro feriti

La polizia ha arrestato sette persone di età compresa tra i 19 e i 44 anni: due kosovari, due algerini, un macedone, un serbo e un libico

ZUGO
2 ore

Quando il bottino ammonta a 1'200 bastoni di hockey

Strana rapina giovedì notte nel canton Zugo. Due malviventi hanno assaltato un negozio di sport a Baar, ma non sono riusciti a fuggire con il malloppo per l'intervento della polizia

VIDEO
BERNA / VALLESE
4 ore

Una valanga di nebbia sul Grimsel, la natura è affascinante

Secondo il meteorologo «sono create da masse di aria fredda sufficientemente umide e vento che soffia perpendicolare a una catena montuosa»

BASILEA /THAILANDIA
15 ore

Pedofilo basilese viene graziato dal Re thailandese e si volatilizza

L'uomo era stato condannato a 5 anni e 11 mesi di carcere. Ma la grazia ricevuta nel Paese asiatico, in cui vive da 20 anni, non è valida in Svizzera

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile