20 minuten
Violento crimine nel pomeriggio a Basilea
BASILEA CITTÀ
21.03.19 - 18:020
Aggiornamento : 21:37

Ferite al collo per il bambino ucciso dalla 75enne

Dietro l'aggressione forse un precedente litigio. Non sono chiari eventuali legami tra i due. Il bambino avrebbe origini albanesi

BASILEA - Ferite al collo e, forse, un litigio precedente. Sono i pochi elementi che vanno ad aggiungersi ai drammatici fatti verificatisi a Basilea sul St. Galler-Ring. Qui, poco dopo mezzogiorno, una donna di 75 anni ha pugnalato un ragazzino di 7 in mezzo alla strada. A ritrovare il bambino è stata la sua insegnante, di passaggio in bicicletta mentre stava tornando a casa.

Vani i tentativi di rianimare il piccolo, deceduto poco più tardi al pronto soccorso dell'ospedale pediatrico dell'Università di Basilea, nonostante il tentativo disperato di operarlo per salvargli la vita.

La donna, come già riferito, si è consegnata di sua spontanea volontà alle autorità. In queste ore è in corso l'interrogatorio di polizia che servirà a chiarire le ragioni dietro al folle gesto. Sul posto, invece, è già intervenuta la Scientifica che, dopo i rilievi necessari, ha ripulito con dell'acqua la pozza di sangue, ultimo segno dell'assurdo accoltellamento.

Tra i due c'era un legame? - Il motivo dell'aggressione è ancora oggetto di indagini da parte della Polizia e dell'Istituto di medicina legale. Testimoni riferiscono solo di aver sentito delle urla. Al momento non è chiaro se vi sia un legame tra l'anziana e il bambino. Una testimone ha raccontato al portale 20 Minuten di aver visto una ventina di poliziotti sul marciepiede,  e a terra - in una pozza di sangue - il cadavere dei bambino. Accanto a lui, poco distante, le sue scarpe. Il piccolo è stato subito portato via. La notizia, a seguito della pubblicazione sui giornali online, ha fatto il giro della città. E lì dove c'era la macchia di sangue sono stati depositati dei fiori.

Bimbo di origine albanese - 20 Minuten riferisce che il bambino era albanese, notizia che sarebbe stata confermata da alcuni media albanesi, che riportano la notizia.

Sostegno ai compagni di scuola - Domani non sarà un giorno normale per gli alunni della scuola elementare Gotthelf. Non ci sarà la classica lezione, ma gli assistenti psicologi avranno il duro compito di raccontare ai bambini quello che è successo e assisterli psicologicamente. «Dovranno elaborare il tragico evento. In questi casi è più importante il lutto che andare avanti con la lezione» ha dichiarato  Simon Thiriet, responsabile della comunicazione presso il Dipartimento di educazione di Basilea-Città.

Il consigliere di Stato Conradin Cramer, responsabile delle pubblica educazione, si è detto sgomento per la morte violenta dello scolaro.

20 minuten
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
24 min
La “variante inglese” mette un'altra scuola in quarantena
Martedì inizierà la formazione a distanza per i 350 allievi di Wangen an der Aare
SVIZZERA
4 ore
Covid detector in aeroporto: perché non con i cani
I risultati non sarebbero ancora sufficienti per permettere l'addestramento e l'impiego su larga scala
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Auto fuori strada, 18enne in ospedale
Le altre due persone presenti nell'auto hanno riportato solo ferite lievi
SVIZZERA
7 ore
La seconda ondata ha "steso" un giovane su tre
Depressione e stress in aumento tra gli svizzeri dai 14 ai 24 anni. Lo dice uno studio dell'Università di Basilea
SVIZZERA
11 ore
Berset ai ferri corti con Chiesa
Il ticinese e il consigliere federale si sono incontrati per un chiarimento. Ma le posizioni restano «inconciliabili»
BERNA
12 ore
Coronavirus: più controlli alle frontiere e più test
Sono alcune delle previsioni in merito alle decisioni di mercoledì del Consiglio federale.
FOTO
SVIZZERA
13 ore
Oggi il suffragio femminile a livello federale compie 50 anni
Ed è impossibile non domandarsi: come mai così tardi? Ma ci sono cantoni che l'hanno introdotto prima e altri dopo
SVIZZERA / ITALIA
23 ore
I figli alla scuola privata di Zurigo, ma vogliono le norme italiane
Un gruppo di genitori si è rivolto a Repubblica per denunciare l'applicazione delle misure del Cantone anziché del Dpcm
FOTO
VALLESE
1 gior
Si stacca una valanga sopra Nendaz: un morto e un ferito
La grossa slavina ha travolto una guida alpina e uno dei suoi clienti. Stavano sciando fuori-pista.
FOTO
BERNA
1 gior
Corona-scettici scacciati dalla polizia
Un centinaio di persone si è ritrovato su Piazza federale per protestare contro le misure imposte dal Governo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile