NUOVA ZELANDA/SVIZZERA
15.03.19 - 19:340
Aggiornamento : 20:40

Un ragazzo svizzero vicino agli attacchi di Christchurch

Dopo la morte di 49 persone i neozelandesi sono scioccati. Il 22enne: «Questo è il giorno più buio che il Paese abbia mai vissuto». Una bimba di 5 anni tra le vittime

CHRISTCHURCH - Lo svizzero Sascha sta frequentando un corso di laurea per diventare giardiniere paesaggista alla Canterbury University di Christchurch, la città neozelandese dove oggi sono state uccise almeno 49 persone in un attentato a due moschee. «Ho saputo dell'attacco tramite il mio cellulare», ha spiegato il 22enne a 20 Minuten. «Il campus si trova a cinque minuti dal luogo della sparatoria. Ci hanno chiesto di abbandonare la struttura».

Un "rifugio sicuro" - «Sulla via del ritorno, ho visto la polizia armata ovunque», ha continuato. «I bambini sono stati chiusi nelle scuole. Molti neozelandesi dicono che questo è il giorno più buio che il paese abbia mai vissuto. La gente è arrabbiata. Il paese è considerato un "rifugio sicuro", nessuno si aspettava che una cosa del genere potesse accadere».

Sascha ha visto il video che il terrorista ha girato durante la strage. «Non potevo non vederlo - ha spiegato - le immagini sono molto inquietanti. Se penso che il tutto è accaduto così poco distante da dove ero io...».

«Mi sento paralizzata», ha spiegato una donna che vive a Christchurch a 20 Minuten. «Adoro questa città. Quello che è successo oggi non può trovare posto qui». Un altro neozelandese ha detto: «Sono triste, arrabbiato, spaventato e scioccato. Quell’assassino deve essere rinchiuso per sempre».

«Se sei musulmano, ti accompagno» - Dopo l'attacco, il paese sperimenta un'ondata di solidarietà. «Se sei musulmano, ti senti insicuro, non vuoi aspettare da solo alla fermata dell'autobus, fare shopping o andare a casa, ti accompagno», recita un post che viene spesso condiviso su Facebook in queste ore.

Il sostegno alla comunità musulmana è grande. Un imam ha scritto su Facebook: «Sono sopraffatto dal supporto, dall'amore e dalla solidarietà che tutti noi in Nuova Zelanda abbiamo ora. Questi sono i veri valori per noi neozelandesi. Insieme, dobbiamo affrontare ogni forma di estremismo».

Sui social si stanno diffondendo annunci di cordoglio. Un meme mostra un uccello kiwi che piange, è il simbolo della Nuova Zelanda.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 

Allah Rahmom . Inna lillahi wa inna ilayhi raji'un. #newzealand #christchurch

Un post condiviso da Adil El Arbi (@adilelarbi) in data:

Anche una bimba tra i morti - Tra le 49 vittime dell'attacco alle moschee in Nuova Zelanda c'è anche una bambina di 5 anni, morta insieme a suo padre. Lo riferisce il New Zealand Herald. Un altro bambino di 4 anni è invece tra i feriti e lotta per sopravvivere, in gravissime condizioni all'ospedale Starship di Auckland.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Economia
5 ore
Swiss riduce i voli verso l'italia
I passeggeri che hanno prenotato un volo cancellato potranno scegliere di venir trasferiti o di farsi rimborsare
SONDAGGIO
Cronaca
6 ore
Posso stare lontano dal lavoro a causa del virus?
Alcune compagnie proibiscono la stretta di mano. Gli assistenti di volo rifiutano i viaggi in Italia. Parla l'esperto
Cronaca
6 ore
Coronavirus: Coira vieta eventi a partire da 50 persone
L'obiettivo è quello di garantire la maggiore tracciabilità possibile delle persone infettate
Economia
8 ore
Coronavirus: la Borsa elvetica chiude in profondo rosso
Oggi è stato registrato un calo dello SMI pari al 3,67%. Ma per tutta la settimana si parla di un -12%
Attualita
8 ore
A Wuhan migliaia di contagi già prima della quarantena
È l'ipotesi avanzata da ricercatori del Politecnico di Zurigo: l'epidemia sarebbe partita già all'inizio di novembre
Attualita
10 ore
Brucia un negozio di animali, trenta sfollati
Il rogo è scoppiato stamani a Coira. I pompieri sono intervenuti con una settantina di uomini
Attualita
10 ore
Sciare costa di più col dynamic pricing
Le critiche dell'organizzazione dei consumatori SKS al modello tariffario introdotto in diversi comprensori invernali
Attualita
14 ore
Il coronavirus cancella il Salone dell'auto
Ma si parla anche del carnevale di Basilea e delle partite di calcio
Cronaca
16 ore
Coronavirus: 15 casi in Svizzera. Stop ai grandi eventi
Il provvedimento scatta immediatamente ed è valido almeno fino al prossimo 15 marzo. Berset: «È una situazione inedita»
Economia
17 ore
La borsa svizzera cala a picco
Tutti i principali mercati europei (ma non solo) hanno vissuto aperture da profondo rosso a causa dell'epidemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile