BERNA
11.03.19 - 21:310

Ragazza cerca un lavoro, ma le propongono rapporti sadomaso

Un reclutatore 39enne ha bombardato di messaggi spinti una disoccupata di 23 anni. Dopo la denuncia l'uomo è stato condannato a pagare 1'200 franchi. Una pena che la giovane ritiene troppo lieve

BERNA - «Mi ha detto che ero bella e che avrebbe voluto pagarmi per avere dei rapporti sadomaso». La ricerca di lavoro di una giovane bernese di 23 anni non è andata esattamente a buon fine.

Il caso - rivelato oggi dal Blick - risale allo scorso dicembre quando la ragazza riceve uno strano messaggio da un uomo che afferma di lavorare presso un piccolo ufficio di collocamento di Thun. Ma la proposta dello sconosciuto non ha nulla a che fare con una normale offerta d'impiego. «Mi ha proposto 200 franchi all'ora per del sadomaso. È stato scandaloso e perverso». Arrabbiata, la giovane - di professione giardiniera - ha subito fatto capire all'uomo di non essere interessata. Ma invano. Perché lo sconosciuto ha continuato imperterrito a scriverle. E ad insistere. Per tutta la sera.

Dopo averla bombardata di messaggi - tutti rimasti senza risposta - l'uomo finalmente si stanca e termina di importunare la ragazza. Un pentimento tardivo che però non salva il collocatore che il giorno seguente viene denunciato dalla ragazza per molestie sessuali. Qualche mese dopo la giustizia fa il suo corso e il 39enne viene condannato a pagare 1'200 franchi. Una pena che però la giovane ritiene troppo lieve: «Il suo nome non comparirà nemmeno sul casellario giudiziale. Non è giusto».

Intanto il Blick - grazie a delle ricerche -  ha scoperto il modo con cui il collocatore ha reperito il numero della giovane. La 23enne - alla ricerca di un lavoro - aveva infatti lasciato tutti i suoi dati sul portale travail.swiss, gestito dalla Segreteria di Stato dell'economia (Seco). Contattata la direzione dell'amministrazione federale dell'economia ha confermato di essere a conoscenza della vicenda e sta verificando se possano esserci gli estremi per escludere il piccolo ufficio di collocamento di Thun dal proprio portale. Il condannato - da parte sua - ha preferito non commentare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
48 min
Nel part-time la discriminazione è maschile
Stando a un'indagine del KOF, gli uomini sono maggiormente penalizzati quando vogliono ridurre la percentuale lavorativa
SVIZZERA
3 ore
Gli svizzeri hanno voglia di mare
La domanda di viaggi nelle località balneari è più alta rispetto al periodo pre pandemia.
LUCERNA
3 ore
Pantaloni lunghi 70 metri alla ricerca del record
La cerniera è lunga 16 metri e potrebbero essere indossati da una persona alta 180 metri
ZURIGO
4 ore
Cittadinanza per chiunque abbia vissuto quattro anni in Svizzera
È quanto propone l'associazione senza scopo di lucro Aktion Vierviertel.
SVIZZERA
7 ore
Variante Delta: «In Svizzera non dobbiamo essere preoccupati»
Per il presidente della Commissione federale per le vaccinazioni, i preparati di Moderna e Pfizer sono efficaci al 90%.
SVIZZERA
8 ore
Cassis non esclude un nuovo accordo quadro con l'UE
I presupposti dovrebbero essere molto più espliciti di quanto siano stati nei negoziati precedenti.
GIURA
8 ore
Ritrovato il ciclista scomparso
Il 68enne, scomparso ieri durante una gita in bici, è stato recuperato dalla Rega
ZURIGO
9 ore
Arrestata una "truffatrice romantica"
La 33enne potrebbe aver sottratto con l'inganno ben 160mila franchi a un uomo di 78 anni.
SVIZZERA
19 ore
Asilo nido d'oro e congedi scarsi, Svizzera fra gli ultimi per la cura dei bimbi
Stando all'Unicef la Confederazione è terzultima su 41 paesi al mondo: «Ci meritiamo di più»
SVIZZERA
20 ore
GISO: «Nessuno deve possedere più di 100 milioni di franchi»
Il progetto dell'iniziativa si chiama "Make the rich pay for climate change".
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile