Foto lettore 20 Minuten
BERNA
09.03.19 - 08:000
Aggiornamento : 14:24

Donna in fuga, «un inseguimento da film»

Scappata a un controllo la conducente è stata fermata con non poca difficoltà

BERNA - «Mi sentivo come al cinema. Mancavano solo i popcorn», con queste parole un lettore di 20 Minuten ha commentato le scene viste ieri pomeriggio, quando ha assistito in prima persona a un inseguimento selvaggio avvenuto nel quartiere bernese di Stöckacker.

«Stavo lavorando quando ho sentito un'auto che sfrecciava ad altissima velocità, seguita da una macchina della polizia con le sirene accese». Dopo pochi minuti, il testimone ha spiegato che il tutto si è ripetuto, questa volta nella direzione opposta.

Dopo le auto, una corsa a piedi - Dopo qualche minuto il lettore ha improvvisamente sentito un urlo e un rumore di passi. Ha visto una donna con uno zaino che correva e veniva inseguita dalla polizia. «Alla fine un agente si è tuffato e l’ha buttata a terra. Sono intervenuti altri poliziotti. È stato molto brutale». La donna è stata portata via.

Scappata a un controllo - La Polizia cantonale di Berna ha confermato l'operazione a 20 Minuten: «La conducente è sfuggita a un controllo». Da qui è partito l’inseguimento. «La donna ha ignorato diversi segnali stradali ed è finita in una zona pedonale. Quando non ha potuto proseguire è scesa dalla macchina e ha iniziato a correre».

La donna era in stato alterato ed è stata portata in ospedale. Nessuno è rimasto ferito.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
25 min

Asilo, i rifugiati arrivati nel 2015 costeranno un miliardo di franchi ai comuni

Per alcuni di essi questo comporta un aumento della spesa sociale e si rischia di dover aumentare le imposte

SONDAGGIO
SVIZZERA
1 ora

«I prodotti di Wish sono pericolosi»

Lo sostiene il Forum dei consumatori sulla base di test effettuati su diversi articoli. Si rileva anche la presenza di sostanze cancerogene

SVIZZERA
1 ora

Calmy-Rey: «Rinegoziare l'accordo quadro e aumentare la somma destinata all'Ue»

«La situazione di stallo può essere superata, ma occorre prendersi il tempo per trovare un consenso interno, questo è decisivo» ha dichiarato l'ex consigliera federale

ZURIGO
4 ore

«Mi hanno detto che mia madre è stata accoltellata»

Giovedì sera in un appartamento è stato trovato il corpo della donna. La polizia presume si tratti di omicidio

SVIZZERA
6 ore

«Non voglio tornare all'inferno»

Il giovane iraniano Farshad Ghane è fuggito in Svizzera dopo la persecuzione subita in Patria per essersi convertito al cristianesimo. Ora dovrà tornarci. Ma migliaia di persone vogliono impedirlo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile