foto lettore 20 Minuten
+6
VALLESE
21.02.19 - 16:440
Aggiornamento : 17:14

Crans-Montana, un minuto di silenzio sulle piste

Il 34enne francese, vittima della valanga, lavorava per gli impianti da 9 anni. Ha lasciato la moglie e due figli piccoli

CRANS-MONTANA - Due giorni dopo il dramma della valanga scesa su una pista da sci sopra a Crans-Montana (VS), alle 14.23 diverse persone hanno commemorato la vittima presso la stazione sciistica con un minuto di silenzio. A quell'ora si era verificato l'incidente costato la vita ad un 34enne francese.

L'uomo, che lavorava come pattugliatore sulle piste del comprensorio sciistico, è morto durante un intervento: è stato travolto dalla massa nevosa mentre stava soccorrendo un ferito ai bordi della pista. Trasportato in elicottero all'ospedale di Sion in condizioni critiche, è morto nelle prime ore della mattina successiva.

Da nove anni lavorava per gli impianti di risalita della località vallesana. Lascia la moglie e due figli piccoli.

La valanga si è staccata verso le 14.15 sulla pista nera Kandahar, la più alta del comprensorio, che scende dalla cima Pointe de la Plaine Morte (2926 m). La massa di neve, con un fronte largo 100 metri, si è distesa su 840 metri, di cui circa 400 sulla pista nella zona detta Passage du Major, a circa 2500 metri d'altitudine. Un collega del pattugliatore, il ferito che i due stavano soccorrendo e una terza persona sono anch'essi stati travolti, ma se la sono cavata con lesioni minori.

In seguito alla tragedia, si pone la questione della responsabilità. La procura vallesana ha aperto un'inchiesta per determinare le circostanze dell'incidente.

Lettore
Guarda tutte le 9 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Turismo: la situazione è tesa, urgono meno restrizioni
Si è tenuto oggi il secondo vertice sul turismo dall'inizio dell'emergenza coronavirus.
GINEVRA
8 ore
Altra partitella "selvaggia", allontanate 300 persone
La polizia cantonale è intervenuta oggi al centro sportivo di Vessy.
SVIZZERA
10 ore
L'ufficio di casa te lo paga il datore di lavoro
Una recente decisione del Tribunale federale potrebbe fare scuola.
SVIZZERA
12 ore
Coronavirus: 11 casi in più, nessun decesso
Il numero dei casi positivi accertati nel nostro Paese sale a 30'736. I morti restano 1'641
SVIZZERA
13 ore
«Tenere aperto così non è redditizio»
Lo sostiene un sondaggio effettuato da GastroSuisse durante la prima settimana di riapertura.
SVIZZERA
16 ore
Protezione dati ed equivalenza: l'Ue deciderà a breve
Il verdetto sul riconoscimento è previsto il 3 giugno. L'Ufficio federale di giustizia è ottimista
SVIZZERA
16 ore
«Una seconda ondata durante l'inverno»
È la previsione del delegato delll'UFSP per l'emergenza Covid-19 Daniel Koch.
SVIZZERA
1 gior
Estrae il Joker dal cilindro e vince un milione
Il fortunato giocatore ha giocato la schedina nella Svizzera tedesca o in Ticino.
FOTO
VAUD
1 gior
Via le porte dopo la partita "selvaggia"
Le autorità hanno reagito ieri sera per prevenire ulteriori assembramenti nel quartiere di Boveresses.
SVIZZERA
1 gior
I ristoratori faticano: «Provvedimenti da allentare»
Per il presidente due metri di distanza, non più di quattro persone al tavolo e il coprifuoco sono misure troppo severe.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile