foto lettore 20 Minuten
+ 6
VALLESE
21.02.19 - 16:440
Aggiornamento : 17:14

Crans-Montana, un minuto di silenzio sulle piste

Il 34enne francese, vittima della valanga, lavorava per gli impianti da 9 anni. Ha lasciato la moglie e due figli piccoli

CRANS-MONTANA - Due giorni dopo il dramma della valanga scesa su una pista da sci sopra a Crans-Montana (VS), alle 14.23 diverse persone hanno commemorato la vittima presso la stazione sciistica con un minuto di silenzio. A quell'ora si era verificato l'incidente costato la vita ad un 34enne francese.

L'uomo, che lavorava come pattugliatore sulle piste del comprensorio sciistico, è morto durante un intervento: è stato travolto dalla massa nevosa mentre stava soccorrendo un ferito ai bordi della pista. Trasportato in elicottero all'ospedale di Sion in condizioni critiche, è morto nelle prime ore della mattina successiva.

Da nove anni lavorava per gli impianti di risalita della località vallesana. Lascia la moglie e due figli piccoli.

La valanga si è staccata verso le 14.15 sulla pista nera Kandahar, la più alta del comprensorio, che scende dalla cima Pointe de la Plaine Morte (2926 m). La massa di neve, con un fronte largo 100 metri, si è distesa su 840 metri, di cui circa 400 sulla pista nella zona detta Passage du Major, a circa 2500 metri d'altitudine. Un collega del pattugliatore, il ferito che i due stavano soccorrendo e una terza persona sono anch'essi stati travolti, ma se la sono cavata con lesioni minori.

In seguito alla tragedia, si pone la questione della responsabilità. La procura vallesana ha aperto un'inchiesta per determinare le circostanze dell'incidente.

Lettore
Guarda tutte le 9 immagini
7 mesi fa Valanga a Crans-Montana: dimessi due dei feriti
7 mesi fa Valanga a Crans-Montana, morto uno dei feriti
7 mesi fa Crans-Montana, le ricerche continuano tutta la notte
7 mesi fa Valanga a Crans-Montana: il primo bilancio è di 4 feriti
7 mesi fa Valanga investe gli sciatori sulla pista a Crans-Montana
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
7 ore

Sfuriata di un agente in borghese sull'A1: al poliziotto hanno bucato le gomme

Scatta la condanna social contro l'ufficiale dopo il video del diverbio. L'esperto di diritto: «Gli utenti possono incorrere in denunce»

SVIZZERA
8 ore

Il sesso "veloce" piace agli svizzeri (e alle svizzere)

Chi utilizza social come Tinder o Badoo è pronto ad andare fino in fondo, già dal primo incontro. Lo rivela un sondaggio

BASILEA CAMPAGNA
12 ore

«Quella bandiera deve rimanere al suo posto»

Il vessillo rossocrociato è appeso illegalmente a una roccia dello Schleifenberg da anni. Ora la sua posizione è stata regolarizzata dal Municipio di Liestal: «Non è in conflitto con la legge»

LUCERNA
16 ore

«Violenza per educare le donne», i sermoni in moschea verranno registrati

L'associazione "Dar Assalam" seguirà la raccomandazione. Quattro persone formate avranno inoltre il compito di assistere alle prediche e intervenire in caso di necessità

SVIZZERA
16 ore

Credit Suisse: più consulenti al servizio degli ultra-ricchi

Il nuovo responsabile del comparto gestione patrimoniale internazionale vuole ampliare le attività con i clienti definiti strategici

SVIZZERA
17 ore

Swiss, il mayday sembra essere già rientrato

12 aerei sono tornati in volo, gli altri dovrebbero essere presto operativi. Da domani i collegamenti aerei torneranno in gran parte regolari, assicura la compagnia aerea

SVIZZERA
17 ore

UBS, Axel Weber critica la Bce: «Draghi ha legato le mani a Lagarde»

Nel mirino di uno dei manager più pagati della storia svizzera è la decisione di allentare ulteriormente la politica monetaria

TURGOVIA
19 ore

Plastica nella salsa di pomodoro

Una mamma intenta a preparare un piatto di pasta al suo bambino ha avuto una brutta sorpresa

SVIZZERA
19 ore

Roche cresce più delle attese: alza le sue prospettive

Il fatturato è salito del 9% a 46,07 miliardi di franchi

VIDEO
ZURIGO
1 gior

Urla e insulti in autostrada, spunta il tesserino. Agente sospeso

L'uomo ha ripreso tutto con il cellulare, mentre sua figlia in macchina piangeva impaurita. L'altro si difende: «Dovevo identificarmi come ufficiale di polizia, guidava in modo pericoloso»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile