lettore 20 minuten
ZURIGO
19.02.19 - 11:530
Aggiornamento : 14:22

Militari e ragazzi "combattono" per un posto a sedere

Il personale delle FFS esorta i soldati a cedere i loro posti ai passeggeri in piedi. La situazione genera aspri negoziati

ZURIGO - «Una situazione epica!». Così Carmen*, madre di famiglia friburghese, descrive il suo viaggio in treno tra Zurigo e Friburgo di domenica notte.

I vagoni erano affollati. Tra i passeggeri, la mamma e un gruppo di 4 famiglie con 7 bambini, di ritorno a casa. Ma anche un gran numero di militari. Questi ultimi occupavano posti, godendosi le ultime ore di tregua prima di tornare in servizio. Mentre Carmen e i bambini erano in piedi.

«Al servizio della patria» - Di fronte a questa situazione, il personale del treno ha esortato i militari, tramite l'altoparlante, a cedere il proprio posto a vantaggio delle famiglie. «Ma nessuno si è mosso!», lamenta la friburghese.

Poco dopo sono iniziate le discussioni. Carmen, fattasi coraggio, ha chiesto ai soldati di rispettare la richiesta del controllore. Un altro passeggero, da parte sua, ha sentenziato che, essendo al servizio della patria, i soldati non dovevano alzarsi per cedere il loro posto ai bambini.

«Dopo 30 minuti di polemiche, 8 militi si sono finalmente alzati in modo che i 7 bambini del gruppo potessero sedersi. Ma dover chiedere a giovani dai 20 ai 30 anni di alzarsi per fare spazio ai bambini dai 3 ai 12 anni in un viaggio di un'ora e mezza è il colmo», aggiunge la donna.

Non esistono direttive - Interpellate, le FFS hanno spiegato che le istruzioni del controllore erano giustificate. Ma anche che nessun regolamento impone nulla, quindi ogni dipendente è autonomo nel decidere se intervenire o meno in caso di mancanza di posti.

«Il titolo di viaggio dei militari equivale a un biglietto di un qualunque passeggero», replica Delphine German, portavoce dell'esercito. Che ricorda alle FFS gli oltre 40 milioni di franchi l'anno pagati per il trasporto di soldati.

*Nome fittizio

2 anni fa «Militari, lasciate il posto agli altri passeggeri»
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Quando i manifesti vengono vandalizzati dalle mucche
Da stanotte i cartelloni dei politici hanno cominciato a sparire per lasciare il posto ad altri prodotti. I danneggiamenti hanno interessato tutti i partiti
GRIGIONI
6 ore
Aggrediti alla festa della birra, feriti gravemente due ragazzi
Finita la festa uno dei due ventenni ha chiesto ad altre persone presenti in un piazzale una sigaretta, gesto che ha apparentemente portato alla colluttazione
BERNA
8 ore
Capitale blindata per la partita con il Feyenoord
La polizia cantonale bernese ha organizzato imponenti misure di sicurezza in vista dell'impegno di Europa League di giovedì dello Young Boys
SVIZZERA
8 ore
Boom di morbillo, oltre 200 casi nel 2019
La cifra riguarda il periodo fra gennaio e fine settembre. Lo scorso anno i casi furono 34
GIURA
8 ore
Scoperti due cadaveri in un appartamento
I due corpi senza vita sono stati trovati a Haute-Sorne
SVIZZERA
11 ore
Gli elettori UDC non sopportano Greta Thunberg
Nelle elezioni federali i Verdi hanno potuto contare sulle donne e sui giovani. Ecco i risultati dell’ultimo sondaggio Tamedia
SVIZZERA
12 ore
Per patrimonio pro capite gli svizzeri restano i più ricchi al mondo
Lo conferma l'annuale Global Wealth Report di Credit Suisse secondo il quale in media "valiamo" più di mezzo milione di franchi
VIDEO
TURGOVIA
12 ore
Ecco come non bisogna estrarre un dente
Un papà, maestro di scuola guida, ha tolto il dente da latte dondolante della figlia con l'aiuto della sua auto. Ma i dentisti sconsigliano questo metodo
ZURIGO
12 ore
Fumo in cabina, l'aereo Swiss fa "marcia indietro"
In volo per Roma ha fatto ritorno a Zurigo
FOTO
ZURIGO
13 ore
Ferrari unica al mondo in vendita su internet
Si tratta di un modello da collezione dedicato al pilota Kimi Räikkönen. Il suo valore? Oltre 1 milione di franchi. Sarà esposta dal 31 ottobre al 3 novembre al Salone dell'auto di Zurigo 2019
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile