wikipedia
BERNA
13.02.19 - 11:000

È morto Bruno Messerli, rinomato professore di geografia

Nel 2002 è stato insignito del premio mondiale di geografia Vautrin Lud e nel 1991 del Marcel Benoist, ritenuto il "Premio Nobel svizzero", conferitogli da Flavio Cotti

BERNA - Il professore bernese di geografia Bruno Messerli, rinomato anche a livello internazionale, è morto all'età di 87 anni. Lo riferisce oggi l'Università di Berna e il suo Istituto geografico.

Bruno Messerli, che fu rettore dell'Università di Berna per un anno (1986-87), è stato insignito nel 2002 del premio mondiale di geografia Vautrin Lud e nel 1991 del Marcel Benoist, ritenuto il "Premio Nobel svizzero".

Nato il 17 settembre del 1931 a Belp (BE), il geografo ha anche ricevuto diverse lauree honoris causa; ad esempio dall'Università libera di Berlino per i lavori di ricerca in molte regioni di alta montagna di tutto il mondo.

Nel 1992 Messerli è stato membro della delegazione svizzera alla Conferenza dell'ONU di Rio de Janeiro, una pietra miliare nella politica ambientale e di sviluppo. È stato anche cofondatore del Centro per lo sviluppo e l'ambiente dell'Istituto di geografia dell'Università di Berna.

Nel 1991 l'allora presidente della Confederazione Flavio Cotti gli ha consegnato il premio 1990 della Fondazione Marcel Benoist, per la prima volta assegnato a specialisti della scienza dell'ambiente. Oltre a Messerli la distinzione è stata assegnata anche al capo della divisione di climatologia e fisica ambientale dell'Università di Berna Hans Oeschger e al direttore dell'Istituto federale per l'approvvigionamento, la depurazione e la protezione delle acque Werner Stumm.

La tutela dell'ambiente a livello globale è sempre stata una preoccupazione centrale per Messerli. I paesi sviluppati sono riusciti a facilitare l'esistenza del singolo essere umano sotto molti aspetti ma ciò minaccia le fondamenta della vita, tenne a sottolineare al dies academicus dell'Università di Berna nel 1986, quando fu nominato rettore.

TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
24 min
Carlos ha colpito ancora, secondini e detenuti
Il giovane delinquente zurighese verrà processato settimana prossima per una serie di episodi - almeno 19 - avvenuti in carcere
SVIZZERA
1 ora
Monica Duca Widmer presidente del nuovo cda della RUAG
Oltre alla ticinese, ne faranno parte Monika Krüsi Schädle e Ariane Richter Merz. A loro si aggiungono Nicolas Perrin per la MRO Svizzera e Remo Lütolf per la RUAG International
VAUD / ZURIGO
3 ore
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
3 ore
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
SVIZZERA
4 ore
Stop alla triturazione dei pulcini vivi
La decisione è stata presa oggi dal Consiglio federale. La procedura sarà vietata a partire dal prossimo 1° gennaio
SVIZZERA
4 ore
San Gallo ristruttura i suoi ospedali
Cinque dei nove nosocomi a vocazione locale saranno ridotti a centri per urgenze con alcuni letti. 60-70 posti saranno cancellati, ma il taglio dovrebbe avvenire tramite fluttuazioni naturali
SVIZZERA
5 ore
È così che l'assassino Zoran P. ha ingannato le autorità svizzere
Fuggito dal carcere in Bosnia, si era rifatto una vita in terra confederata. I vicini sono scioccati
BERNA
6 ore
Da Coop niente più sacchetti di plastica gratis
L'iniziativa interessa Coop Edile+Hobby, Coop City, Interdiscount, Fust, Coop Vitality e Import Parfumerie
ARGOVIA
6 ore
Mani austriache su Mobili Pfister
Il gruppo svizzero dell'arredamento passa a XXXLutz. Non sono previsti cambiamenti per i dipendenti né licenziamenti
SVIZZERA
9 ore
Assassino plurimo latitante da 24 anni, viveva in incognito in Svizzera
In Bosnia aveva rapinato e ucciso una famiglia negli anni '90, era evaso e fuggito nella Confederazione dove si era sposato. Lunedì è stato rimpatriato
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile