Immobili
Veicoli
Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS
SVIZZERA / ITALIA
25.01.19 - 19:500
Aggiornamento : 26.01.19 - 11:09

Incidente aereo in Valle d'Aosta: uno dei feriti è svizzero

Le ricerche, interrotte per buio e condizioni, riprenderanno domani. Due persone, probabilmente di nazionalità francese, risulterebbero ancora disperse

AOSTA - Sarebbero uno svizzero e un francese i due feriti dell'incidente che questo pomeriggio ha coinvolto un piccolo aereo da turismo e un elicottero privato sul ghiacciaio del Rutor, in Valle d'Aosta. Lo riferisce il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e l'informazione è confermata dall'agenzia Adnkronos.

Le operazioni di soccorso sono state sospese a causa del buio e della pericolosità della zona.

Al momento è sempre di 5 morti e due feriti il bilancio provvisorio. Lo scontro si è verificato tra un elicottero adibito ad attività di heliski e un aereo che era decollato da Megève, in Francia.

Le ricerche riprenderanno domani, perché pare che sull'aereo fossero presenti tre francesi, di cui uno ferito e due ancora dispersi.

Dopo le prime cure, i due feriti portati all'Ospedale Parini di Aosta, entrambi con politrauma, sono stati ricoverati in rianimazione in prognosi riservata.

Lo scontro - L'incidente è avvenuto poco prima delle 16 a quasi 3000 metri di quota. Le vittime si trovavano tutte a bordo dell'elicottero, assieme a uno dei feriti. La dinamica dell'incidente è ora al vaglio dei finanzieri del Sagf di Entreves.

Dai primi riscontri risulta che l'elicottero della ditta GMH, che effettua normalmente in zona le rotazioni con gli sciatori, stava decollando, quando all'improvviso si è incrociato con un SAN Jodel D.140 in fase di atterraggio.

Aperta un'inchiesta - Il procuratore capo di Aosta Paolo Fortuna e il sostituto procuratore Carlo Introvigne hanno effettuato un sopralluogo: verrà aperto un fascicolo a carico di ignoti per omicidio colposo plurimo e disastro colposo.

Una manovra azzardata? - L'ultraleggero proveniva dall'aeroporto savoiardo di Megève (Francia), ma alla torre di controllo dello scalo regionale di Saint-Christophe (Aosta) non risulta alcun piano di volo ad esso riconducibile. L'ipotesi è che il pilota possa aver sconfinato abusivamente proprio per provare l'emozione di un atterraggio sul ghiacciaio del Rutor, meta ambita degli amanti del volo in montagna.

L'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha disposto l'apertura di un'inchiesta di sicurezza e domani un team investigativo sarà sul sito dell'incidente.

I soccorsi - L'allarme, giunto alla centrale unica di soccorso di Aosta alle 16.01, è stato dato da una guida alpina che non riusciva a contattare l'elicottero. Immediatamente è intervenuto l'elicottero della Protezione civile della Valle d'Aosta con le guide del soccorso alpino valdostano, mentre dal Piemonte sono partiti altri due velivoli in appoggio. Per estrarre i corpi dalle lamiere si è reso necessario l'intervento della squadra taglio dei vigili del fuoco di Aosta.

«Si è trattato di un intervento difficile - spiega Paolo Comune, direttore del soccorso alpino valdostano - per il numero delle persone coinvolte e per l'imminente tramonto del sole: abbiamo dovuto operare in velocità prima che arrivasse il buio, domani torneremo con due elicotteri e cercheremo i due dispersi tra i relitti».

Le vittime - Ci sono il pilota dell'elicottero Maurizio Scarpelli, di 53 anni e la guida alpina che lo accompagnava Frank Henssler, di 49 anni, tedesco ma operante in Valle d'Aosta, tra i deceduti dell'incidente aereo di oggi sul ghiacciaio del Rutor in Valle d'Aosta.

Le altre tre vittime, non ancora identificate, sono passeggeri dello stesso elicottero. Sull'altro velivolo, un aereo ultraleggero decollato da Megève (Francia), si trovavano un istruttore pilota e due allievi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
53 min
Cresce la paura della guerra: la Svizzera deve mediare?
Si fa sempre più tesa la situazione tra Ucraina e Russia. L'occidente teme ormai un'invasione
SVIZZERA
3 ore
La variante Omicron... e i test Covid
Non mancano i dubbi attorno ai test Covid. Ecco le principali risposte
SVIZZERA
5 ore
«Le visite agli strip club erano per motivi di lavoro»
L’ex amministratore delegato di Raiffeisen Pierin Vincenz giustifica le spese pazze addebitate alla banca.
SVIZZERA
7 ore
Le “firme” nel sistema immunitario di chi rischia il Long Covid
Uno studio zurighese ha identificato i fattori di rischio immunologici
SVIZZERA
7 ore
Il processo Vincenz non si ferma
La Corte ha respinto le richieste di sospensione. Inizia l'interrogatorio dell'ex Ceo
SVIZZERA
8 ore
In Svizzera 36'658 contagi e dodici decessi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono state ricoverate altre 121 persone col Covid
SVIZZERA
10 ore
«Un allentamento delle misure porterebbe a un'ulteriore ondata»
Gli esperti della Confederazione fanno il punto della situazione. E frenano gli entusiasmi su una fine delle restrizioni
SVIZZERA
12 ore
«Ci siamo comportati come bravi soldatini, adesso basta»
Politici e associazioni economiche fremono: Le attuali restrizioni sono «sproporzionate» e «vanno revocate».
ARGOVIA
13 ore
Cadavere nella grotta, il 22enne a processo per assassinio
Il Ministero pubblico argoviese ha richiesto sedici anni e quattro mesi di carcere per il giovane omicida.
BERNA
14 ore
Aquila reale vittima di una turbina eolica
L'incidente è avvenuto nel mese di novembre sul Mont-Soleil, nel Giura bernese.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile