Keystone
ARGOVIA
22.01.19 - 16:170

Sfiorata collisione aerea sotto la lente del SISI

Un Tiger della Patrouille Suisse si è quasi scontrato con un aliante nel giugno 2018 al di sopra della località di Zeiningen

AARAU - Un Tiger della Patrouille Suisse si è quasi scontrato con un aliante nel giugno 2018 al di sopra della località di Zeiningen (AG). Il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) sta esaminando il caso.

Alle 12.33 del 30 giugno 2018, l'aliante e l'aereo si sono avvicinati pericolosamente a un'altezza di 1400 metri sopra il comune argoviese, ha precisato il SISI. Nel gergo aeronautico, questa situazione si chiama "airprox", ovvero una «quasi collisione tra due apparecchi».

L'aliante, pilotato da un tedesco di 50 anni, era decollato dall'aerodromo di Winzeln-Schramberg, in Germania. La Patrouille Suisse stava effettuando uno show nell'ambito del meeting aereo di Schupfart (AG), vicino alla frontiera tedesca. Il rapporto preliminare del SISI non precisa quale distanza intercorreva tra l'aliante e il Tiger.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora

Siamo sempre più spaventati, xenofobi e un po’ omofobi

Lo rivela uno studio universitario. La criminalità è in calo, ma non la percezione che abbiamo di essa. Per la metà degli svizzeri ci sono troppi stranieri, e 3 su 10 non vorrebbero i musulmani

SOLETTA
1 ora

Bimba cade da cavallo e perde la vita

Dopo essere stata soccorsa è stata trasportata dalla Rega in ospedale, dove è morta

SVIZZERA
1 ora

«Tassare al 90% i capitali oltre i 2 miliardi»

È l'opinione dell'economista francese Thomas Piketty, contrario alla sacralizzazione della proprietà. «Diminuendo la disuguaglianza aumenterà la crescita economica»

SVIZZERA
1 ora

Swisscom: «Noi non abbassiamo le tariffe»

Le offerte «sono dal nostro punto di vista promozioni temporanee promosse in un mercato saturo», afferma il responsabile delle finanze

SVIZZERA / STATI UNITI
3 ore

Nino ma che combini? Giù i pantaloni davanti alla Casa Bianca

Schurter ha postato su Instagram (e poi rimosso) uno scatto con Lars Forster, Florian Vogel e Kurt Gross, taggando anche Donald Trump. Ora rischia una sanzione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile